Aeforia crea opere d’arte con le app per iPhone

Aeforia crea opere d’arte con le app per iPhone

Claudia Fuggetti · 2 anni fa · Design

Aeforia aka Alexy Préfontaine è un artista digitale di Montreal che mischia le tecniche di grafica e fotografia. La sua pagina Instagram è costantemente aggiornata con i suoi lavori: la passione per l’arte digitale è scoppiata nel 2014, quando Alexy ha capito che poteva creare opere d’arte solo con le app per iPhone.

 “My work is inspired by nature surrounding me, space and distorted perspectives. By focusing on different perceptions of the world that we live in, I hope that the viewer can be pulled in the surreal sceneries I create.”

Dopo aver sperimentato alcuni mesi, ha iniziato a fotografare e a rielaborare tutto con le app sul suo telefono:

“Creating art on my phone was very appealing to me because of how easy it was to get started with only a few apps.”

Il passaggio a Photoshop è avvenuto in un secondo momento e ha dato all’artista quella marcia in più che gli ha permesso di fare la differenza; ma se non avesse mai iniziato con il suo telefono, che gli ha permesso di imparare le nozioni di base, non si sarebbe mai evoluto come artista. L’utilizzo di Photoshop è il risultato di una naturale esigenza da soddisfare, per avere il pieno controllo degli strumenti creativi e superare ogni limite.

Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 2 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 1 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 5 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 8 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 6 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 10 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 7 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 9 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 13 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 11 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 12 Aeforia crea opere d'arte con le app per iPhone | Collater.al 14

 

 

Aeforia crea opere d’arte con le app per iPhone
Design
Aeforia crea opere d’arte con le app per iPhone
Aeforia crea opere d’arte con le app per iPhone
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
L’appartamento di Carrie di Sex and the City nel 2018

L’appartamento di Carrie di Sex and the City nel 2018

Giulia Guido · 2 anni fa · Design

Non è esagerare dire che Sex and the City abbia influenzato la cultura di migliaia di persone, soprattutto donne, degli anni ’90 e inizio 2000. Quindi, quest’anno, in onore del ventesimo anniversario dello show, la startup statunitense di interior design Modsy ha reinventato lo stile dell’iconico appartamento di Carrie, immaginandolo nel 2018. I creativi della Modsy hanno fatto finta che il matrimonio tra Carrie e Big non ci fosse stato, come il loro trasferimento, però non hanno dimenticato le altre tre colonne portanti dello show. Vediamo così il più famoso appartamento newyorkese rivisitato nello stile di Carrie, ma anche in quello di Samantha, di Miranda e di Charlotte.

Sex and the City | Collater.al

Per l’appartamento di Carrie il team di Modsy ha pensato a uno stile eclettico e moderno, ribattezzato Mod Collector. La tavolozza delle nuance si ispira abbastanza fedelmente a quella originale, con l’incursione di qualche colore più acceso. Il pezzo più costoso ovviamente è la scrivania perché “sta tutto nella scrivania. Se trovo la scrivania arriverà l’ispirazione”. E poi che appartamento di Carrie sarebbe senza l’indimenticabile tutù, la collana col suo nome, le riviste di Vogue, le sigarette e la tazza da caffè?

Sex and the City C | Collater.al Sex and the City C | Collater.al Sex and the City C | Collater.al Sex and the City C | Collater.al Sex and the City C | Collater.al

Se Samantha vivesse nell’appartamento lo stile sarebbe minimal glam, uno stile che Modsy ha chiamato “Less is More Chich”, quindi entriamo in luogo pulito, minimale ma anche audace e drammatico. I materiali usati sono diversi, dalla pelle al velluto, dalla pelliccia all’oro.

Sex and the City S | Collater.al Sex and the City S | Collater.al Sex and the City S | Collater.al Sex and the City S | Collater.al Sex and the City S | Collater.al

Per Miranda, invece, hanno pensato ad uno stile minimalista contemporaneo. I mobili sono di qualità e duraturi. Ma Miranda, al contrario della sua amica Carrie, non ama molto i colori, quindi i verdi e i blu lasciano il posto a toni neutri e grigi.

Sex and the City M | Collater.al

Sex and the City M | Collater.al
Sex and the City M | Collater.al

Sex and the City M | Collater.al Sex and the City M | Collater.al Sex and the City M | Collater.al

Charlotte, da buona intenditrice, darebbe all’appartamento un tocco classico ma sempre molto raffinato. Il suo salotto è il posto perfetto per intrattenere degli ospiti e, soprattutto, non ha il televisore, assolutamente non in stile Charlotte. In quanto curatrice di gallerie d’arte nella sua casa non possono mancare opere esposte.

Sex and the City Ch | Collater.al Sex and the City Ch | Collater.al Sex and the City Ch | Collater.al Sex and the City Ch | Collater.al Sex and the City Ch | Collater.al

L’appartamento di Carrie di Sex and the City nel 2018
Design
L’appartamento di Carrie di Sex and the City nel 2018
L’appartamento di Carrie di Sex and the City nel 2018
1 · 21
2 · 21
3 · 21
4 · 21
5 · 21
6 · 21
7 · 21
8 · 21
9 · 21
10 · 21
11 · 21
12 · 21
13 · 21
14 · 21
15 · 21
16 · 21
17 · 21
18 · 21
19 · 21
20 · 21
21 · 21
La Casa Del Árbol, una casa che rende omaggio agli alberi

La Casa Del Árbol, una casa che rende omaggio agli alberi

Giulia Guido · 2 anni fa · Design

A Mérida, capitale dello Yucatan, il team di architetti di AS Arquitectura, ha progettato la Casa Del Árbol. È una casa in cui gli spazi interni e gli spazi esterni si mischiano, non ci sono confini. Il design della residenza è incentrato sulla fiducia, sulla condivisione, in cui l’uso intelligente di diversi livelli di altezza e della vegetazione garantisce l’occultamento necessario.

La casa è costruita su quella che una volta era una piantagione e i veri protagonisti del progetto sono i Pich, gli alberi tipici di questa zona. Il più grande degli alberi pich è incorniciato da un portico esterno, su cui si affacciano tutte le stanze tranne la camera da letto.

Si tratta di una struttura che rispetta il luogo e il tempo in cui si trova, entrando perfettamente in sintonia con la natura circostante.

Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al Casa Del Arbol | Collater.al

La Casa Del Árbol, una casa che rende omaggio agli alberi
Design
La Casa Del Árbol, una casa che rende omaggio agli alberi
La Casa Del Árbol, una casa che rende omaggio agli alberi
1 · 20
2 · 20
3 · 20
4 · 20
5 · 20
6 · 20
7 · 20
8 · 20
9 · 20
10 · 20
11 · 20
12 · 20
13 · 20
14 · 20
15 · 20
16 · 20
17 · 20
18 · 20
19 · 20
20 · 20
Unseen di Philip Lück, un alfabeto braille di design

Unseen di Philip Lück, un alfabeto braille di design

Giulia Guido · 2 anni fa · Design

Unseen è il progetto presentato da Philip Lück per la 36daysoftype challenge di quest’anno. L’artista tedesco ha rivisitato in maniera del tutto personale e particolare il tema della sfida.

Designer, illustratori e grafici, sono invitati a reinventare il design dei numeri e delle lettere dell’alfabeto, come aveva fatto Roxana Nita.

Philip si è discostato leggermente dal tema, presentando una versione illustrata dell’alfabeto braille, giocando con il numero di oggetti presenti in ciascuna immagine.

“I know, sadly those, to whom this project is dedicated to will never ever see the work itself, but I hope you enjoy the short glimpse on a mostly unseen typeface”.

Guarda altri progetti di Philip Lück sul suo profilo Behance e Instagram.

Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al Unseen | Collater.al

Unseen di Philip Lück, un alfabeto braille di design
Design
Unseen di Philip Lück, un alfabeto braille di design
Unseen di Philip Lück, un alfabeto braille di design
1 · 36
2 · 36
3 · 36
4 · 36
5 · 36
6 · 36
7 · 36
8 · 36
9 · 36
10 · 36
11 · 36
12 · 36
13 · 36
14 · 36
15 · 36
16 · 36
17 · 36
18 · 36
19 · 36
20 · 36
21 · 36
22 · 36
23 · 36
24 · 36
25 · 36
26 · 36
27 · 36
28 · 36
29 · 36
30 · 36
31 · 36
32 · 36
33 · 36
34 · 36
35 · 36
36 · 36
Il restyling di Plantea Studio, un cinema a luci rosse di Madrid

Il restyling di Plantea Studio, un cinema a luci rosse di Madrid

Claudia Fuggetti · 2 anni fa · Design

Plantea è uno studio di architettura fondato a Madrid nel 2008 da Lorenzo Gil, Luis Gil e Jose Silva, che ha realizzato il restyling del datato Cinema Alba di Madrid. Lo spazio, specializzato nella proiezione a luci rosse, era stato chiuso nel 2016. Il team di architetti ha totalmente rinnovato la struttura per renderla un elegante cine-bar, che ora ha il nome di Sala Equis.

Adesso, grazie a questo intervento di rinnovo, il cinema ha acquisito una nuova veste ed è diventato un posto elegante, che non vuole perdere quel fascino decadente legato al passato: è così che l’elemento vintage diventa valore aggiunto e dona carattere ad uno spazio eclettico che, a seconda delle necessità, può diventare un ristorante, cocktail bar, galleria o negozio di design. La sala proiezione è caratterizzata da un lucernario, che filtra delicatamente la luce e da 64 sedie rivestite di velluto color ruggine, che donano carattere. La luce rossa al neon rimarca le effettive origini del posto e crea l’atmosfera giusta durante proiezioni e concerti.

Nella sala-anfiteatro è presente uno schermo più piccolo ed è il posto giusto per poter fare nuove conoscenze, stando seduti su panche di legno di pino e ferro, ricoperte da morbidi cuscini, oppure oscillando sull’altalena.

Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 9 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 7 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 3 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 13 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 4 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 1 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 11 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 2 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 5 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 6 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 10 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 12 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 8 Il restyling di Plantea Studio cinema a luci rosse di Madrid | Collater.al 14

 

 

 

 

Il restyling di Plantea Studio, un cinema a luci rosse di Madrid
Design
Il restyling di Plantea Studio, un cinema a luci rosse di Madrid
Il restyling di Plantea Studio, un cinema a luci rosse di Madrid
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
Altri articoli che consigliamo