Design La tendenza biofilica nel design di Liam Lee
Designdesign

La tendenza biofilica nel design di Liam Lee

Giorgia Massari

Sempre più spesso il design si sta spingendo verso un approccio biofilo, ovvero quell’inclinazione verso tutto ciò che è vivente e organico. In questo senso, la biofilia viene applicata alla strategia progettuale, permettendo ad architetti e designer di ispirarsi alla natura e addirittura di includerla in maniera preponderante all’interno dei loro progetti. L’artista e designer americano Liam Lee (1993), con un passato da scenografo e con base a Brooklyn, può essere collocato in questo “movimento”. Lee sceglie uno specifico ambito naturale, quello marino, attingendo soprattutto dalle forme organiche dei coralli e delle alghe. Le sue opere appaiono come vere e proprie sculture funzionali, con un’estetica incredibilmente contemporanea ma dal sapore artigianale.

La contemporaneità delle opere di Lee la si ritrova senza dubbio nelle forme, ma anche nei colori. La scelta di Lee ricade sempre su colori saturi e luminosi che donano ai pezzi un’estetica pop e allo stesso tempo surreale. Lo stesso artista afferma di voler rendere onirica e irreale la dimensione domestica, creando dei pezzi fantasiosi che non vadano però a creare un distacco troppo netto tra realtà e fantasia. Il materiale in questo senso gioca un ruolo fondamentale. La scelta di Liam Lee di utilizzare le fibre di lana prodotte da un piccolo mulino in Irlanda, rende le sue opere accoglienti. Il materiale ruvido è famigliare allo spettatore che, nonostante sia disorientato dalle forme non convenzionali dei pezzi, ritrova la semplicità casalinga nella lana artigianale. Lo stesso artista, una volta ottenuta la lana e successivamente lavorata e modellata, la dipinge con tinte che miscela con attenzione.

La carriera di Liam Lee è in continua crescita. Recentemente è stato selezionato tra i trenta finalisti del Loewe Foundation Craft Prize di quest’anno che presenta il lavoro degli artisti in una mostra collettiva nello Studio di Isamu Noguchi al Noguchi Museum di New York dal 17 maggio al 18 giugno 2023.

Courtesy Liam Lee

Designdesign
Scritto da Giorgia Massari
x
Ascolta su