La collezione “Clones” di Balenciaga per la Spring/Summer 2022

La collezione “Clones” di Balenciaga per la Spring/Summer 2022

Andrea Tuzio · 2 settimane fa · Style

“La presentazione della collezione Spring 2022 di Balenciaga considera i nostri mutevoli sensi della realtà attraverso la lente della tecnologia. Vediamo il nostro mondo attraverso un filtro: perfezionato, lucidato, conformato, photoshoppato. Non decidiamo più tra inedito e alterato, genuino e contraffatto, tangibile e concettuale, vero e finzione, falso e deepfake. La tecnologia crea realtà e identità alternative, un mondo di cloni digitali”.

Una presentazione digitale a cavallo tra la distopia, l’inquietudine e l’iperrealtà quella della Spring/Summer 2022 di Balenciaga, una sfilata che “non è mai avvenuta…nessuno era lì e nessuno è ‘reale’, solo i vestiti lo sono”.
Queste le parole del direttore creativo di Balenciaga Demna Gvasalia a proposito dell’ultima collezione presentata dalla Maison di proprietà del gruppo Kering.

A sfilare su una passerella completamente bianca c’erano dei cloni dell’artista e modella Eliza Douglas, ormai volto preferito di Balenciaga, con una platea in contrasto: tutti in nero e con in mano uno smartphone a riprendere il tutto.

Il video con il quale la collezione è stata presentata la collezione – con una colonna sonora da film horror con una voce che recita il testo de La Vie en rose realizzata da BFRND – è stato realizzato da Quentin Deronzier, il quale ha spiegato le tecniche con le quali è stato possibile realizzare questo tipo di video: fotogrammetria, innesto in computer grafica del volto scansionato (quello della Douglas e inserito digitalmente, deepfake), tracciamento planare, rotoscoping, apprendimento automatico e modellazione 3D. Nessuno riusciva più a capire chi fosse “reale” e chi no. L’effetto però è incredibilmente reale, iper reale. 

La presentazione della Spring/Summer 2022 di Balenciaga è uno stravolgimento dello status quo della moda contemporanea, un ribaltamento di quei meccanismi che la contraddistinguono come la creatività.  

Il processo di hackeraggio iniziato da Gucci lo scorso aprile, vede qui incarnata la sua massima declinazione: nella collezione tutto resta nei canoni estetici tipici di Balenciaga – in questo caso l’estetica cyber-gotica sembra prevalere – ma mette in discussione tutte le questioni legate al branding e all’appropriazione perché “perché tutti lo fanno, che lo dicano o no”, ha dichiarato Gvasalia.

La capsule di The Hacker Project in collaborazione con Gucci rappresenta l’esempio plastico di questo processo di sottrazione creativa e ridefinizione spicciola: la doppia G diventa doppia B, oppure la magrittiana frase scritta su una borsa “questa non è una borsa Gucci”, le fibbie delle cinture, etc.

La finzione, il gioco tra reale e non reale, il tema dell’appropriazione creativa nella moda contemporanea sono stati i temi di questa SS22 ma a Luglio, quando Balenciaga presenterà a Parigi la sua prima sfilata Haute Couture dopo più di 50 anni, credo proprio che la “finzione” dovrà essere accantonata per tornare all’essenza, alla verità.

La collezione “Clones” di Balenciaga per la Spring/Summer 2022
Style
La collezione “Clones” di Balenciaga per la Spring/Summer 2022
La collezione “Clones” di Balenciaga per la Spring/Summer 2022
1 · 26
2 · 26
3 · 26
4 · 26
5 · 26
6 · 26
7 · 26
8 · 26
9 · 26
10 · 26
11 · 26
12 · 26
13 · 26
14 · 26
15 · 26
16 · 26
17 · 26
18 · 26
19 · 26
20 · 26
21 · 26
22 · 26
23 · 26
24 · 26
25 · 26
26 · 26
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine

Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine

Giulia Guido · 4 giorni fa · Photography

Il corpo umano e l’ambiente che lo circonda si fondono in un’unica cosa negli scatti mozzafiato di Alexandre Delamadeleine

Fotografo francese nato ad Annecy, Alexandre Delamadeleine oggi vive a Parigi, ma non sono le strade trafficate e le facciate dei palazzi della città a catturare il suo sguardo. Interessato alle opere del filosofo americano Ralph Waldo Emerson, soprattutto al saggio “Nature” (1836) in cui affronta diversi temi come quello legato al significato di natura, alla bellezza, al linguaggio della natura e a come instaurare un vero rapporto con essa, Alexandre cerca di esplorare gli stessi argomenti attraverso le sue immagini. 

Nelle serie fotografiche “Balance” e “Playground” possiamo notare il suo stile e i soggetti che fotografa per esprimere il suo punto di vista e il suo pensiero. 

Si tratta di scatti in cui l’ambiente circostante, che sia una pianura, una spiaggia o una parete rocciosa, è preponderante e occupa gran parte dello spazio. All’interno di questo trova, però, sempre spazio una giovane donna della quale sono catturati i movimenti e le posizioni. Posizioni che sottolineano perfettamente come l’uomo sia ormai parte della natura, assimilato ad essa e quindi non serve più stare in piedi per dimostrare una superiorità inesistente, ma il corpo s lascia andare, cade, rotola, salta, si fonde con gli elementi che lo circondano. 

Il risultato finale consiste in scatti dalle atmosfere surreali ed eteree date da una luce che non acceca mai, ma è sempre lieve e rilassante. Guardando gli scatti di Alexandre Delamadeleine non possiamo che tirare un sospiro di sollievo, sperando prima o poi di vivere quella libertà. 

Guardate qui sotto una selezione di scatti e visitate il sito di Alexandre e seguitelo su Instagram per non perdere i suoi prossimi lavori.

“Balance”
“Balance”
“Balance”
“Balance”
“Balance”
“Balance”
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine
Photography
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine
1 · 14
2 · 14
3 · 14
4 · 14
5 · 14
6 · 14
7 · 14
8 · 14
9 · 14
10 · 14
11 · 14
12 · 14
13 · 14
14 · 14
La fotografia surreale e nostalgica di Regina

La fotografia surreale e nostalgica di Regina

Giulia Guido · 2 giorni fa · Photography

Siamo talmente abituati alla fotografia digitale che quando ci troviamo di fronte degli scatti analogici con effetti creati direttamente in camera rimaniamo stupiti e ipnotizzati. È quello che ci è successo quando abbiamo scoperto le fotografie di Regina, su Instagram come @wasitapril

Regina è una giovane ragazza di 24 anni, nata a Seefeld, in Austria e da meno di un anno trasferitasi a Parigi, luogo che le ha dato modo di sviluppare e coltivare la propria creatività e la passione per la fotografia. 

Regina ha cominciato a scattare circa due anni fa con una Canon AL-1, da allora il suo amore sia per le macchine Canon, ma soprattutto per la fotografia analogica non hanno fatto altro che crescere. 

Sebbene non sia una fotografa di professione, basta una veloce occhiata ai suoi lavori per coglierne il potenziale. Regina sidiverte sperimentando, creando effetti direttamente in macchina o sfruttando elementi naturali come le ombre, la luce o l’acqua. Che siano scatti colorati o in bianco e nero, i suoi lavori presentano sempre atmosfere surreali e hanno un non so che di nostalgico, malinconico. 

Siamo sicuri che risentiremo parlare presto di Regina, nel frattempo guardate alcuni dei suoi scatti qui sotto e seguitela su Instagram

La fotografia surreale e nostalgica di Regina
Photography
La fotografia surreale e nostalgica di Regina
La fotografia surreale e nostalgica di Regina
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
InstHunt Special Edition – Fiori

InstHunt Special Edition – Fiori

Giordana Bonanno · 13 ore fa · Photography

InstHunt Special Edition è la raccolta fotografica delle vostre migliori foto, ideata per la prima volta seguendo un tema. Ogni mese avrà un titolo dedicato e sarete voi a darle vita attraverso i vostri scatti. 

Il tema di questo mese erano i fiori: le vere opere d’arte della natura, create con forme e colori perfetti. Esistono molti modi di fotografare questo soggetto ma diventa più interessante quando l’immaginazione prende il sopravvento sulla realtà e trasforma i fiori in veri e propri personaggi.

Restate connessi e continuate a seguire la nostra pagina Instagram @collateral.photo per scoprire il tema del prossimo numero InstHunt Special Edition. 

Be creative Be part of @collater.al

InstHunt Special Edition – Fiori
Photography
InstHunt Special Edition – Fiori
InstHunt Special Edition – Fiori
1 · 1
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 1 settimana fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle.
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @martinabarbon, @noemiduso, @missun.flower, @yehorova.photo, @jacopo_cerchi, @alanys.salas, @_my_perfect_little_world, @babaja_ga_, @_simonepiras_, @_barbarac__.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1