Invasivo, il progetto fotografico di Samm Escobar

Invasivo, il progetto fotografico di Samm Escobar

Giulia Guido · 2 mesi fa · Photography

Per decenni il turismo in Messico si è concentrato sulle coste affacciate sul Golfo del Messico, ma negli ultimi anni anche la parte bagnata dall’Oceano Pacifico sta vivendo una riscoperta. Il turismo, però, non sempre porta con sé cambiamenti positivi, per esempio l’afflusso di un gran numero di persone può finire per rovinare e deturpare luoghi sperduti e in cui è ancora la natura a dominare sul resto. È proprio il tema dell’impatto dell’uomo sull’ambiente ad essere al centro della ricerca artistica di Samm Escobar e del suo progetto fotografico “Invasivo“. 

Gli scatti di Samm Escobar mostrano le spiagge di Puerto Escondido, di veri paradisi nascosti, contaminati da enormi insegne luminose con scritto “Motel”, “Park”, “Bar”, aggiunte digitalmente. 

Il fotografo vuole sensibilizzare il pubblico sul tema della crisi climatica, dell’inquinamento ambientale, problemi che se non verranno affrontati in breve tempo avranno effetti irreversibili sul nostro pianeta. 

Nella nostra gallery trovi gli scatti di Invasivo, per scoprire altri lavori di Samm Escobar seguilo su Instagram

Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasio Samm Escobar | Collater.al
Invasivo, il progetto fotografico di Samm Escobar
Photography
Invasivo, il progetto fotografico di Samm Escobar
Invasivo, il progetto fotografico di Samm Escobar
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner

Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner

Claudia Fuggetti · 2 mesi fa · Photography

La fotografa di Los Angeles Zoë Ghertner si è rapidamente affermata come una delle fotografe di moda più importanti al mondo. Il suo sguardo è molto particolare, l’artista è capace di inglobare nel panorama fashion qualsiasi elemento trovi davanti ai suoi occhi: da un gelato che cade a terra a una balla di fieno.

Zoë Ghertner ha lavorato con alcuni dei più grandi nomi della moda, tra cui Chanel, Dior e Hermès, oltre che con le più note riviste fashion del mondo, realizzando le copertine di i-D Magazine e The Gentlewoman, oltre a ritratti di star di Hollywood per Vogue.

L’eleganza ha sempre fatto parte del suo background culturale, dopo il passaggio dallo studio della danza alle belle arti, la carriera fotografica della Ghertner è iniziata con lo still life, per poi svilupparsi nel campo fashion.

Il minimalismo e l’armonia compositiva fanno apparire le sue immagini estremamente spontanee e naturali, capaci di trasmettere emozioni che concepiscono la moda come parte integrante di una visione globale, non solo bella da guardare, ma anche intima e fortemente comunicativa.

Visita il sito dell’artista qui.

Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner | Collater.al
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner
Photography
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner
Oltre la moda, le fotografie di Zoë Ghertner
1 · 19
2 · 19
3 · 19
4 · 19
5 · 19
6 · 19
7 · 19
8 · 19
9 · 19
10 · 19
11 · 19
12 · 19
13 · 19
14 · 19
15 · 19
16 · 19
17 · 19
18 · 19
19 · 19
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul

La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul

Claudia Fuggetti · 2 mesi fa · Photography

Cieli stellati e tanti sogni sono ciò che caratterizza il profilo Instagram @theadventuresofastrangesoul. C’è tanta bellezza sotto i nostri occhi e a questo “strange soul” piace catturarla, offrendo quotidianamente ai suoi trentatremila followers un frammento di questo sogno globale.

Le scene sono quasi tutte catturate e pensate per brillare di notte, perché di notte, si sa, le cose appaiono sempre diverse mentre emergono dal buio. Il feed è caratterizzato dai toni del giallo, che si stagliano su uno sfondo turchese: questa color correction è diventata il marchio di fabbrica delle immagini di @theadventuresofastrangesoul.

Due mani che si toccano, una giostra che gira all’impazzata, quell’attimo in cui ti affacci alla finestra a pensare: qui tutto è magia, tutto fa parte della poetica sovrappensiero dell’artista.

E allora fermati anche tu un attimo, dai un’occhiata ad Instagram e sogna ad occhi aperti con noi.

La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul | Collater.al
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul | Collater.al
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul | Collater.al
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul | Collater.al
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul | Collater.al
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul | Collater.al
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul | Collater.al
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul | Collater.al
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul | Collater.al
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul
Photography
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul
La poetica del profilo IG @theadventuresofastrangesoul
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith

Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith

Claudia Fuggetti · 2 mesi fa · Photography

Cian Oba-Smith è un fotografo con sede a Londra che ha focalizzato la sua ricerca artistica sulla relazione tra i soggetti che ama immortalare e i loro luoghi d’appartenenza. Attraverso il suo stile sofisticato e mai artificiale, l’artista racconta le storie di coloro che vivono in comunità spesso dimenticate, come ad esempio i cavalieri afro-americani di Filadelfia e la comunità in rapido esaurimento di Tory Island.

Pur affermando di essere attratto da temi che lo riguardano personalmente, ha spesso scattato al di fuori del Regno Unito, in paesi lontani come la Cina, dove ha cercato di dare un risposta visuale a quelle che sono le problematiche sociali che connotano il mondo in cui viviamo.

“Penso che la difficoltà della cultura moderna sia che la fotografia viene diffusa e consumata a un ritmo così veloce che è difficile distinguere una storia reale da una costruita”.

Il dialogo con queste realtà è fondamentale per poter arrivare ad avere degli scatti di qualità, che vogliono sia essere belli da guardare, ma soprattutto interessanti da scoprire.

Dai un’occhiata al sito di Cian Oba-Smith qui.

Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith | Collater.al
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith
Photography
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith
Le storie nelle fotografie di Cian Oba-Smith
1 · 24
2 · 24
3 · 24
4 · 24
5 · 24
6 · 24
7 · 24
8 · 24
9 · 24
10 · 24
11 · 24
12 · 24
13 · 24
14 · 24
15 · 24
16 · 24
17 · 24
18 · 24
19 · 24
20 · 24
21 · 24
22 · 24
23 · 24
24 · 24
Justin Dingwall, la diversità è un valore

Justin Dingwall, la diversità è un valore

Claudia Fuggetti · 2 mesi fa · Photography

Il fotografo e artista visivo sudafricano Justin Dingwall costruisce immagini di forte impatto visivo, capaci di catturare immediatamente l’attenzione di chi le guarda. Attraverso forma e composizione ben studiate, tutte le immagini esplorano un’ampia gamma di temi importanti, dalla xenofobia in Sudafrica agli stereotipi obsoleti dell’albinismo.

Justin Dingwall si è sempre occupato delle minoranze e dei “diversi”, come nella sua serie Albus del 2016, nella quale mette in discussione la nostra comprensione della bellezza albina.

A Seat at the Table è il nome di un’altra sequenza di immagini che sfrutta oggetti di uso quotidiano in maniera creativa. Il modello della serie, Moostapha, è affetto da vitiligine, condizione che non viene nascosta, ma esaltata.

In Fly by Night l’artista si serve della favola del Brutto Anatroccolo per commentare la questione della xenofobia in Sud Africa. Dingwall traspone questa metafora nella sua serie fotografica, usando un vero e proprio cigno nero. Il suo immaginario diventa parte attiva nella trasposizione di tematiche complesse e vogliono indirizzare il pubblico nella giusta direzione, quale?

Quella che vede la diversità come un valore.

Non è un caso che l’artista abbia affermato più volte che il suo lavoro non riguarda la razza, la politica o la moda, ma la percezione e “ciò che soggettivamente percepiamo come bello”.

Justin Dingwall, la diversità è un valore | Collater.al
Justin Dingwall, la diversità è un valore | Collater.al
Justin Dingwall, la diversità è un valore | Collater.al
Justin Dingwall, la diversità è un valore | Collater.al
Justin Dingwall, la diversità è un valore | Collater.al
Justin Dingwall, la diversità è un valore | Collater.al
Justin Dingwall, la diversità è un valore | Collater.al
Justin Dingwall, la diversità è un valore | Collater.al
Justin Dingwall, la diversità è un valore | Collater.al
Justin Dingwall, la diversità è un valore
Photography
Justin Dingwall, la diversità è un valore
Justin Dingwall, la diversità è un valore
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18