Art “Beyond Walls”, ecco la nona tappa di Saype
Artland art

“Beyond Walls”, ecco la nona tappa di Saype

-
Emanuele D'Angelo

La serie “Beyond Walls” del land street artist Saype è giunta alla nona tappa e stavolta la destinazione scelta è Città del Capo in Sudafrica.

Spero che le mie opere d’arte possano essere un modesto contributo per riconciliare gli esseri umani nel cuore di una città che sta ancora curando le sue ferite.

Qualche mese fa era passato anche dall’Italia, precisamente a Torino, e per l’occasione l’avevamo intervistato, qui. Ma stavolta l’artista franco-svizzero ha scelto la capitale sudafricana che ha un impellente bisogno di riunificazione, come sottolineato anche dalla sua opera.

A differenza delle precedenti tappe, in Sudafrica ha realizzato ben tre opere che rappresentano popolazioni e realtà molto diverse. Precisamente a Sea Point (6000 mq), nella township Philippi (800 mq) e nella township Langa (800 mq).

Le gigantesche mani, dipinte in tre luoghi diversi della città, simboleggiano la volontà riconciliatrice di Nelson Mandela collegando, al di là delle disuguaglianze sociali ed economiche, tre quartieri diversi.

Il progetto è partito nel 2019 da Parigi e mira a creare la più grande catena umana simbolica del mondo. Come sempre Saype ha utilizzato solo colori eco-compatibili base di carbone, gesso, acqua.

Un progetto già di per sé molto imponente importante e profondo ma che adesso, con l’attuale situazione, diventa ancora più importante, con la speranza di rimanere uniti dinanzi a tutte le difficoltà, da un continente all’altro.

Artland art
Scritto da Emanuele D'Angelo
x
Ascolta su