Design L’audace Dandy, il divano di Massproduction
Designproduct design

L’audace Dandy, il divano di Massproduction

-
Collater.al Contributors

Abbiamo già parlato di Massproduction quando lo studio di designer svedese ha lanciato lo sgabello Harry, ispirato alle tecniche tradizionali di giunzione nipponiche e la struttura del Torii. Oggi torniamo a parlarne per soffermarci su The Ultimate Dandy, un divano che riprende le forme curvy del passato che incoraggia alla giocosità dell’interior design, per contrastare quel razionalismo ritrovato degli ultimi tempi. «Vediamo divani rettangolari ovunque» spiega Chris Martin, Direttore Creativo di Massproductions «quindi ci siamo ispirati a questa forma quasi dimenticata». Nello specifico Magus, il designer che ha concepito il pezzo, si ispira a un divano degli anni Trenta che trova in un’asta di antiquariato. Le estetiche proposte sono tre, tutte rigorosamente con una texture leopardata che ci riporta a un mood edonistico, facendoci riflettere sul nome stesso del divano.

Un omaggio all’eleganza storica

Il nome Dandy risale al concetto del XVIII secolo di “dandy” – un uomo della classe media che, con una certa stravaganza nel suo abbigliamento e aspetto, trasmetteva un senso di buon gusto ed eleganza. Pensiamo al dandy per eccellenza, lo scrittore Oscar Wilde che ne descrive i tratti nel suo unico romanzo Il ritratto di Dorian Gray contrapponendo l’estetica alla decadenza morale. La collezione Dandy incarna questo mood, esprimendo eleganza, panache, bellezza e un atteggiamento relaxed. Allo stesso tempo, il design del divano Dandy favorisce quella che nell’Ottocento era pratica tipica di questa classe sociale, i salotti culturali, artistici, letterari. Le curve morbide orientano gli ospiti gli uni verso gli altri, facilitando la conversazione. Insomma, l’ultimo Dandy è stile e funzionalità. Anche se non a tutti può piacere questa audacia – che a tratti può apparire poco raffinata.

Courtesy Massproduction

Designproduct design
Scritto da Collater.al Contributors
x
Ascolta su