Itsallinsideus e i gatti che dovrebbero farti paura

Itsallinsideus e i gatti che dovrebbero farti paura

Tommaso Berra · 4 settimane fa · Art

Ci sono gatti teneri, gatti buffi, gatti annoiati, gatti che non perdono tempo a spiegare a te, umano, che non hanno nessun bisogno di dimostrarti affetto o far capire che potrebbero avere bisogno del tuo intervento. Ci sono gatti di compagnia e altri che non vorresti trovare davanti alla porta rientrando a casa, magari di notte con nessuno intorno e sono due grandi e spaventosi occhi gialli a guardare dritto verso la tua direzione, come i gatti ritratti da Itsallinsideus.
L’artista ha costruito un mondo intorno alla sagoma di un gatto nero, spesso ritratto nella posizione tipica di attesa di questi felini: seduto con la schiena ricurva, la coda allungata sul retro e le orecchie affilate che puntano verso il cielo.

Come se non bastassero gli occhi sbarrati (rossi, gialli o fari bianchissimi) ci sono le ambientazioni dipinte sulla tela da Itsallinsideus a evocare quel senso di pericolo sospeso. La notte e l’ombra prevalgono nelle illustrazioni, ma anche arcobaleni simbolici che sono presagio di guai, in un procedimento inverso a quello che solitamente li mostra in cielo dopo i temporali.
A fare compagnia ai gatti ritratti da Mitch qualche volta compare anche una cupa sagoma umana nera, forse la morte, forse solamente il padrone del gatto in cerca di attenzioni che, chiaramente, non riceverà.

Itsallinsideus | Collater.al
Itsallinsideus | Collater.al
Itsallinsideus | Collater.al
Itsallinsideus | Collater.al
Itsallinsideus | Collater.al
Itsallinsideus | Collater.al
Itsallinsideus | Collater.al
Itsallinsideus | Collater.al
Itsallinsideus e i gatti che dovrebbero farti paura
Art
Itsallinsideus e i gatti che dovrebbero farti paura
Itsallinsideus e i gatti che dovrebbero farti paura
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
Quella confusione che sono le illustrazioni di Steven Pascoe

Quella confusione che sono le illustrazioni di Steven Pascoe

Tommaso Berra · 3 settimane fa · Art

Un gusto che richiama i cartoni animati degli anni ’90 come Beavis and Butt-head ma anche la comunicazione cartacea underground di punk e skater sempre degli stessi anni. Queste sono solo alcune delle reference che ispirano il lavoro di Steven Pascoe, illustratore e motion designer con base in Inghilterra.
Specializzato in illustrazione e in loop 2D, i personaggi di Pascoe sono inseriti in contesti caotici, arricchiti di molti oggetti diversi, posizionati più per l’equilibrio della composizione piuttosto che per il significato che hanno. L’ambiente e i copri di questi personaggi disegnati con linee nette e spezzate è distorto poi da una prospettiva grandangolare e una vista dall’alto di giocatori di tennis con palle infuocate e gamer.
Steven Pascoe non si affeziona a un solo personaggio, ne realizza molti (visibili sul suo sito ufficiale) nati da uno sketch a matita, che passa per la tavoletta grafica e infine si anima. L’attenzione ai dettagli si rispecchia nei riferimenti a prodotti della cultura pop e brand di moda, tra i preferiti dell’artista senza dubbio Nike e Stone Island.

Steven Pascoe | Collater.al
Steven Pascoe | Collater.al
Steven Pascoe | Collater.al
Steven Pascoe | Collater.al
Steven Pascoe | Collater.al
Steven Pascoe | Collater.al
Steven Pascoe | Collater.al
Steven Pascoe | Collater.al
Steven Pascoe | Collater.al
Steven Pascoe | Collater.al

Quella confusione che sono le illustrazioni di Steven Pascoe
Art
Quella confusione che sono le illustrazioni di Steven Pascoe
Quella confusione che sono le illustrazioni di Steven Pascoe
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
All for the Gram – Tables Tables Tables

All for the Gram – Tables Tables Tables

Giulia Guido · 3 settimane fa · Art

Poche cose sono più satisfying per la vista di una tavola imbandita prima di venire presa d’assalto. Quando ogni cosa è sistemata al proprio posto: le forchette a sinistra, il coltello a destra e il cucchiaio al centro pochi centimetri sopra il piatto. Tra un centrotavola e l’altro gli antipasti impiattati alla perfezione, le tartine tutte in fila indiana, le guarnizioni destinate a rimanere intoccate e i cestini del pane confezionati come bouquet floreali. È su questi dettagli che si focalizza Tables Tables Tables, il profilo seriale dedicato a tutto ciò che di bello si può trovare su una tavola da pranzo. 

@tables__tables__tables vi farà venire subito voglia di organizzare una cena in casa o andare in uno di quei ristornati in cui la vista viene soddisfatta più dello stomaco. Non si sa mai, forse una delle foto che farete alle portate la ritroverete su questo profilo.

All for the Gram – Tables Tables Tables
Art
All for the Gram – Tables Tables Tables
All for the Gram – Tables Tables Tables
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
Il calore famigliare nelle illustrazioni di Chang Chih

Il calore famigliare nelle illustrazioni di Chang Chih

Tommaso Berra · 3 settimane fa · Art

Si respira un consolante calore famigliare nelle illustrazioni di Chang Chih, artista nata a Taiwan e cresciuta con una madre appassionata di cucina.
È appunto il cibo il tema centrale delle scene di vita comuni rappresentate da Chih, che si è appassionata all’illustrazione durante i suoi studi da grafica e i primi lavori come stilista di moda. I soggetti ritratti sono quelli che si possono trovare in molte credenze delle cucine, che in molti casi si tramandano negli anni e raccontano una storia famigliare e le tradizioni culinarie di chi li utilizza per contenere o preparare ricette casalinghe.

I mestoli, le sedie di vimini e i giocattoli nella cameretta d’infanzia, rimasti nella stessa posizione di allora raccontano le tradizioni di un popolo intero, così come le ricette di zuppe di verdure, i bicchieri di latte o il pane ancora caldo nella teglia.
Ad un’intervista a Creative Boom Chang Chih raconta le sue illustrazioni e spiega come voglia “incoraggiare il pubblico a vivere bene e mangiare bene, godersi la vita e trattare tutto con calore. È questo sentimento che è il concetto delle mie illustrazioni“.
Gli ambienti delle case aiutano certamente l’illustratrice a trasmettere questo senso di calore. Ci sono piatti che danno sempre l’impressione di essere ancora caldi e i materiali sono quelli che si scaldano con la presenza umana come il legno e le stoffe, usati per definire le stanze ma anche come decorazione della scena.

Chang Chih | Collater.al
Chang Chih | Collater.al
Chang Chih | Collater.al
Chang Chih | Collater.al
Chang Chih | Collater.al
Il calore famigliare nelle illustrazioni di Chang Chih
Art
Il calore famigliare nelle illustrazioni di Chang Chih
Il calore famigliare nelle illustrazioni di Chang Chih
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
Il significato dei tessuti nelle opere di Shawn Huckins

Il significato dei tessuti nelle opere di Shawn Huckins

Tommaso Berra · 3 settimane fa · Art

I tessuti dei nostri indumenti definiscono l’identità di chi li indossa. Secondo l’artista Shawn Huckins coprirsi significa mostrarsi al mondo e allo stesso tempo nascondersi, in alcuni casi proteggersi, dal caldo, dal freddo e dalla pioggia, ma soprattutto dallo sguardo di chi sta intorno a noi.
Le trame, così come le fantasie che scegliamo di indossare, che siano pied de poule, Paisley o Principe di Galles, definiscono il nostro umore e la nostra identità, ed è per questo che l’artista con base nel sud Hampshire ha scelto di reinterpretare la tradizione pittorica americana partendo proprio dal legame tessuto-identità.

“Dirty Laundry” è una serie di opere che si ispira alla ritrattistica americana del XVIII e XIX secolo, con i volti dei soggetti ritratti ad olio che vengono coperti da pile di tessuti, arrotolati o calati sulle teste dei soggetti.
La scelta di rappresentare i cotoni e le sete in modo disordinato non è solo un modo per valorizzare la plasticità delle pieghe ma piuttosto uno strumento per rendere ancora più centrale il tema della dimensione privata. I soggetti nascosti, dei quali noi vediamo solo qualche dettaglio del viso o i gesti delle mani, appaiono misteriosi, in qualche modo protetti nella loro interiorità, seppur si manifestino al mondo come pieni di colori, che in qualche modo non li rappresentano ma li proteggono dallo sguardo, il nostro.
Shawn Huckins si sta interrogando sul significato della tradizione, sull’identità del popolo americano e non solo, su quel legame ancora da definire che abbiamo con gli oggetti materiali.

Shawn Huckins | Collater.al
Il significato dei tessuti nelle opere di Shawn Huckins
Art
Il significato dei tessuti nelle opere di Shawn Huckins
Il significato dei tessuti nelle opere di Shawn Huckins
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8