Home, le case abbandonate di Gohar Dashti

Home, le case abbandonate di Gohar Dashti

Giulia Ficicchia · 2 anni fa · Photography

Le nostre case racchiudono molti concetti, tra i più importanti quello di sicurezza. Una sensazione di calore, di benessere, di pace che non è però prerogativa dei paesi che nella loro storia più recente hanno dovuto affrontare lunghe e sanguinose guerre.

Uno di quei paesi è senza dubbio l’Iran, le cui case abbandonate sono diventate soggetti per la serie fotografica, Home, della fotografa iraniana, Gohar Dashti. Attraverso una ricostruzione della realtà, supportata dai ricordi del proprio paese, Gohar racconta cosa succede quando le persone sono costrette a scappare per la propria salvezza e le case rimangono vuote, lasciando ampio spazio alla natura di appropriarsi di un luogo che non verrà mai dimenticato nella sua forma precedente.

Dove l’uomo non c’è più, è lei che continua a vivere.

Home, le case abbandonate di Gohar Dashti
Photography
Home, le case abbandonate di Gohar Dashti
Home, le case abbandonate di Gohar Dashti
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis

Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Photography

Palm Springs è stata fotografata da ogni angolo e secondo ogni punto di vista.
La sua architettura modernista, le sue auto d’epoca e la paesaggistica immacolata sono alcuni degli spot più amati da tutti i fotografi del mondo.

Kate Ballis, però, nonostante l’ammontare di progetti che si trovano sul web, è riuscita a dare vita a qualcosa di molto diverso con il suo Infra Realism.
Attraverso l’utilizzo di vari filtri a infrarossi, infatti, è riuscita a dare un tocco surreale ai paesaggi e a tutti i particolari che ne fanno parte.
L’Ace Hotel & Swim Club, il Palm Springs Tennis Club e l’hotel Parker, alcuni fra i luoghi più iconici, vengono ripensati in una maniera completamente nuova e basata su bellissime sfumature di rosa e viola.

Se vi piacciono questo tipo di progetti dovreste assolutamente guardare qui e qui.

Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 1 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 17 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 16 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 15 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 14 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 13 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 12 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 11 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 10 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 9 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 8 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 7 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 6 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 5 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 4 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 3 Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis | Collater.al 2

Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis
Photography
Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis
Infra Realism, Palm Springs si veste di rosa nelle foto di Kate Ballis
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18
Le foto di JR al party degli Oscar

Le foto di JR al party degli Oscar

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Photography

A Los Angeles, nella notte tra domenica e lunedì, sono stati consegnati tutti gli Oscar del 2018, senza troppi colpi di scena e particolare euforia.

Ma, come ogni anno, la consegna dei più famosi e prestigiosi premi del cinema internazionale ha chiamato a raccolta innumerevoli artisti di fama mondiale che, dopo la premiazione, si sono ritrovato allegri e spensierati davanti alla fotocamera di JR, il giovane artista in gara con Agnès Varda per il documentario Visages Villages.
I due non hanno portato a casa l’agognato premio, vinto da Icarus, il documentario di Bryan Fogel e Dan Cogan, ma JR è riuscito comunque ad essere protagonista del dopo serata, quello rilassato e senza tensioni, delle feste e, ovviamente, dello sfarzo più totale.

Infatti, da Kim Kardashian a Madonna, da Cardi B a Quavo Huncho, dalla scatenata Jennifer Lawrence a Sienna Miller fino ai premiatissimi Guillermo Del Toro e Sam Rockwell, quello che è riuscito ad ottenere sono scatti divertenti, semplici e spontanei.

Molto meglio del selfie di qualche anno fa.

Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 1 Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 8 Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 3  Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 2 Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 5 Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 7 Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 10 Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 8 Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 11 Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 6

Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 12 Le foto di JR al party degli Oscar | Collater.al 13

Le foto di JR al party degli Oscar
Photography
Le foto di JR al party degli Oscar
Le foto di JR al party degli Oscar
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscató

Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscató

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Photography

Mentre si cresce si perdono e lasciano per strada mondi interi.
Infanzia, giochi, visioni, libertà.
Da questo assunto parte l’intero processo creativo del fotografo di Oslo Pau Buscató che cerca di catturare il mondo attraverso l’uso dell’immaginazione e del gioco.
Hopscotch ne è il risultato.

“As we grow into adulthood we tend to lose our sense of play, we build walls to appear stronger, more serious, more adult, and so we leave behind the part of us that… turned our backyard into wonderland and that tree into a fortress.”

Un’insieme di immagini in cui l’ordinario si eleva e diventa immaginario attraverso idee semplici, innocenti, piene di umorismo e piene di gioco che cercano di regalare alla vita uno spiraglio di leggerezza.

Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 1 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 2 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 3 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 4 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 5 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 6 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 7 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 8 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 9 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 10 Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscato | Collater.al 11

Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscató
Photography
Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscató
Hopscotch, l’immaginario infantile di Pau Buscató
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo

Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Photography

Ogni cosa può avere differenti significati a seconda del punto di vista da cui la guardiamo.
Anche la più semplice, la più scontata e quella a cui siamo abituati può cambiare se decontestualizzata e privata delle sue caratteristiche principali.

Su questo concetto si basa l’intero lavoro del fotografo messicano Mauricio Alejo che, per 16 anni, ha fotografato oggetti di uso quotidiano con l’obiettivo di trasformarli in qualcosa di diverso, inquietante e innaturale per lo spettatore.

Utilizzando gli appartamenti in cui ha vissuto come sfondo del suo lavoro, le immagini che scatta sono una raccolta dei suoi ricordi personali che mettono in dubbio le opinioni dogmatiche sullo spazio e sul significato creando narrazioni inusuali con oggetti non affascinanti che lo diventano per casualità e assurdità.

“I hope to bring the items into a new narrative which doesn’t obey their functionality.”

Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 1 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 2 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 3 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 4 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 5 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 6 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 7 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 8 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 9 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 10 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 11 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 12 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 13 Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo | Collater.al 14

Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo
Photography
Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo
Le visioni inusuali del fotografo Mauricio Alejo
1 · 14
2 · 14
3 · 14
4 · 14
5 · 14
6 · 14
7 · 14
8 · 14
9 · 14
10 · 14
11 · 14
12 · 14
13 · 14
14 · 14