Style I 10 spot Nike più belli di sempre
Stylestyle

I 10 spot Nike più belli di sempre

-
Andrea Tuzio

Con un comunicato, Nike (così come tante altre aziende come Apple e Patagonia) ha appena annunciato che, a partire da oggi 16 marzo, chiuderà tutti i suoi negozi negli Stati Uniti, in Canada, in Europa (in Italia tutti i negozi che non vendono beni di prima necessità sono chiusi per decreto già da una settimana) , in Australia e Nuova Zelanda, per contrastare e limitare il contagio da Coronavirus. 


Da più di 20 anni, la maggior parte degli ADV di Nike vengono ideati e realizzati dall’agenzia pubblicitaria, con sede a Portland in Oregon, Wieden+Kennedy. Questa partership ha prodotto le campagne pubblicitarie più belle e iconiche di tutti i tempi, non promuovendo mai direttamente un prodotto ma un’idea, una filosofia, e forse è proprio questo il successo dei 10 spot Nike più belli di sempre.

10. Nike Air Huarache – “Instant Karma” (1992)

Diretto da David Fincher (Fight Club e The Social Network), questo spot del 1992 presenta la linea Huarache e vede la partecipazione di atleti del calibro di Michael Jordan, Scottie Pippen e Michael Johnson. Instant Karma di John Lennon accompagna le immagini in modo perfetto ed evocativo.

9. Agassi vs. Sampras (1995)

San Francisco fa da sfondo ad uno degli spot più riusciti di sempre. Andre Agassi e Pete Sampras si sfidano in una partita improvvisata tra le strade della città californiana (all’angolo tra Pine Street e Sansome Street), montando una rete e bloccando il traffico. Due stili differenti, due personalità agli antipodi e due dei più grandi giocatori di ogni epoca per presentare le Air Challenge LWP (ai piedi di Agassi) e le Air Max2 Spa (indossate da Sampras).

8. Nike Football – “Write the Future” (2010)

Premiato ai Lions Cannes marketing award del 2011 e girato dal vincitore di 5 premi Oscar, Alejandro Gonzáles Iñárritu, per i Mondiali del 2010 in Sud Africa. I protagonisti sono, Didier Drogba, Fabio Cannavaro, Cristiano Ronaldo, Wayne Rooney, Andrés Iniesta, Cesc Fabregas, Gerard Piqué, Ronaldinho, Franck Ribéry e vede la partecipazione straordinaria di Roger Federer, Homer Simpson e del compianto Kobe Bryant. 

7. Air Jordan IX – “Who is Johnny Kilroy” (1994)

Nel 1994 Michael Jordan si è appena ritirato dal basket per la prima volta, ma nei Chicago Bulls gioca un certo Johnny Kilroy che assomiglia in modo inquietante al numero 23. Una serie di spot che raccontano una storia molto divertente grazie anche alla presenza di un esilarante Steve Martin

6. Nike Basketball – “Freestyle” (2001)

Jason Williams, Rasheed Wallace, Dawn Staley e Vince Carter sono i protagonisti di uno spot memorabile. Diretto da Paul Hunter, questo ADV ha come colonna sonora Planet Rock degli Africa Bambaataa & The Soul Sonic Force ma “remixata” con lo squittio delle scarpe sul parquet e il suono del pallone che rimbalza.

5. Mamba Forever (2020)

Inspiration is forever.

4. Nike Football – “Take It To The Next Level” (2008)

Questo spot girato da Guy Ritchie in collaborazione con l’agenzia 72andSunny di Los Angeles, è un piccolo capolavoro girato in prima persona. Forse uno degli spot legati al calcio più famosi di sempre. 

3. Air Jordan XII – “Failure” (1997)

Gli errori determinano i nostri successi. Michael Jordan pronuncia le sue parole più famose in uno spot che è entrato a far parte dell’immaginario collettivo. 

2. Air Jordan – Michael Jordan & Mars Blackmon (1988-1991)

L’alter ego di Spike Lee, Mars Blackmon, e Michel Jordan sono i protagonisti di una serie di spot memorabili andati avanti per quattro anni. Questi ADV contribuirono in maniera consistente a rendere lo sneaker game, l’incredibile movimento globale che conosciamo oggi.

1. “Just Do It” (1988)

La prima volta in assoluto del “Just Do It”. Leggenda narra che il fondatore della Wieden+Kennedy, Dan Wieden, mutuò queste parole dal condannato a morte Gary Gilmore (che però pare abbia detto “Let’s do it), ma perché rovinare una bella storia con la verità? Lo spot mostra l’ottantenne Walt Stack che come ogni mattina corre le sue 17 miglia sul Golden Gate Bridge. Stack, con le sue 62.000 miglia corse in tutta la sua vita, è stato una vera e propria icona della comunità podistica di San Francisco. 

Stylestyle
Scritto da Andrea Tuzio
x
Ascolta su