La bellezza senza veli negli scatti di Guen Fiore

La bellezza senza veli negli scatti di Guen Fiore

Giulia Guido · 3 settimane fa · Photography

Classe 1988, Guen Fiore è una fotografa italiana specializzata in ritratti, soprattutto femminili, che raccontano e mostrano la bellezza a 360° gradi. 

Nata a Pescara, dopo gli studi Guen si trasferisce a Roma dove si iscrive alla facoltà di Ingegneria Industriale, ma anche durante gli anni dell’università la fotografia rimane una costante delle sue giornate, finché non decide di dedicarcisi a tempo pieno. 

Per Guen la svolta arriva nel 2018, quando uno dei suoi scatti viene selezionato per il Taylor Wessing Portrait Prize e viene esposto alla National Portrait Gallery di Londra. È dopo quest’esperienza che la fotografa decide di trasferirsi stabilmente nella capitale inglese, dove riesce sia a dedicarsi a progetti personali, sia a lavorare a progetti commissionati collaborando con nomi come Vogue Italia, Jalouse, Adobe e Converse.

L’aspetto più interessante della sua fotografia è che, nei lavori personali come in quelli commissionati, il suo taglio personale e la sua visione della bellezza rimangono sempre i protagonisti indiscussi. 

Nel suo portfolio, infatti, troviamo decine e decine di ritratti di giovani donne catturate nei loro momenti più intimi, in cui possono essere finalmente loro stesse, senza veli e senza porre limiti ai propri corpi e alle proprie emozioni. Sguardi fieri, felici, malinconici e pensierosi, gesti delicati e sospesi che rendono ogni scatto più bello di quello precedente, manifesto di una bellezza universale e unica. 

Noi abbiamo selezionato alcuni scatti di Guen Fiore, ma per scoprirne di più vai sul suo profilo Instagram e sul suo sito

La bellezza senza veli negli scatti di Guen Fiore
Photography
La bellezza senza veli negli scatti di Guen Fiore
La bellezza senza veli negli scatti di Guen Fiore
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Armin Tehrani fotografa la magia delle Isole Faroe

Armin Tehrani fotografa la magia delle Isole Faroe

Giulia Guido · 3 settimane fa · Photography

Armin Tehrani è un fotografo e art director originario di Vancouver ma che oggi vive e lavora a Copenaghen. Oltre ad aver collaborato con diversi clienti e brand, ha realizzato anche diversi progetti personali che mostrano a 360° il suo stile e il suo taglio. Che si tratti di un lavoro commissionato o una serie di ritratti, gli scatti di Armin Tehrani spiccano per naturalezza e autenticità, sfruttando interamente la luce del sole. 

Questo suo approccio è tornato molto utile per realizzare uno degli ultimi suoi lavori commissionato da Teeth Magazine, per il quale è partito per Isole Faroe, armato di macchina fotografica per raccontare questi luoghi mozzafiato, in bilico tra realtà e magia. 

A metà strada tra la Norvegia e l’Islanda, le Isole Faroe attirano ogni anno migliaia di turisti vogliosi di scoprire luoghi incontaminati, pianure e vallate infinite attraversate da una piccola strada solitaria che termina gettandosi nel freddo oceano che circonda la isole. È proprio la desolazione, il silenzio e la maestosità della natura che risaltano nelle fotografie di Armin Tehrani, che ci mostrano paesaggi in cui tutto sembra migliore, il mare più blu, la roccia più dura, l’erba più brillante. 

L’occhio di Armin si posa dolcemente sul paesaggio, restituendoci l’essenza di queste terre, facendocene respirare l’aria.

Scopri gli scatti di Armin qui sotto e per leggere il racconto del suo viaggio vai su Teeth Magazine

Armin Tehrani fotografa la magia delle Isole Faroe
Photography
Armin Tehrani fotografa la magia delle Isole Faroe
Armin Tehrani fotografa la magia delle Isole Faroe
1 · 16
2 · 16
3 · 16
4 · 16
5 · 16
6 · 16
7 · 16
8 · 16
9 · 16
10 · 16
11 · 16
12 · 16
13 · 16
14 · 16
15 · 16
16 · 16
Cinematography – Les amours imaginaires

Cinematography – Les amours imaginaires

Giordana Bonanno · 3 settimane fa · Photography

Per chi crede nell’amore e si lascia travolgere da quelle strane sensazioni ancora senza nome, indefinite, ma che continuano a creare speranza nel cuore. Les amours imaginaires è un film del 2010 di un esordiente Xavier Dolan che ha testimoniato ben presto il suo talento nel raccontare, attraverso semplici immagini, sentimenti complessi che intrecciano le vite di tre ragazzi.

Qualcuno ha definito acerbe le prestazioni del regista, forse per l’incapacità di rielaborare le alte ispirazioni in un racconto che tratta essenzialmente d’amore; ma chi è in grado di spiegare i sogni e le delusioni in maniera incasellata, di qualcuno che non siamo noi stessi? È difficile anche in questo caso. E più difficile è cogliere i pensieri non espressi dei tre protagonisti che in silenzio fantasticano su romantiche storie che non trovano riscontro nel reale e rimangono, appunto, “immaginarie”.

I colori pop vibranti della fotografia esaltano ancora di più le sensazioni che vivono i personaggi, i ritagli e le inquadrature ravvicinate lasciano spazio ai gesti che diventano più intuitivi delle parole e la scelta musicale sfiora la perfezione aprendo le danze con un Prelude in C – Major di Bach; tutto sembra stare al suo posto tranne gli animi di questi tre amanti dei quali non vi sveliamo la fine.

L’amore, l’amicizia, i momenti intimi e di condivisione sono gli stessi che la fotografa Alba Yruela ha deciso di fissare nel tempo con i suoi scatti.

La luce calda e i close-up ci avvicinano talmente tanto a queste immagini da avere la sensazione di riconoscere quei momenti di calma in mezzo al ritmo frenetico delle nostre vite.

Lo sapevi che: Il film si ispira (per certi aspetti) al film “Mariti e mogli” di Woody Allen (1992).

Genere: Romantico
Regista: Xavier Dolan
Direttore della fotografia: Stéphanie Anne Weber Biron
Scrittori: Xavier Dolan (scenario & dialogue)
Cast: Xavier Dolan, Monia Chokri, Niels Schneide

Cinematography – Les amours imaginaires
Photography
Cinematography – Les amours imaginaires
Cinematography – Les amours imaginaires
1 · 25
2 · 25
3 · 25
4 · 25
5 · 25
6 · 25
7 · 25
8 · 25
9 · 25
10 · 25
11 · 25
12 · 25
13 · 25
14 · 25
15 · 25
16 · 25
17 · 25
18 · 25
19 · 25
20 · 25
21 · 25
22 · 25
23 · 25
24 · 25
25 · 25
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 3 settimane fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle. 
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @il_bianconiglio, @stupidfer, @carla_sutera_sardo, @vrtivstic, @cruellapoison, @deri___, @elenafichera, @_slightlyoutoffocus_, @erikaconlaci, @monica_marchionni.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

View this post on Instagram

No hables de mi sin conocerte – calpippilota

A post shared by Maria (@stupidfer) on

View this post on Instagram

Howling 🌗

A post shared by Federica Vitale (@deri___) on

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
Corpi in libertà, la fotografia di Lucas Cerri

Corpi in libertà, la fotografia di Lucas Cerri

Giulia Guido · 2 settimane fa · Photography

Lucas Cerri è un fotografo francese, nato a Cannes, che spazia dalle fotografie di viaggio ai ritratti, ma la vocazione per quest’arte è arrivata quasi per caso. 

Infatti, Lucas nasce come musicista, poi col tempo, oltre a esprimere emozioni, pensieri e sentimenti attraverso note e melodie, ha cominciato a fare anche attraverso le immagini. 

Da allora, che fosse analogica o digitale, la macchina fotografica ha sempre fatto parte delle sue giornate. 

Scorrendo il suo sito e addentrandoci nel suo portfolio possiamo notare fin da subito come Lucas Cerri riesca a spaziare dalla fotografia di viaggio, con cui ci porta in ogni angolo del mondo, dall’Islanda agli Stati Uniti, dal caldo Portogallo alla fredda Norvegia, a ritratti intimi e delicati. 

Tra i suoi lavori il nudo ha un ruolo preponderante e il corpo, con le sue forme e le sue linee, diventa quasi una scultura da catturare in tutta la sua naturalezza. Spesso, i corpi che scatta si trovano immersi nella natura, quasi sovrastati da essa e guardando le fotografie di Lucas Cerri sentiamo quel senso di libertà che proviamo quando ci immergiamo nelle profonde acque del mare, o quando corriamo lungo campi desolati. 

Qui sotto trovi una selezione di scatti, ma per scoprire tutti i lavori di Lucas Cerri visitate il suo sito e seguitelo su Instagram

Corpi in libertà, la fotografia di Lucas Cerri
Photography
Corpi in libertà, la fotografia di Lucas Cerri
Corpi in libertà, la fotografia di Lucas Cerri
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13