Il Terrone a Milano: cosa fa il meridionale a Milano? Si lamenta.

avatar
21 Ottobre 2019

Un anno dopo “Ciao Terroni”, la pagina This is Racism torna a farci riflettere con il video “Il Terrone a Milano” con Frekt.

Era il 21 ottobre del 2018 quando la pagina e canale YouTube This is Racism pubblicò il video Ciao Terroni – Quando i neri erano i meridionali: ovvero, l’ultimo è “il più terrone” di tutti, in cui Andrea Pennacchi interpretava un testo di Marco Giacosa. 

Oggi, esattamente un anno dopo, This is Racism torna a farci riflettere con il video Il Terrone a Milano

Questa volta, in piedi di fronte alla telecamera troviamo Francesco Olivieri aka Frekt che, nato a Vieste, si è trasferito a Milano per studiare e realizzare il suo sogno di diventare un fumettista. 

A lui viene affidato l’arduo compito di rimproverare i suoi conterranei trasferiti a Milano. 

Cosa fa il meridionale una volta arrivato a Milano? Si lamenta. 

È questo il tema affrontato da Frekt, che è stanco di ascoltare i suoi amici terroni lamentarsi della città che gli ha permesso di studiare, di lavorare, di sfogare le loro velleità artistiche. Le frasi che il fumettista cita sono sentite e risentite: “giù si mangia meglio”, “a Milano manca il mare”, “a Milano manca il sole” o il sempreverde “la cosa più bella di Milano è il treno per Roma”.

Basta! dice Frekt. Basta! lo diciamo anche noi. 

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share