Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya

Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya

Claudia Fuggetti · 2 mesi fa · Photography

L’universo creato dal fotografo Leonard Suryajaya è psichedelico, coloratissimo e destabilizzante. L’artista si serve della fotografia per oltrepassare i confini dell’intimità, della comunità e della famiglia. Le sue opere mostrano come il quotidiano sia denso di significati nascosti, prendendo forma di bizzarri tableaux che hanno come protagonisti la sua famiglia d’appartenenza.

Inserendo i suoi cari nei progetti fotografici, incoraggia accostamenti sempre più audaci. Il risultato sono fotografie tenere e critiche, legate alle lotte contro l’autorità familiare e a favore dell’identità personale.

Bisogna evidenziare che Leonard Suryajaya è un cittadino indonesiano di origine cinese di religione buddista, educato però in scuole cristiane all’interno di un paese musulmano. Come conciliare tutte queste contraddizioni? Attraverso l’arte.

Le sue fotografie lavorano cumulativamente per stabilire narrazioni.

Nella gallery che segue ci sono diverse immagini d’impatto estrapolate dai vari interessanti progetti dell’artista.

Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya | Collater.al
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya | Collater.al
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya | Collater.al
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya | Collater.al
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya
Photography
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 2 mesi fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle. 

Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @alessandrascopetta, @moulayahmed_, @tumiturbi13, @leavemesomewhere, @moulayahmed2.0, @colovear, @nwwpage, @lucianolattanzi.it, @mohamedagamy330, @lucasbarbosaphotos.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
Ausentes, il minimalismo sensuale di Rodrigo Chapa

Ausentes, il minimalismo sensuale di Rodrigo Chapa

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

Rodrigo Chapa è un artista messicano che lavora con la fotografia da 12 anni. Il suo gusto fortemente minimale affonda radici nel suo background in design e si rivela nel suo lavoro fotografico Ausentes, un gioco di forme e sensualità.

La serie fa riferimento all’espressionismo astratto e propone immagini caratterizzate da sfondi irreali e dall’elogio visivo del corpo sensuale di una ballerina, che non svela mai il suo volto, ma si perde tra la composizione fortemente geometrica. Catturando il movimento e l’improvvisazione dei danzatori, l’artista pone l’enfasi sulla manifestazione fisica del soggetto, che diventa opera d’arte.

In questo modo il corpo stesso si smaterializza, assume una sua identità nel paradosso dell’annullamento.

Ausentes, il minimalismo sensuale di Rodrigo Chapa | Collater.al 4
Ausentes, il minimalismo sensuale di Rodrigo Chapa | Collater.al 4
Ausentes, il minimalismo sensuale di Rodrigo Chapa
Photography
Ausentes, il minimalismo sensuale di Rodrigo Chapa
Ausentes, il minimalismo sensuale di Rodrigo Chapa
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10
In Flight, gli angeli di Tom van Schelven

In Flight, gli angeli di Tom van Schelven

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

Tom van Schelven è un artista che divide il suo tempo tra Manchester e i Paesi Bassi, infatti nel corpus dei suoi lavori si percepisce un mood d’immediatezza, tipicamente olandese. Le sue collaborazioni commerciali riescono sempre a trovare il modo più semplice per far passare il messaggio che l’artista vuole comunicare; che si tratti d’immortalare dei surfisti per il The Wall Street Journal, degli attori di spicco come Samuel L Jackson, o di realizzare delle campagne commerciali per Nike, Sony o Renault, le immagini di Tom sanno sempre come distinguersi ed emergere dalla massa.

Nella serie In Flight la connessione tra soggetto ed obiettivo si fa quasi spirituale: il progetto mostra un gruppo di acrobati nel deserto, che si muovono armoniosamente sulle dune di sabbia e rotolano nell’aria, stagliandosi sullo sfondo di un cielo blu brillante.

Quando fotografo il movimento, ci sono un sacco di pezzi interessanti che posso fotografare senza dirigere. Non stavo cercando di scattare all’apice del backflip, era più il momento precedente e quello successivo, quando non tutto è perfetto in termini di espressione o di movimento.

Molti dei fotogrammi che si possono ammirare nella galley non sono stati girati nel momento che ci si potrebbe aspettare. Il risultato è un lavoro suggetivo che rappresenta gli acrobati come degli angeli sospesi nel cielo.

In Flight, gli angeli di Tom van Schelven
Photography
In Flight, gli angeli di Tom van Schelven
In Flight, gli angeli di Tom van Schelven
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
Martin Andersen: i fan del Tottenham Hotspur

Martin Andersen: i fan del Tottenham Hotspur

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

Il lavoro del fotografo Martin Andersen ritrae con grande ironia il mondo dei fan del Tottenham Hotspur. Il progetto ha richiesto del tempo, in modo da aver un punto di vista autentico:

Volevo avvicinarmi alle persone che stavo fotografando. Una cosa è essere un tifoso di calcio, un’altra è far parte dei diversi gruppi di persone che stai fotografando.

Si susseguono scene epiche, volti britannici fortemente espressivi, si può quasi sentire l’adrenalina del sentimento che unisce i tifosi, esplosiva ed inarrestabile. Martin ha iniziato con una telecamera in mano, catturando l’atmosfera che si respira per strada e nei pub durante le partite. Dopo tre anni però si è reso conto davvero di ciò che stava facendo. Stava cominciando a documentare un pezzo di storia: le ultime stagioni al White Hart Lane nel giugno 2017, prima che il club fosse demolito per ricostruire un nuovo stadio, che è quello che ora potrebbe essere definito “più commerciale” e, naturalmente, molto più grande.

Volevo celebrare i nostri tifosi – gli eroi non cantati del nostro club: i tifosi non cambiano mai alleanze, sono qui per sempre e ho sentito che dovevo documentarlo e celebrarlo. Mi è sembrato opportuno metterlo in un libro per sottolineare l’occasione – ho deciso che la nostra ultima partita a White Hard Lane avrebbe dovuto essere il punto di arrivo di questo progetto.

Non ti resta che dare un’occhiata alla nostra gallery.

Martin Andersen: i fan del Tottenham Hotspur
Photography
Martin Andersen: i fan del Tottenham Hotspur
Martin Andersen: i fan del Tottenham Hotspur
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10