Art Helen Bur’s sensitivity
Artartstreet art

Helen Bur’s sensitivity

-
Anna Frattini

Abbiamo parlato di Helen Bur, la street artist londinese al lavoro in giro per il mondo, in occasione del CVTà Street Fest. Ma scopriamo qualcosa in più su questa artista di livello internazionale. La tecnica di Bur si basa sul figurativo e una delle sue particolarità è quella di riuscire a lavorare su superfici di grandi dimensioni, proprio come a Civitacampomarano. La sua è un’operazione di sensibilizzazione e si pone sul confine tra astrazione e narrativa, creando uno spazio in cui il vero significato dell’opera è – in un certo senso – nascosto agli occhi dello spettatore. La poeticità dei suoi murales fonde pennellate espressive a elementi figurativi di matrice classica insieme a una profonda sensibilità.

Helena Bur

L’intenzione di Helen Bur è quella di dipingere una sensazione o un’esperienza personale facendola diventare universale e trasformando l’osservazione passiva in partecipazione attiva. Il tutto, atto a cambiare la nostra percezione dello spazio pubblico in favore di un’esperienza collettiva di forte significato.

Ma non solo arte pubblica, anche dipinti a olio più intimi che riprendono molti dei temi affrontati nella street art. I lavori di Helen Bur in molti casi riprendono momenti di quieta azione oppure fermi nel tempo, nel mezzo di un momento di osservazione.

Per altre novità sui prossimi progetti di Helen Bur qui il suo profilo Instagram.

Artartstreet art
Written by Anna Frattini
x
Listen on