Photography Regular Rain: la suggestione che nasconde una pozzanghera
Photographyphotography

Regular Rain: la suggestione che nasconde una pozzanghera

-
Collater.al Contributors

Un dibattito governa, da sempre, il mondo dell’arte: realtà o fantasia?
Entrambi i fronti dispongono di guerrieri valorosi, ma questa battaglia non prevede, né ha mai previsto, vinti o vincitori; cambia lo stile, ma non l’urgenza della propria espressione artistica. C’è anche chi, però, riesce a unire questi due aspetti, creandone un terzo: in questo caso, si parla di Slava Thisset.

Fotografo e graphic designer russo, Slava si descrive come un visual scientist: combinando entrambe le arti, crea mondi inesplorati e fluorescenti. Una terza dimensione, fatta di forme realistiche ed estetica surreale, prende vita. Per via delle luci al neon e della loro saturazione, i suoi lavori sembrano appartenere a una realtà extraterrestre.
Questa sensazione si sposa con la visione dell’artista, che percepisce di essere l’unico uomo, l’unico abitante della Terra, in mezzo agli alieni.

Solitamente i suoi soggetti sono modelli, perlopiù femminili, ma Slava Thisset ha dedicato un intero progetto alla pioggia. Alle pozzanghere, per la precisione. Influenzato dalle vie della sua città – Sochi -, Slava è stato affascinato dalle luci al neon riflesse nell’acqua. Più le osservava, maggiore era il presentimento di entrare in un’altra dimensione, come se si trovasse davanti un portale.

Grazie al binomio fotografia e post produzione, l’ordinario si è trasformato in straordinario. Anche ciò che c’è di più comune al mondo, come una pozzanghera, ha assunto il fascino dell’eccezione. Un risultato ottenuto tanto dalla realtà, quanto dalla fantasia.

Se sentite che questo mondo non vi appartiene, sospendete anche voi le regole. Fatevi stupire da questo universo e da quello di Slava.

Articolo di Cobie

Photographyphotography
Scritto da Collater.al Contributors
x
Ascolta su