Best of 2020 – Style

Best of 2020 – Style

Andrea Tuzio · 1 mese fa · Style

Per tutto il 2020 vi abbiamo raccontato storie, personaggi e aneddoti provando a descrivere le innumerevoli sfaccettature di cui è composto il mondo del fashion. Dalle origini dello streetwear alle sfilate di haute-couture, siamo andati alla ricerca di ciò che ci piaceva e ci interessava provando a scoprire ogni giorno un capitolo diverso di una storia in continua evoluzione. 

Questi sono i migliori approfondimenti del 2020 che abbiamo dedicato al mondo della moda, buona lettura.

“Last Orgy”: le fondamenta dello streetwear

“Lo streetwear è morto”.
Queste le parole che ci siamo ritrovati a commentare quest’anno, la frase è del direttore creativo menswear di Louis Vuitton, Virgil Abloh. Il designer statunitense ha poi aggiustato il tiro parlando di morte e rinascita continua del fenomeno.
Si ma, dove sono state piantate le fondamenta della cultura streetwear che più di ogni altra ha influito, e continua a influire, sul mondo dell’high fashion?
La risposta è in una rubrica di fine anni ’80 di una rivista giapponese curata da Hiroshi Fujiwara.

Euphoria: lo stile di Zendaya e della Generazione Z

In occasione della 72esima edizione degli Emmy Awards dove, tra il successo di Watchmen e Schitt’s Creek, la vera notizia è stata la vittoria nella categoria Outstanding Lead Actress in a Drama Series, a soli 24 anni, di Zendaya per il suo ruolo nel teen-drama Euphoria
Abbiamo raccontato lo styling della serie e quello della Generazione Z.

“L’odio” e lo streetwear anni ’90

Uscito 25 anni fa, L’odio di Mathieu Kassovitz è uno di quei film che non può invecchiare, girato in bianco e nero racconta la routine svogliata di tre amici lungo le 19 ore durante le quali la storia si sviluppa. Il film è stato anche un incredibile esempio dell’estetica streetwerar degli anni ’90 immortalandone l’estetica.

La bandana, simbolo dell’estetica hip hop

L’incredibile versatilità della bandana è unica, un accessorio che ha attraversato culture, continenti e generazioni diverse portandosi dietro significati e percezioni altrettanto diverse. La cultura hip hop, dagli anni ’80 fino ad oggi, ne ha fatto un simbolo dello stile e dell’estetica rap, messa nelle tasche posteriori dei baggy jeans, legata al collo o sulla fronte.

Vivienne Westwood e la cultura punk

Che una maestra elementare originaria di Tintwistle, un piccolo villaggio del Derbyshire in Inghilterra, diventasse il personaggio più influente della cultura punk e il perno attorno al quale si ponessero le basi di una vera e propria rivoluzione culturale, rispecchia un assioma: non è tutto chiaro sin dall’inizio.

Le campagne sovversive di Helmut Lang

Un precursore dei tempi, Helmut Lang ha anticipato trend e tendenze non solo con il suo lavoro di stilista ma anche, e in maniera forse ancora più emblematica, con le campagne pubblicitarie legate al suo brand.

Simon Porte Jacquemus, una ventata d’aria fresca

In occasione della presentazione della collezione Spring/Summer 2021 di Jacquemus chiamata “L’Amour”, abbiamo scelto di raccontare in maniera più approfondita la mente e il cuore dietro questa ventata d’aria fresca, Simon Porte Jacquemus.

Simon Porte Jacquemus, una ventata d’aria fresca | Collater.al

The Last Dance Style Discrepancy

Un piccolo viaggio nell’estetica di The Last Dance, la docu-serie prodotta da ESPN e Netflix che racconta l’ultima stagione di Michael Jordan e dei suoi Chicago Bulls conclusasi con la vittoria del 6° titolo in 8 anni e con il secondo three-peat. La serie più vista di sempre su Netflix, una sorta di cerimonia collettiva che sottolinea, in maniera ancora più marcata, la gigantesca influenza che tutti i protagonisti di questa vicenda epica e irripetibile hanno avuto e che ancora oggi sortiscono nell’immaginario collettivo. 

Le 5 campagne più belle di Chanel scattate da Karl Lagerfeld

Sin dal 1983, anno in cui assunse la carica di direttore creativo di ChanelKarl Lagerfeld ha impressionato per la sua visione pionieristica e irriverente grazie alla quale ha rinnovato l’estetica della maison francese con disegni sfacciati che traevano spunto dalla legacy della sua fondatrice, Gabrielle “Coco” Chanel. Le sue idee erano talmente personali e il suo lavoro così meticoloso che, non contento degli scatti delle sue collezioni, iniziò a fotografarle lui stesso arrivando a pubblicare la sua prima cartella stampa nel 1987. Da lì in avanti il lavoro di Lagerfeld si è sviluppato su due binari paralleli, quello della creatività e quello dell’immagine su cui viaggiano all’unisono visione e concetto.

Dennis Rodman Fashion Icon

Uno dei protagonisti indiscussi di The Last Dance, Dennis Rodman è un’icona pop, un iconoclasta degli anni ’90 che, in un momento intellettualmente dominato dal disinteresse e che premia la cultura del gregge, Rodman spariglia le carte allo stesso modo in cui lo faceva quasi 25 anni fa. Ha miscelato stili diversi, ha abbattuto tutti gli stereotipi in modo netto e drastico, promuovendo una fluidità di genere che oggi è uno dei temi centrali della moda contemporanea e ha contribuito a costruire uno stile fondato sull’autenticità e sulla personalità.

Breve storia della T-shirt

L’indumento iconico per eccellenza. È davvero difficile stabilire un vero e proprio start. Qui proviamo a fare un po’ di ordine nella lunga storia della T-shirt che iniziò con un annuncio pubblicitario su una rivista che annunciava l’arrivo di un nuovo prodotto fatto apposta per gli scapoli, una maglia in cotone.

Richardson e la celebrazione dell’estetica porno

Cos’è Richardson di preciso? Qual è il segreto del successo di una rivista che celebra l’estetica porno-chic che fino a poco fa era prerogativa di un’altra rivista, Playboy, costretta a chiudere la versione cartacea dopo 67 anni di onoratissimo servizio?

10 documentari da vedere sulla moda

Durante questo 2020 molto difficile, vi abbiamo consigliato un bel po’ di cose da vedere vista la quantità enorme di tempo passato a casa. Dato che anche queste feste natalizie le passeremo sul divano, vi offriamo un po’ di spunti per contrastare la noia e dedicarsi alle passioni sperando che la bellezza possa restituirci un po’ di quella serenità ormai smarrita ma che siamo pronti a riaccogliere anzi, non vediamo l’ora.

La collezione di Yves Saint Laurent ispirata a Mondrian

Se si dovesse stabilire un momento preciso grazie al quale la carriera di Yves Saint Laurent ha subito una svolta decisiva, questo momento sarebbe di certo la presentazione della collezione Fall/Winter del 1965. Ispirata alle opere del pittore olandese Piet Mondrian, la collezione ha dato il via a una rivoluzione nel rapporto estetico che esiste tra l’haute couture e il mondo dell’arte ponendo le basi di quello che sarebbe diventato un connubio sempre più intrinseco.

Come Levi’s ha conquistato il Giappone

A partire dagli anni ’60 e subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, i giovani giapponesi iniziarono ad avere una vera e propria ossessione per tutto ciò che era americano. Sulla scia dei loro coetanei statunitensi, vennero completamente rapiti dall’estetica sovversiva e ribelle dei divi del cinema come James Dean e Marlon Brando e da tutto l’immaginario rock ‘n roll. Tutto questo si tramutò velocemente in una denim mania che travolse l’intera città di Tokyo e non passò molto tempo prima che il denim per eccellenza diventasse un fenomeno culturale, stiamo parlano di quello prodotto da un’azienda fondata a San Francisco nel 1853, Levi’s.

Best of 2020 – Style
Style
Best of 2020 – Style
Best of 2020 – Style
1 · 16
2 · 16
3 · 16
4 · 16
5 · 16
6 · 16
7 · 16
8 · 16
9 · 16
10 · 16
11 · 16
12 · 16
13 · 16
14 · 16
15 · 16
16 · 16
L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer

L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer

Giulia Guido · 2 giorni fa · Photography

L’unico linguaggio universale è quello del corpo. Se una persona ci dice in una lingua che non conosciamo che è triste noi non siamo in grado, ma se piange cogliamo subito il suo stato d’animo. 

Il nostro corpo è un mezzo potentissimo per veicolare pensieri, emozioni e sentimenti, basta sapere come usarlo. Sicuramente Anouk Brouwer sa come fare e le sue fotografie ne sono una prova incontestabile. 

Classe 1993, Anouk Brouwer è nata nei Paesi Bassi e dopo anni di studi che l’hanno portata in giro per il mondo, dalla The New York Film Academy al The Amsterdam Fashion Institute & Ryerson School of Fashion, oggi vive e lavora a Tokyo. 
Le sue lauree in recitazione e in moda, unite alla costante ricerca di modi per esprimere se stessa, l’hanno portata a scattare immagini in cui la performance de corpo diventa pura arte. 

– Leggi anche: Le geometrie del corpo negli scatti di Lin Yung Cheng

Nella sua serie “Irrationality”, ispirata alla storia di die artisti che si innamorano pur parlando due lingue diverse, ritroviamo perfettamente questo utilizzo del corpo umano. I corpi di Solène e Lin si toccano, si sfiorano, si incastrano in un gioco che non ha bisogno di parole. 

Ma il lavoro di Anouk Brouwer non si esaurisce con la fotografia. Un anno fa, infatti, ha realizzato il suo primo cortometraggio, intitolato proprio “Body Language” in cui la protagonista esprime i suoi valori e le sue sensazioni solo attraverso i movimenti. 

Guardate “Body Language” qui sotto e seguite Anouk Brouwer su Instagram per non perdervi i suoi prossimi lavori!

L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer
Photography
L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer
L’importanza del corpo negli scatti di Anouk Brouwer
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.

Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.

Giulia Guido · 2 giorni fa · Photography

L’artista, fotografo e graphic designer di Bruxelles Ekayyne utilizza il suo profilo Instagram come palcoscenico per mostrare i lavori che compongono il progetto Humans and Landscapes. Come si può immaginare dal titolo, gli artwork dell’artista fondono in maniera originale fotografie di paesaggi, da bianche ed infinite spiagge a prati fioriti, e fotografie di parti del corpo. 

Il processo di creazioni inizia con la fase di ricerca delle immagini che avviene su internet, soprattutto su Tumblr. Solo una volta terminata questa prima parte si passa all’assemblaggio delle immagini, cercando degli elementi in comune come delle linee o delle trame. 

La particolarità delle grafiche di Ekayyne è che l’unione delle due immagini non viene celata, anzi molte volte è resa ancora più palese dal contrasto tra le forme e i colori. 

In ogni caso il risultato risulta sempre sorprendente in cui le linee delle dune di sabbia diventano quelle del corpo di una donna, la pelle si trasforma in sabbia e una camicia da notte si trasforma in spumeggianti onde del mare. 

Scoprite alcuni lavori di Ekayyne nella nostra gallery. 

Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscape il progetto di Ekayyne | Collater.al
Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.
Photography
Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.
Humans and Landscapes, il progetto di Ekayyne fonde natura e corpo umano.
1 · 14
2 · 14
3 · 14
4 · 14
5 · 14
6 · 14
7 · 14
8 · 14
9 · 14
10 · 14
11 · 14
12 · 14
13 · 14
14 · 14
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 1 giorno fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle. 
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @carla_sutera_sardo, @kevin.ponzuoli, @kickxiia, @kryvoruchkoelen, @impolite___, @samros___, @_slightlyoutoffocus_, @wonmin.9, @zero.source, @romins.tears.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan

Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan

Collater.al Contributors · 1 giorno fa · Photography

Ugur Kayan è un fotografo freelance turco con base a Istanbul che realizza intensi ed esuberanti scatti NSFW. Nel suo lavoro il corpo della donna e il suo potenziale espressivo sono il focus centrale, sono soggetti e protagonisti delle fotografie.
Il suo stile e la sua estetica svelano senza imbarazzo l’aspetto sensuale dei corpi. Sono immagini conturbanti, allusive e provocanti che mettono a nudo sia l’interprete che lo spettatore.

I suoi lavori sono esuberanti, vivaci e spiazzanti, sono parte di una visione ampia e sessualizzata del mondo e sono espressione primordiale di creatività.
Ugur Kayan gioca con i riflessi, i contrasti, i colori, la seduzione del vedo-non-vedo ed esplora l’intensa contesa tra luci e ombre. Ugur è il fondatore di White Magazine, un magazine online sulla fotografia NSFW.

Guarda qui una selezione dei suoi lavori e seguilo su Instagram.

Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan
Photography
Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan
Le fotografie NSFW e provocanti di Ugur Kayan
1 · 16
2 · 16
3 · 16
4 · 16
5 · 16
6 · 16
7 · 16
8 · 16
9 · 16
10 · 16
11 · 16
12 · 16
13 · 16
14 · 16
15 · 16
16 · 16