Pokèmon X e Y | L’unico modo per amare i combattimenti tra animali

avatar
19 Dicembre 2013

La serie Pokemon per NIntendo 2DS è uscita con un nuovo capitolo, che come da tradizione offre due titoli differenti: Pokemon X e Pokemon Y.

Ci sono due tipi di persone che criticano i Pokemon: ragazzini in fase adolescenziale che bramano di diventare adulti, con bacheche piene di foto in cui si vedono bene birre e sigarette, e gente che chiama i videogiochi “giochini” poi passa le giornate a elemosinare vite di Candy Crush come un eroinomane in stazione.

Pokemon X e Y | L'unico modo per amare i combattimenti tra animali

La verità è che dal 1996 dietro questi mostriciattoli creati per emozionare i bambini e far spendere i soldi ai genitori si nasconde un gioco di ruolo con due palle così. Per capirlo basta cercare una qualunque guida per il gioco disponibile su internet: pagine e pagine di statistiche, tattiche e strategie, roba che in confronto il Fantacalcio sembra Gira la Moda.
Che poi, a voler ben guardare, la storia dei Pokèmon racconta le vicende di un ragazzino costretto ad andare via di casa e contare solo sulle proprie forze, che per sopravvivere deve entrare in un giro di combattimenti tra animali, gestiti da altri ragazzini, col beneplacito di alcuni adulti.

So fucking hardcore.

Quest’anno la serie è uscita con un nuovo capitolo, che come da tradizione offre due titoli differenti. Pokèmon X e Pokèmon Y. Cosa cambia tra le due versioni? La presenza o meno di alcuni Pokèmon e l’evoluzione finale di altri.
Sì perché la cosa più divertente del gioco è sviluppare un affiatamento unico con alcuni dei Pokèmon che potete catturare, facendoli evolvere scontro dopo scontro, fino a farli diventare vere e proprie macchine da guerra, con le quali umiliare altri giocatori in rete. All’interno del gioco ci sono centinaia di creature, mosse, pozioni e cose da fare. Praticamente potreste comprarlo e non fare altro per mesi. Potrete allenare i vostri Pokèmon, far crescere le piante con cui ricavare potenti pozioni, andare a caccia di Pokèmon rari, seguire la trama principale, oppure perdervi negli incarichi secondari, la scelta è solo vostra.

Piccola chicca per chi ha amato il gioco originale e adesso è un po’ cresciuto: Pokèmon X e Y gioca molto sull’effetto nostalgia. Torneranno un sacco di Pokèmon classici, e potrete anche nuovamente scegliere tra i tre più famosi Pokèmon di sempre (Pikachu escluso), ovvero Bulbasaur, Charmander e Squirtle.
Il gioco è disponibile per 3DS e 2DS (che fondamentalmente è un 3DS che costa un po’ meno, non ha l’effetto 3D e non si piega) ed è consigliato a chiunque cerchi un gioco profondo e appassionante, e che non ha bisogno di trame violente, guerre simulate e degli ammassi di pixel che scopano per far capire a tutti che i videogiochi sono una cosa seria.

Pokemon X e Y | L'unico modo per amare i combattimenti tra animali
Pokemon X e Y | L'unico modo per amare i combattimenti tra animali

Pokèmon X e Pokèmon Y

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share