La nuova poetica installazione di Hans Op de Beeck

avatar
8 Marzo 2019

L'artista Hans Op de Beeck ha realizzato una nuova installazione onirica chiamata "My bed a raft, the room the sea and then I laughed some gloom in me".

L’artista belga Hans Op de Beeck crea installazioni oniriche che si pongono a metà strada tra ciò che esiste e ciò che è frutto dell’immaginazione. La nuova opera si chiama My bed a raft, the room the sea and then I laughed some gloom in me e rappresenta una ragazza su una zattera di legno che tiene un libro tra le mani mentre è profondamente addormentata, mentre una farfalla si adagia delicatamente sul suo cuscino.

La composizione è stata pensata interamente in monocromatico, in modo da esaltarne l’atemporalità, l’eleganza e il senso di solitudine. L’artista esibirà i suoi lavori, incluso il suo nuovo film intitolato Staging Silence, presso la Marianne Boesky Gallery di New York fino al 6 aprile 2019.

Se vuoi approfondire, puoi visitare il sito dell’artista oppure il suo profilo Instagram, nel frattempo non perdere la nostra gallery qui sotto che include alcuni lavori presenti alla mostra.

La nuova poetica installazione di Hans Op de Beeck | Collater.al
La nuova poetica installazione di Hans Op de Beeck | Collater.al
La nuova poetica installazione di Hans Op de Beeck | Collater.al
La nuova poetica installazione di Hans Op de Beeck | Collater.al
La nuova poetica installazione di Hans Op de Beeck | Collater.al
La nuova poetica installazione di Hans Op de Beeck | Collater.al
La nuova poetica installazione di Hans Op de Beeck | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share