Short video for Breakfast – Cinematics, i personaggi dei film diventano cartoni animati

Short video for Breakfast – Cinematics, i personaggi dei film diventano cartoni animati

Giulia Guido · 11 mesi fa · Art

Cinematics è un cortometraggio sperimentale realizzato dall’illustratore e animator brasiliano Pier Paolo. Il video, realizzato in computer grafica, presenta alcuni dei personaggi più famosi della storia del cinema sotto forma di cartone animato. Oltre a riprodurre perfettamente le caratteristiche essenziali, come gli abiti o gli oggetti, nel video vengono riproposti anche i temi musicali remixati appositamente per questo progetto.

Con uno stile minimale, simpatico e super colorato Pier Paolo riesce a ripercorrere anni e anni di film. Voi quanti ne riuscite a riconoscere?

Cinematics Pier Paolo | Collater.al 5 Cinematics Pier Paolo | Collater.al 5 Cinematics Pier Paolo | Collater.al 5 Cinematics Pier Paolo | Collater.al 5 Cinematics Pier Paolo | Collater.al 5 Cinematics Pier Paolo | Collater.al 5

Short video for Breakfast – Cinematics, i personaggi dei film diventano cartoni animati
Art
Short video for Breakfast – Cinematics, i personaggi dei film diventano cartoni animati
Short video for Breakfast – Cinematics, i personaggi dei film diventano cartoni animati
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Van Gogh e Klimt nei tatuaggi di Eva Krbdk

Van Gogh e Klimt nei tatuaggi di Eva Krbdk

Giulia Guido · 11 mesi fa · Art

Finalmente ci allontaniamo da Seul e dalla Corea del Sud per scoprire una tattoo artist turca, Eva Krbdk.

Eva ha raccolto, e continua a raccogliere, migliaia e migliaia di commenti positivi e apprezzamenti, arrivando a superare il mezzo milione di follower su Instagram. I suoi lavori che riscuotono più successo sono quelli che riproducono alcuni dei quadri più famosi della storia dell’arte.

Grazie a una tecnica molto precisa e delicata, Eva riesce a trasferire sulla pelle dei suoi clienti opere come i Girasoli e La camera di Vincent ad Arles di Van Gogh, Il bacio di Klimt e molti altri. Vi assicuro che le opere di Eva non hanno nulla da invidiare agli originali.

Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al Eva Krbdk | Collater.al

Van Gogh e Klimt nei tatuaggi di Eva Krbdk
Art
Van Gogh e Klimt nei tatuaggi di Eva Krbdk
Van Gogh e Klimt nei tatuaggi di Eva Krbdk
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change

Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change

Claudia Fuggetti · 11 mesi fa · Art

È stato annunciato l’inizio di un nuovo capitolo di Gucci per Chime for Change, campagna globale fondata dal brand nel 2013 in favore delle donne. In questo caso il brand ha deciso di ampliare la definizione di uguaglianza di genere attraverso la creazione di una nuova identità grafica in collaborazione con l’artista MP5. Sono comparse già le prime immagini dell’adv caratterizzate da delle incisioni minimal in bianco e nero che hanno come protagoniste sagome non identificabili per genere, sovrastate dal simbolo dell’uguale. Anche il logo Gucci è stato modificato, andando a raffrorzare ulteriormente la potenza visiva a favore del messaggio di sessualità fluida.

The Future is Fluid, è il cortometraggio realizzato appositamente per l’occasione da Jade Jackman e Irregular Labs che è stato proiettato in anteprima al Sundance Film Festival a Park City negli Stati Uniti. La pellicola racconta ed esplora il concetto di “genere” per la generazione Z e vede un cast proveniente da ogni parte del mondo.

Guarda il video qui sotto:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da CHIME FOR CHANGE (@chimeforchange) in data:

 

 

 

 

Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change | Collater.al Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change | Collater.al Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change | Collater.al Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change | Collater.al Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change | Collater.al Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change | Collater.al

 

 

Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change
Art
Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change
Gucci e il nuovo capitolo per Chime for Change
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Finding Hope, il trittico dell’artista Mehdi Ghadyanloo

Finding Hope, il trittico dell’artista Mehdi Ghadyanloo

Giulia Guido · 11 mesi fa · Art

All’artista iraniano Mehdi Ghadyanloo è stata commissionata la realizzazione di un trittico in occasione dell’annuale meeting del World Economic Forum (WEF) a Davos. La tela che ricopre una superficie di 186 metri quadrati si intitola Finding Hope. È un’opera che, oltre a voler trasmettere un messaggio di speranza, vuole far riflettere lo spettatore.

La parte centrale rappresenta una bambina di schiena che tiene in mano un palloncino. È un forte simbolo di speranza, ma anche di ingenuità e di innocenza. La lettura del pannello centrale è fortemente legata ai due pannelli laterali.

A destra troviamo un enorme palloncino che vola nell’aria e crea un contrasto con il blu del cielo limpido. Nulla può intaccare il futuro, non ci sono ostacoli tra il palloncino e la libertà.

Mentre il pannello di sinistra si presta a una lettura più pessimistica e distruttiva. Su questa parete troviamo un enorme ago, pronto a bucare il palloncino, frantumare i sogni e le speranze.

L’obiettivo finale di Mehdi è quello di trasmettere l’importanza della speranza nelle nostre vite, energia e forza vitale che riesce a farci dare il meglio ogni giorno che passa.

“In my opinion, our world at the moment is deeply in need of hope in these world economic anxiety situation.”

Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mehdi Ghadyanloo ⁦⁦◻️⁩ (@mehdighadyanloo) in data:

Finding Hope, il trittico dell’artista Mehdi Ghadyanloo
Art
Finding Hope, il trittico dell’artista Mehdi Ghadyanloo
Finding Hope, il trittico dell’artista Mehdi Ghadyanloo
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5
Le illustrazioni di María Bueno sono lo specchio della realtà

Le illustrazioni di María Bueno sono lo specchio della realtà

Giulia Guido · 11 mesi fa · Art

María Bueno è un’illustratrice spagnola conosciuta dai suoi oltre 120 mila follower come @pezones.revueltos e diventata famosa per i suoi disegni che rappresentano figure femminili.
María si discosta da tutti i suoi colleghi per due motivi principali. Il primo è che, al contrario di quello che può sembrare, per i suoi lavori non si ispira a nessun altro artista e a nessuno stile o corrente artistica precisa, ma disegna semplicemente seguendo il suo gusto personale e l’ispirazione.

Il secondo è che le illustrazioni dell’artista spagnola non raffigurano una bellezza femminile perfetta e artefatta, ma mostrano le donne nella loro quotidianità, con difetti, vizi, e tutti quegli aspetti che esistono, ma si tende a nasconderli.

La carta vincente di María è lo humor e la spensieratezza con cui affronta tutti i temi.

Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al Maria Bueno | Collater.al

Le illustrazioni di María Bueno sono lo specchio della realtà
Art
Le illustrazioni di María Bueno sono lo specchio della realtà
Le illustrazioni di María Bueno sono lo specchio della realtà
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18