Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini

Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Art

Un passato al Liceo scientifico Tecnologico, la consapevolezza di non voler indossare un camice per tutta la vita, una grande passione per il disegno ed un’inversione di rotta che gli ha permesso di trasformare un hobby nel suo lavoro.
Lui è l’illustratore Paolo Beghini, un giovane 25enne di Imola, che dopo l’esperienza scientifica ha scelto prima l’Accademia di Belle arti di Urbino e poi di specializzarsi come tecnico per la comunicazione e il multimedia con un corso IFTS a Bologna.
Una strada tutt’altro che facile in cui tanti, senza molti dubbi, si riconosceranno.

“Non è un lavoro comune e a questo bisogna farci l’abitudine, specie in provincia: sorrisini di compatimento, ‘che lavoro fai? Non ho mica capito’, ‘e quand’è che inizi a lavorare?’… All’inizio non è facile, ma è un prezzo che pago volentieri per fare il mestiere che amo.”

Come tanti illustratori prima di lui, anche Paolo ritiene che il suo lavoro non sia semplicemente artistico e creativo, anzi, così è come ce lo ha voluto raccontare:

Lo stile, la personalità, il tratto dell’illustratore non devono prevalere sul contenuto da comunicare. Per come la vedo io è un lavoro di vettore: portare un concetto, un’idea, una storia da un punto A (la pagina o qual si voglia supporto) a un punto B (il lettore, o fruitore dell’immagine). La bravura dell’illustratore sta nel compiere questo spostamento nella maniera più creativa possibile senza perdere il contenuto per la strada. Evitando di essere troppo descrittivi e senza perdersi in metafore visive troppo elaborate (se devi spiegare una barzelletta non fa più ridere).

La ricerca della metafora visiva è sicuramente la parte più difficile e creativa del processo. Solitamente nei primi 10 minuti che penso alle bozze da proporre al cliente mi vengono 3 idee in mente da poter sviluppare. Ecco prendo queste idee e cerco di allontanarmene il più possibile, perché se ci ho messo 10 minuti a pensarle, chiunque può farlo. Per questo faccio sempre una ricerca immagini, prima di buttare giù le bozze, sia per prendere ispirazione sia per evitare di cadere in un cliché, o peggio di copiare un collega.

 Tale ricerca è certo la più difficile, diverse volte capita di trovarmi impantanato nelle prime tre idee senza riuscire a uscirne, ma sicuramente la più importante perché l’dea che sostiene una illustrazione (e qui parliamo prevalentemente di illustrazione concettuale) è il medium più indelebile con cui essa è realizzata.

Qui potete trovare una selezione dei suoi lavori, mentre qui potete trovare tutti gli altri.

Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini | Collater.al 1 Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini | Collater.al 2 Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini | Collater.al 3 Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini | Collater.al 4 Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini | Collater.al 5 Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini | Collater.al 6 Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini | Collater.al 7 Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini | Collater.al 8 Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini | Collater.al 9

Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini
Art
Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini
Le illustrazioni concettuali di Paolo Beghini
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
Perspéntico, il grande gatto blu dello street artist Liqen

Perspéntico, il grande gatto blu dello street artist Liqen

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Art

Qualche mese fa, nella città di Porto, più di 60 artisti hanno partecipato al Verão é no Porto, un’iniziativa di PortoLazer per dare agli avventori estivi la possibilità di vivere in maniere differente dal solito la caratteristica città portoghese.

Fra questi anche lo street artist Liqen che, per rendere omaggio alla città, si è discostato dal suo solito stile complesso pur riuscendo a mantenere i tratti tipici della sua arte.
Perspéntico, questo il nome che ha voluto dare al suo immenso gatto blu, colore scelto per riprendere l’iconico Azulejo delle ceramiche, si trova all’interno della più piccola strada di Porto che, per ragione di dimensioni, costringe lo spettatore ad avvicinarsi per poter scoprire per intero la sua opera.

Perspéntico, che sulle spalle sorregge il peso di una città, vuole dimostrare come la natura sia molto più forte di tutto ciò che costruiamo, più forte della tecnologia di cui facciamo uso e, tramite il simbolo dello scheletro di un turista, esprime anche il parere dell’artista sulla globalizzazione.

Perspentico, il grande gatto blu dello street artist Liqen | Collater.al 6  Perspentico, il grande gatto blu dello street artist Liqen | Collater.al 2 Perspentico, il grande gatto blu dello street artist Liqen | Collater.al 1 Perspentico, il grande gatto blu dello street artist Liqen | Collater.al 3 Perspentico, il grande gatto blu dello street artist Liqen | Collater.al 5 Perspentico, il grande gatto blu dello street artist Liqen | Collater.al 7

Perspéntico, il grande gatto blu dello street artist Liqen
Art
Perspéntico, il grande gatto blu dello street artist Liqen
Perspéntico, il grande gatto blu dello street artist Liqen
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Short video for Breakfast – What is Beauty? L’evoluzione della bellezza femminile

Short video for Breakfast – What is Beauty? L’evoluzione della bellezza femminile

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Art

Per l’International Women’s Day appena passato, la filmmaker Anna Ginsburg ha realizzato un corto animato in cui ripercorre le donne e l’evoluzione della loro bellezza.

What is Beauty?
Cos’è questa forza che muove, obbliga e fa soffrire?
Cos’è questa forza che spinge all’uniformità?

Anna Ginsburg racconta una storia tramite immagini iconiche, simboliche ed invita a celebrare tutte le forme che una donna può avere.

Short video for Breakfast – What is Beauty? L’evoluzione della bellezza femminile
Art
Short video for Breakfast – What is Beauty? L’evoluzione della bellezza femminile
Short video for Breakfast – What is Beauty? L’evoluzione della bellezza femminile
1 · 1
Le donne accartocciate di Jillian Evelyn

Le donne accartocciate di Jillian Evelyn

Giulia Pacciardi · 2 anni fa · Art

Jillian Evelyn è un’artista con base a Los Angeles i cui dipinti sono un mix di sensazioni, sentimenti e storie del passato.
Tutto nei suoi quadri appartiene alle sue memorie e alle sue esperienze, in particolare una storia d’amore finita male e la modalità con cui usa il colore.

I suoi protagonisti più ricorrenti sono i corpi femminili nudi, accartocciati, piegati, spinti verso il basso da una forza invisibile che rappresenta le pressioni della società e le aspettative opprimenti che ci controllano.
Nei suoi quadri c’è una forte sensazione di claustrofobia che costringe i corpi a non utilizzare lo spazio, a rimanere feriti in un piccolo angolo, sensazione che viene leggermente mitigata solo dai toni forti e accesi che creano il contrasto.

I lavori di Jillian combattono spesso contro la censura che, più interessata al nudo che al significato, le blocca spesso i contenuti della sua pagina considerati Not Safe For Work.

Le donne accartocciate di Jillian Evelyn
Art
Le donne accartocciate di Jillian Evelyn
Le donne accartocciate di Jillian Evelyn
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18
È uscito il teaser di Loro l’ultimo film di Paolo Sorrentino

È uscito il teaser di Loro l’ultimo film di Paolo Sorrentino

Andrea Jean Varraud · 2 anni fa · Art

Recentemente è uscito il teaser trailer di Loro, il nuovo film di Sorrentino che parlerà nientemeno che dei Berlusconi. Ovviamente sono passate poche ore prima che il regista diventasse bersaglio di molte polemiche, tra le quali una possibile querela. Chiaramente è ancora presto per farsi un’opinione, persino, per lo staff legale del premier. Certo, sicuramente l’idea non è delle più originali (ricordiamo il Caimano di Nanni Moretti) ma che ci piaccia o no, Berlusconi è ormai un personaggio pop italiano e non solo, e pare quasi inevitabile dedicargli più di una pellicola. Per adesso sappiamo molto poco, abbiamo solo qualche immagine condita da qualche parola.

“Cosa ti aspettavi, di poter essere l’uomo più ricco del paese, di fare il premier e che anche tutti ti amassero alla follia?”

Ciò che sappiamo con assoluta certezza è che ad interpretare l’ex premier sarà Toni Servillo, che già l’abbiamo visto recitare nei panni di Andreotti,  sempre sotto la direzione del regista italiano ne Il Divo, film che si aggiudicò il gran premio della giuria a Cannes.

Visivamente, anche dalle poche immagini che abbiamo, è lampante che Loro è una creatura di Sorrentino, ma soprattutto si percepisce facilmente la mano di Bigazzi alla fotografia, che ha accompagnato il regista in quasi tutti i suoi più grandi successi, definendone l’estetica sorrentiniana nota al mondo interno.

Con tutta probabilità il film verrà  presentato al festival di Cannes che si terrà i primi di Maggio e con un po’ di speranza potremo gustarcelo poco dopo.

 

È uscito il teaser di Loro l’ultimo film di Paolo Sorrentino
Art
È uscito il teaser di Loro l’ultimo film di Paolo Sorrentino
È uscito il teaser di Loro l’ultimo film di Paolo Sorrentino
1 · 1