“Afterworld: The Age Of Tomorrow”, il videogioco di Balenciaga

“Afterworld: The Age Of Tomorrow”, il videogioco di Balenciaga

Emanuele D'Angelo · 3 mesi fa · Style

Afterworld: The Age Of Tomorrow è l’ultima grande invenzione di Demna Gvasalia, direttore creativo di Balenciaga e grande promessa del mondo della moda.

Demna Gvasalia guarda al futuro e l’ha dimostrato presentando l’ultima collezione per la stagione autunno/inverno 2021 di Balenciaga attraverso un videogioco ambientato a New York nell’anno 2031.

Il videogioco intitolato Afterworld: The Age Of Tomorrow è ambientato nella famosa città americana e inizia con una schermata in stile: “Scegli il tuo combattente” con diversi personaggi disponibili.

Il gioco inizia ovviamente in un negozio di Balenciaga. Dopo aver scelto il giocatore, il personaggio esce in una strada della città e sale su un autobus, che prende il volo e si deforma nel nulla.

Il fine ultimo come in qualunque gioco di ruolo, è spostarsi nelle cinque zone, tra città pressoché disabitate e foreste incantate.
Ad accompagnarvi in questo strano viaggio ci sarà un cicerone d’eccezione, un “bianconiglio” che alla fine di tutto vi guiderà attraverso la foresta verso un rave segreto.

La nuova collezione, inoltre, fa riferimento al videogioco. È stato usato infatti il logo della PlayStation 5 ironicamente su alcuni pezzi.
Tra le altre grafiche, ritroviamo anche le patch della NASA.

Nei capi invece troviamo alcune scritte che testimoniano l’impegno di Balenciaga nella moda circolare con la scritta “quando avrò finito con questa maglietta, la donerò”. Un concetto fondamentale, un dettaglio non casuale.

Demna Gvasalia ha infatti creato capi che secondo lui rappresentano il futuro dell’abbigliamento, anche per questo il gioco è ambientato in un prossimo futuro, dove “natura e gioventù convivono”.

L’obiettivo della casa di moda fondata nel 1917 dal designer spagnolo Cristóbal Balenciaga è offrire una moda sostenibile che può essere riadattata e che potrà durare per sempre.

“Afterworld: The Age Of Tomorrow”, il videogioco di Balenciaga
Style
“Afterworld: The Age Of Tomorrow”, il videogioco di Balenciaga
“Afterworld: The Age Of Tomorrow”, il videogioco di Balenciaga
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Il primo drop della collezione NOCTA di Drake e Nike

Il primo drop della collezione NOCTA di Drake e Nike

Andrea Tuzio · 3 mesi fa · Style

Dopo l’annuncio della nuova collaborazione tra Drake e Nike e la presentazione della nuova line NOCTA, ora abbiamo una data precisa di release dei primi item della collezione. 

Per questo primo drop, NOCTA propone una serie di quattro diversi articoli che rispecchiano le linee guida, estetiche e non, che lo stesso Drake aveva dettato con uno statement scritto di suo pugno e rilasciato in occasione della presentazione di questa nuova joint venture. 

Il pezzo principale di questa prima uscita è sicuramente la classica puffer jacket caratterizzata dal branding NOCTA nella parta anteriore sinistra, un mini Swoosh nella parte destra e uno Swoosh in rilievo e arrotondato posizionato nella parte posteriore ($400 USD), il secondo elemento dell’offerta NOCTA è una hoodie ($120 USD) abbinata a un pantalone in pile ($110 USD) e a chiudere l’offerta troviamo due paia di calzini monocramatici in bianco e in nero ($30 USD).

Tranne i calzini, ciascun item è stato realizzato in due colori diversi, University Gold e Black, con le grafiche del colore opposto. 

Il primo drop NOCTA, con i quattro item della collaborazione tra Nike e Drake, è previsto per il 19 dicembre sul sito del brand di Beaverton.

Il primo drop della collezione NOCTA di Drake e Nike
Style
Il primo drop della collezione NOCTA di Drake e Nike
Il primo drop della collezione NOCTA di Drake e Nike
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
La campagna Fall/Winter 2020 di NAPA by Martine Rose

La campagna Fall/Winter 2020 di NAPA by Martine Rose

Andrea Tuzio · 3 mesi fa · Style

Vista in anteprima agli inizi del 2020, la nuova collezione NAPA by Martine Rose Fall/Winter 2020 viene oggi presentata con un campagna scattata nella zona est di Londra e precisamente al barber shop SlidersCuts

L’intera collezione trae ispirazione dall’hip hop anni ’90 e dal fortissimo legame che gli artisti dell’epoca crearono tra lo streetwear e il lusso oltre che dalla legacy di Napapijri e l’utilizzo del velluto e delle grafiche che richiamano i marchi del lusso italiano.

La collezione nel suo complesso ha un taglio vintage sia per quanto riguarda la color palette utilizzata sia nelle silhouette. 
Martine Rose ha scelto come location della campagna SlidersCuts a East-London per tanti motivi. Il primo di questi è per sostenere un’azienda colpita fortemente dalla crisi dovuta alla pandemia e poi per sottolineare quanto quel negozio svolga un fondamentale ruolo sociale nella comunità Black di quella specifica zona della capitale inglese.

A proposito della campagna, James Massiah, che si è occupato di strutturare la collezione ha sottolineato l’importanza sociale dei Barber Shop: “È un ottimo spazio per conversare, incontrare persone, vecchi amici ma anche per fartene di nuovi…”.

Qui di seguito potete dare un’occhiata alla campagna mentre la collezione Fall/Winter 2020 di NAPA by Martine Rose è già disponibile presso retailer selezionati.

La campagna Fall/Winter 2020 di NAPA by Martine Rose
Style
La campagna Fall/Winter 2020 di NAPA by Martine Rose
La campagna Fall/Winter 2020 di NAPA by Martine Rose
1 · 19
2 · 19
3 · 19
4 · 19
5 · 19
6 · 19
7 · 19
8 · 19
9 · 19
10 · 19
11 · 19
12 · 19
13 · 19
14 · 19
15 · 19
16 · 19
17 · 19
18 · 19
19 · 19
Vibram Component, design e sperimentazione

Vibram Component, design e sperimentazione

Andrea Tuzio · 3 mesi fa · Style

Vibram presenta Vibram Component, un concetto nuovo e innovativo che mette insieme design, sperimentazione e la solida eredità dell’azienda italiana leader nello sviluppo e nella produzione di suole in gomma ad alte prestazioni.

Il progetto si ispira ai concetti di low-tech e Do It Yourself: partendo dalla prima e iconica suola Carrarmato, proposta in tre colori e in due eco-compound – Vibram Ecostep EVO (30% recycled rubber) e N-OIL – si sperimenta una customizzazione interamente fatta a mano. 

vibram-component-collater.al-7

Vibram Component è disponibile in quattro kit di due tomaie e tre varianti di lacci ciascuno. Ogni kit è da assemblare seguendo un video tutorial e le istruzioni presenti sulla scatola, così si può essere guidati nell’assemblaggio – completamente no-glue – dall’inizio alla fine. 

vibram-component-collater.al-7

La campagna di lancio è stata realizzata in collaborazione con una serie di talent internazionali: il designer londinese James Shaw, che riutilizza e ricicla materiali per realizzare pezzi unici di design, l’illustratore e collagista milanese Gio Pastori, la shoe maker e artista americana Ruth Neubauer che realizza serie limitate di scarpe recuperando materiali di scarto e il collettivo di designer e outdoor addicted Rayon Vert di Milano e Londra fondato da Yuri Kaban e Pietro Fareri, che sviluppano un’interessante clothing line.

Questi talent rappresentano le mani e le voci attraverso le quali il concept Vibram Component si diffonde: un approccio alternativo per veicolare i valori che caratterizzano Vibram da oltre ottant’anni.

Vibram Component, design e sperimentazione
Style
Vibram Component, design e sperimentazione
Vibram Component, design e sperimentazione
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Kan-D, la nuova tecnologia di C.P. Company

Kan-D, la nuova tecnologia di C.P. Company

Andrea Tuzio · 3 mesi fa · Style

Sin da quando Massimo Osti fondò C.P. Company 45 anni fa, l’innovazione nella ricerca dei tessuti e lo studio di nuovi metodi di tintura sono sempre stati l’anima del brand, oltre alla funzionalità e all’altissima qualità dei materiali. 
A distanza di tutto questo tempo il core dell’azienda non è cambiato anzi, C.P. Company continua ad esplorare nuove soluzioni e a guardare al futuro.

L’esempio di questo costante approccio è il nuovo tessuto Kan-D, acronimo di “Klear Achronic Nylon Dyed”, un nylon trasparente a monofilamento che ricorda le carte con le quali venivano confezionate le caramelle degli anni ’50 e ’60.

La peculiarità di questo tessuto è che durante la sua costruzione vengono utilizzati dei rulli per appiattire la fibra, in un processo che produce una superficie che acquisisce un effetto specchio e rende il filato ancora più trasparente. 

Uno dei tessuti più impegnativi mai utilizzati da C.P. Company a causa del restringimento durante il processo di tintura in capo, che consiste nell’applicazione del colore (tintura) una volta che il capo è completo (tagliato e cucito), il risultato è un colore più intenso e una tonalità più profonda.

L’estrema trasparenza del Kan-D richiede anche un’enorme cura nella composizione del capo finito, poiché ogni singola cucitura è visibile.

La collezione Kan-D di C.P. Company, che include un Goggle Hood Parka, una Goggle Hood Medium Jacket e una Google Hood Utility Jacket, è tutta caratterizzata da uno strato rimovibile in poli-pile e da una palette di ispirazione militare.

I capi Kan-D sono disponibili sullo shop online di C.P. Company

Kan-D, la nuova tecnologia di C.P. Company
Style
Kan-D, la nuova tecnologia di C.P. Company
Kan-D, la nuova tecnologia di C.P. Company
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8