Design Perché McDonald’s toglie il sorriso dalla box dell’Happy Meal
Designcampaignpackaging

Perché McDonald’s toglie il sorriso dalla box dell’Happy Meal

La classica scatola rossa e gialla non avrà più il classico smile, ma sarà accompagnata da una serie di adesivi che illustrano una gamma di emozioni sotto forma di diverse espressioni della bocca.
-
Giorgia Massari
mcdonald's

Le emozioni di questi tempi sono qualcosa a cui si è sempre più attenti, perfino McDonald’s che ha da sempre basato la sua comunicazione sulla felicità – in particolare con l’Happy Meal -, ha rivisto la sua strategy in favore della sensibilizzazione emotiva. Stiamo parlando del packaging dell’iconico Happy Meal che cambia il suo aspetto, ma solo nel Regno Unito. La classica scatola rossa e gialla non avrà più il classico smile, ma sarà accompagnata da una serie di adesivi che illustrano una gamma di emozioni sotto forma di diverse espressioni della bocca. Tutto per incoraggiare i bambini a esprimere i loro veri sentimenti.

McDonald’s UK nel presentare questo nuovo aspetto dell’Happy Meal, lancia una campagna che rivela come, quasi la metà (48%) dei bambini del Regno Unito si senta sotto pressione per apparire sempre felice. La campagna è accompagnata da un cortometraggio diretto da Jake Mavity, con la partecipazione dell’icona del calcio Rio Ferdinand. Questo video sottolinea l’importanza dell’onestà emotiva e incoraggia le famiglie a impegnarsi in conversazioni significative sulla salute mentale.

Louise Page di McDonald’s sottolinea la missione della campagna di promuovere discussioni positive sulla salute mentale all’interno delle famiglie. Evidenziando così l’importanza di fornire ai bambini gli strumenti per esprimere i loro sentimenti, con l’obiettivo di ridurre la pressione di essere sempre felici e favorire un ambiente emotivo più sano. Questo approccio innovativo non solo si allinea con le attuali tendenze di advocacy per la salute mentale, ma stabilisce anche un precedente su come i brand possono contribuire a importanti questioni sociali.

Designcampaignpackaging
Scritto da Giorgia Massari
x
Ascolta su