Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai

avatar scritto da il 29/11/2016 0 commenti
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai

Stefano Colferai è uno uno dei più interessanti e innovativi giovani talenti nel panorama creativo e dell’illustrazione in Italia.

La mia passione per il pongo e ogni tipo di pasta modellabile risale all’asilo e in momenti diversi della mia vita è ricomparsa con prepotenza: dai quadretti realizzati a scuola per natale ai primi esperimenti di clay animation, fino alla tesi di laurea sullo stop motion e gli effetti speciali artigianali di Willis O’Brien e Ray Harryhausen, passando per Svankmajer, Will Vinton e la Aardman Animations.

È quindi genetica la mia ammirazione per il lavoro di Stefano Colferai. Per questo motivo, ho tenuto in bozza questo articolo per circa un anno, mai troppo sicuro di aver usato le parole giuste per descrivere il lavoro e l’approccio di Stefano. E per un enorme invidia nei suoi confronti.

Nelle sue creazioni mescola illustrazione, modellazione e grafica vettoriale, dando vita ad opere che abbattono letteralmente i limiti del foglio o dello schermo, opere tridimensionali che sanno di impronte digitali e pomeriggi passati in cartoleria a scegliere colori e strumentini, di gioco infantile e precisione maniacale, di amore sconsiderato verso ogni singolo dettaglio di pongo.

Ironiche e a volte languide le sue illustrazioni guardano con nostalgia al mondo analogico ’80s e ’90s e frullano con occhi a palla e sorrisi gommosi migliaia di riferimenti alla cultura pop contemporanea, dalla musica hip hop alla passione per le sneakers, dai cartoni animati ai videogames.

Stefano impasta un mondo in cui ogni oggetto, ogni forma prende vita e ci sorride, non solo grazie alla sua capacità di caratterizzare e dare una personalità antropomorfa anche ad un kiwi, ma proprio grazie alla natura della materia che utilizza, così calda e familiare, capace di riportarci bambini, di ricordarci quanto ci piaceva giocare il pomeriggio con pongo e colori a cera, quanto ci piaceva l’odore del DAS e della coccoina.

Le sue opere non ci trasmettono allegria semplicemente perché sono strabilianti e divertentissime, ma anche perché ci ricordano che non bisogna mai smettere mai di giocare, di prendere la vita con la giusta dose di leggerezza infantile.

Come ha raccontato durante l’undicesima edizione del Pictoplasma Festival a Berlino, la plastilina gli permette di giocare molto con le forme, allungandole, mescolando i colori, creando figure piatte o tridimensionali: “mi è difficile spegnere le mie idee, e modellare con le mie mani mi catapulta in una dimensione dove posso diventare di nuovo un bambino. E ‘una sorta di esperienza magica, e questo è ciò che amo di più al riguardo.

Don’t forget to play.

Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai
Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai


avatar
Autore: Buddy Founder
Sono nato a Catania nel 1982. Dopo la laurea in storia e critica del cinema ho conseguito un diploma alla Scuola Romana del Fumetto e poi un master in graphic design. Ho lavorato come segretario di produzione, storyboard artist per la Scuola Nazionale di Cinema e per piccole case di produzione, come sceneggiatore e illustratore freelance e come graphic designer e Art Director. Vivo e lavoro a Milano dove mi occupo di direzione creativa e strategie digitali. Sono uno dei fondatori di Collater.al. Potete seguirmi anche su Cargo e su Instagram.
Ha scritto 698 post

Commenti per "Le illustrazioni in plastilina di Stefano Colferai"