Photography Hanna Wolf e i sessanta minuti dopo il parto
Photographyportrait

Hanna Wolf e i sessanta minuti dopo il parto

-
Collater.al Contributors

The Hardest Hue to Hold è un progetto di Hanna Wolf, una fotografa canadese che ha votato la sua carriera a una fotografia che parla di memoria, archivi familiari e alla relazione fra identità, appartenenza e cura del prossimo. Il progetto di cui vogliamo parlare oggi racconta il lato più arduo del parto, di un’esperienza vissuta direttamente dalla fotografa nelle ore successive alla nascita della figlia, Elowen. Si tratta di una serie di ritratti di madri con i loro figli e l’intenzione di Wolf è quella di portare alla luce i racconti di coloro per cui non è stato possibile stringere a sé i propri figli nella cosiddetta Golden Hour, l’ora dopo il parto.

Hanna Wolf

La storia di questo termine è legata a doppio filo con la ripresa dall’esperienza del parto, dettata appunto – secondo la neonatologia – dai sessanta minuti successivi dalla nascita del bambino. Un momento cruciale per la ripresa della madre dove si decidono anche i risvolti per il neonato.

L’importanza di questo progetto ribadisce l’importanza di temi riguardanti la salute mentale e la sindrome post-traumatica associate al momento della nascita a cui viene lasciato ben poco spazio nella narrativa occidentale legata al parto, in molti casi messa da parte. Il lavoro di Hanna Wolf non finisce comunque qui e continuerà nel corso del tempo raccontando le storie di tutte le madri che – per svariate ragioni – non hanno potuto godere di questi tanto agognati sessanta minuti post-parto.

Hanna Wolf
Photographyportrait
Scritto da Collater.al Contributors
x
Ascolta su