Art All for the Gram – biobrutte
Artall for the graminstagram

All for the Gram – biobrutte

-
Federica Cimorelli
biobrutte

Dimmi cosa posti e ti dirò chi sei. Ah, non era così? Forse stiamo facendo un po’ di confusione, ma non è forse vero che ciò che pubblichiamo sui social network racconta anche qualcosa su chi siamo veramente? 
Online possiamo condividere foto, video, pensieri, racconti, esperienze ed emozioni, e tutte queste cose insieme contribuiscono, anche in piccola parte, a creare negli altri un’immagine di noi. Che sia vera o costruita non è importante, la nostra rappresentazione online diventa un metro per valutare chi abbiamo davanti.
Il profilo biobrutte porta questo concetto all’estremo e raccoglie la prima immagine che gli utenti condividono di loro su Internet attraverso la propria biografia su Instagram. 

https://www.instagram.com/p/CLt5WbnMi23/

A dirla tutta non esistono delle regole per utilizzare lo spazio della bio, ma di norma ci si aspetta di trovare un piccolo riassunto di chi si ha davanti, un’informazione concisa, sintetica e realistica e magari anche qualche emoji. 

Biobrutte porta ogni aspettativa all’estremo e condivide con gli utenti le bio più brutte del web. Questo profilo censura i nomi di chi presenta, ma intanto ne evidenzia gli aspetti più sfavorevoli: un eccesso di emoji, font antiestetici e illeggibili, frasi senza senso e incomplete. Tutto questo contribuisce a creare un risultato esilarante. 

Voi riuscireste a dare una faccia all’autore di ogni frase? Fatecelo sapere. Intanto abbiamo selezionato qui per voi le bio più divertenti.

Scoprite QUI altri profili Instagram da seguire

Artall for the graminstagram
Scritto da Federica Cimorelli
x
Ascolta su