Orazio Marino – The Art of Parascience

avatar scritto da il 01/08/2013 0 commenti
Orazio Marino - The Art of Parascience

Tutti viviamo di ossessioni. C’è chi controlla costantemente l’app del meteo ed entra in pre-ansia per i 44° C del terzo week end del mese di ottobre, c’è chi viene stroncato da crisi apoplettiche se non trova la propria confezione di Nesquik, c’è chi mette in crisi cinquant’anni di matrimonio, coinvolgendo avvocati, figli, case in campagna, cani, gatti e servizi di posate Ikea, solo dopo aver scoperto che la moglie mette il rotolo di carta igienica al rovescio, tirando i quadratini di carta da dietro anziché da davanti.

Orazio Marino - The Art of Parascience

Poi ci sono gli artisti. Quelli che con le loro ossessioni ci giocano, come bambini che fanno le bolle nel loro latte al cioccolato. Le catturano, le punzecchiano, le cullano e le esasperano. David Lynch e le sue periferie immobili e surreali, Cronenberg e la contaminazione del corpo, Munch e la morte, Kafka, Hitchcock, Dalì, Van Gogh, Berlioz, Bunuel… anche se molti di questi più che giocare con le loro ossessioni, le hanno allevate e divorate con fame patologica.

Orazio Marino non è pazzo, almeno non del tutto, è un bimbo che fa le bolle con la cannuccia colorata nel suo latte al cacao. La sua serie The Art of Parascience, alla base del concept grafico dell’album dei Loveless Whizzkid, nasce dalla sua curiosità famelica verso il mondo dell’entomologia, della scienza eretica, del fantastico e soprannaturale.

Orazio Marino mescola gli elementi come col piccolo chimico, noncurante degli effetti collaterali, dando vita e esoscheletri e parafossili, umanoidi molluschidi e crostacei alieni. Crea una mitologia occulta, priva di complessi di inferiorità nei confronti di una scienza ufficiale del mondo che comincia a mostrare tutta la sua usura e la sua insufficienza di fronte a un bisogno vitale dell’uomo nei confronti del fantastico e dell’impossibile.

La curiosità nei confronti del mondo naturale si trasforma in necessità di creare un universo alternativo, una nuova metafisica, scientifica quanto basta, fantastica ovunque sia possibile. L’ontologia è in definitiva relativa quanto una puntata di Voyager.

In fondo siamo figli di Twin Peaks e X-Files.

Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience
Orazio Marino - The Art of Parascience

Orazio Marino


avatar
Autore: Buddy Founder
Nato a Catania nel 1982. Laureato in cinematografia al DAMS di Roma con una tesi sulla Model Animation, lo stop motion e gli effetti speciali artigianali. Un diploma alla Scuola Romana del Fumetto e poi un master in graphic design. Ho lavorato come segretario di produzione, storyboard artist per la Scuola Nazionale di Cinema e per piccole case di produzione, come sceneggiatore e illustratore freelance e come graphic designer e Art Director. Mi occupo di contenuti e strategie digitali per l'agenzia EarlyMorning.Potete seguirmi anche su Tumblr, su Cargo e su Instagram.
Ha scritto 555 post

Commenti per "Orazio Marino – The Art of Parascience"