Be a follower, la campagna Diesel che ironizza sull’essere Influencer

avatar
4 Febbraio 2019

Per la campagna SS19, Diesel chiama a raccolta alcuni degli influencer più ironici di sempre e vi dà 3 buoni motivi per continuare ad essere un follower e non uno di loro.

Avete mai pensato a quanta fatica ci vuole per vestirsi ogni mattina come se fosse l’ultima? A quanta memoria e attenzione bisogna dedicare a qualsiasi cosa prima ancora di farla?
Ad esempio, quanto deve essere snervante dover aspettare di mangiare il primo boccone di un piatto perché deve essere immortalato nella sua perfetta perfezione che non include i segni di una forchetta?
E ai viaggi? Ci avete mai pensato che tutto quello che voi riuscite a far entrare in un bagaglio a mano a loro basta a malapena per mezza giornata?

Bene, se voi non lo avete fatto, a farlo è stato Diesel con la sua ironica campagna Be a Follower.
Con l’aiuto e la voglia di mettersi in gioco degli influencers Jennifer Grace @thenativefox, Kristen Crawley @kristennoelcrawley, le gemelle @amixxamiaya e @ayaxxamiaya, Elias Riadi @eliasriadi e Bloody Osiris @bloodyosiris, il brand italiano ha puntato sui cliché che compongono la loro vita per sottolineare quanto, in alcuni momenti, sia molto più semplice essere un follower e avere una vita normale, rispetto a dover impiegare 10 minuti del proprio tempo per togliere un paio di scarpe, magari davanti al vostro partner che avrebbe preferito impiegarli in altro (senza avrebbe).

Protagoniste indiscusse dell’intera campagna le mini clip che raccontano questi piccoli momenti e che trovate qui sotto.
Mi raccomando, è ironia e in quanto tale non va presa sul serio.

 

Be a follower Diesel | Collater.al 6 Be a follower Diesel | Collater.al 5 Be a follower Diesel | Collater.al 2 Be a follower Diesel | Collater.al 1 Be a follower Diesel | Collater.al 4

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share