Studio Gensler inventa il padiglione pop up per Notre-Dame

avatar
22 Agosto 2019

Lo studio Gensler ha proposto la realizzazione di un padiglione temporaneo per Notre-Dame che ne sostituisca la funzione lanciando anche un messaggio di rinascita.

Lo scorso aprile la cattedrale di Notre-Dame, risalente a 850 anni fa, ha subito un grave danno a causa del tragico incendio che ha distrutto parte di uno dei più famosi luoghi di culto del mondo, così lo studio Gensler ha fatto una proposta temporanea per i suoi futuri visitatori.

Il progetto prevede la realizzazzione di un padiglione che avrà una cornice realizzata in legno carbonizzato. Il direttore dello studio Duncan Swinhoe ha spiegato che “Il legno carbonizzato, che è uno dei metodi più antichi e defficaci per proteggere il legno dal fuoco, simboleggia anche che ciò che una ha volta ha distrutto Notre-Dame e servirà a renderlo più forte, esprimendo così un messaggio di rinascita e trasformazione”.

Il padiglione sarà costruito nel piazzale di fronte alla cattedrale e l’obiettivo principale è quello di rendere il suo aspetto il più fedele possibile all’edificio stesso.
La sua funzione sarà quella di riunire la comunità, lasciando intatta la dimensione spirituale della vera cattedrale, lanciando un messaggio di speranza e rinascita a tutto il mondo.

Funzionando come una navata protetta, la struttura temporanea ricorda i ritmi strutturali e le forme della cattedrale gotica. Con una copertura realizzata con cuscini in ETFE e pareti in policarbonato traslucido, la struttura sarà inondata di luce naturale, enfatizzando la qualità eterea dello spazio e creando allo stesso tempo un rilievo visivo.

Dietro l’altare saranno installati pannelli mobili che permetteranno una visione completa di ciò che resta di Notre-Dame.

Testo di Elisa Scotti

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share