Art All for the Gram – Cose che sono felici di essere cose
Artall for the graminstagram

All for the Gram – Cose che sono felici di essere cose

-
Federica Cimorelli
all-for-the-gram-cose-che-sono-felici-di-essere-cose

Ogni tanto può capitare, guardandosi intorno, di scovare facce, visi ed espressioni inaspettate in oggetti comuni. Noi abbiamo scoperto che non è una tendenza così tanto straordinaria, ma è un’illusione subcosciente molto comune che si chiama pareidolia
Questo bias cognitivo è ampiamente trattato e studiato, ma se volete ignorare ogni teoria e godere solo di una buona raccolta di facce negli oggetti vi consigliamo Cose che sono felici di essere cose, un buffo profilo Instagram che ne raccoglie moltissime.

https://www.instagram.com/p/CK_S6eAFW-p/

Cose che sono felici di essere cose nasce su Facebook nel 2015 e si trasferisce su Instagram nell’agosto del 2017. A supportare la costante pubblicazione di volti negli oggetti è il contributo degli utenti che condividono con l’admin i propri ritrovamenti. 
Ci vuole pochissimo per trasformare un citofono in un robot, le bocchette di un bancomat in denti sbilenchi e le serrature delle porte in bocche sbalordite. Basta usare un po’ di immaginazione, concentrarsi sui dettagli e lasciare viaggiare la fantasia

Non ci credete? Abbiamo selezionato qui per voi le associazioni più particolari, date un’occhiata alla galleria e visitate il profilo ufficiale su Instagram per scoprire tutto l’archivio.

Scoprite QUI altri profili Instagram da seguire

Artall for the graminstagram
Scritto da Federica Cimorelli
x
Ascolta su