Richardson e la celebrazione dell’estetica porno

Richardson e la celebrazione dell’estetica porno

Andrea Tuzio · 1 anno fa · Style

È notizia di pochi giorni fa che Richardson e Supreme sono tornati a collaborare, in occasione dell’apertura del nuovo flagship store della rivista inglese a Tokyo.
Una tee con una stampa fotografica che ritrae l’attrice, modella e stilista Chloë Sevigny, fotografata dal regista americano William Strobeck, che aveva già diretto gli skate video di Supreme, Cherry (2014, BLESSED (2018) e CANDYLAND (2019) e che sarà disponibile dal 28 marzo.

Supreme ha sempre sostenuto la causa di Richardson, sin dal primo numero uscito nel 1998. Hanno collaborato in tante occasioni come ad esempio per il calendario 2005 del regista di Kids, Larry Clark, che descrisse con realismo e in modo crudo, l’estetica e la rabbia della scena skate di New York della metà degli anni ’90.  

Ma cos’è Richardson di preciso? Qual è il segreto del successo di una rivista che celebra l’estetica porno-chic che fino a poco fa era prerogativa di un’altra rivista, Playboy, costretta a chiudere la versione cartacea dopo 67 anni di onoratissimo servizio?

Il suo fondatore è Andrew Richardson, nato a Marlow, una città fuori Londra, figlio di un ingegnere civile e di una casalinga. A 19 anni lascia gli studi e diventa store manager per Kenzo nella capitale inglese, e inizia a frequentare la vita notturna londinese, che comprendeva le feste organizzate dalla Mutoid Waste Company, un gruppo di artisti e performer londinesi, e i rave al loro stadio embrionale. Ossessionato dalla moda, sognava di “comprare un paio di pantaloni Comme des Garçons”, alla fine degli anni ’80 si trasferisce a New York per lavorare in un’azienda che disegnava abiti da uomo per Chiarivari, la storica boutique nell’Upper West Side di Manhattan, che ha chiuso i battenti nel 1998.
Il turning point della sua vita però avvenne in un loft sulla 26esima strada: durante una festa conobbe una serie di assistenti fotografi che guadagnavano molto più di lui, andavano in giro per il mondo ed erano sempre circondati da belle donne, decise che nella vita avrebbe fatto quello. 

La sua “educazione” allo styling e alla fotografia la riceve da Brana Wolf e Steven Meisel, con il quale, nel 1992 realizza il libro di Madonna, Sex, che sarà l’ispirazione per quella che, da lì a 6 anni, diventerà la sua rivista. 

Nel dicembre del 1998, grazie all’editore giapponese Little More, venne pubblicato il primo numero di Richardson con in copertina la pornoattrice Jenna Jameson, prima che diventasse un’icona del genere. Andrew rimase colpito dalla Jameson dopo una surreale ospitata che la stessa Jenna fece nel programma radiofonico di Howard Stern, il più importante e influente intrattenitore radiofonico degli ultimi 30 anni. 
Lo scatto della copertina del primo numero fu affidato a Glen Luchford, il fotografo che, al tempo, firmava le campagne di Prada e quello fu il momento in cui si pose la prima pietra di un successo inaspettato e deflagrante che ha portato i più importanti fotografi di moda del mondo come Terry Richardson, Mario Sorrenti e Steve Klein, a prestare servizio per il magazine.

Ma anche penne raffinatissime hanno scritto per Richardson, come Bret Easton Ellis che, in occasione del 20° anniversario del magazine, ha intervistato Kim Kardashian West con la quale approfondisce temi come il sesso, la maternità, il dominio del web e Donald Trump. 

Il Magazine rappresenta un unicum sul piano editoriale, una rivista verticale sul sesso e la sessualità, sull’estetica chic del porno e che strizza l’occhio al mondo fashion, in un contesto completamente diverso rispetto a quelli in cui viene affrontato l’argomento. Una voce punk e anti-establishment in un mondo standardizzato come quello delle riviste cartacee che si occupano di moda. 

L’espansione di Richardson a livello globale, esplode nel 2003 con la prima collaborazione con Supreme, per poi fondare, nel 2004, una linea completa di abbigliamento streetwear che comprende denim, felpe, t-shirt, capispalla, accessori sempre e comunque ispirati dal concetto di provocazione che è intrinseca del magazine, e in questa ottica rientra la collaborazione con Pornhub per una capsule collection del 2018. 

Richardson Magazine gioca con il porno in modo rispettoso, mai aggressivo ma allo stesso tempo duro, è una comunicazione forte e decisa ma mai urlata, in un mondo invece, in cui tutti cercano di strillare più forte dell’altro.

Richardson e la celebrazione dell’estetica porno
Style
Richardson e la celebrazione dell’estetica porno
Richardson e la celebrazione dell’estetica porno
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine

Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine

Giulia Guido · 5 giorni fa · Photography

Il corpo umano e l’ambiente che lo circonda si fondono in un’unica cosa negli scatti mozzafiato di Alexandre Delamadeleine

Fotografo francese nato ad Annecy, Alexandre Delamadeleine oggi vive a Parigi, ma non sono le strade trafficate e le facciate dei palazzi della città a catturare il suo sguardo. Interessato alle opere del filosofo americano Ralph Waldo Emerson, soprattutto al saggio “Nature” (1836) in cui affronta diversi temi come quello legato al significato di natura, alla bellezza, al linguaggio della natura e a come instaurare un vero rapporto con essa, Alexandre cerca di esplorare gli stessi argomenti attraverso le sue immagini. 

Nelle serie fotografiche “Balance” e “Playground” possiamo notare il suo stile e i soggetti che fotografa per esprimere il suo punto di vista e il suo pensiero. 

Si tratta di scatti in cui l’ambiente circostante, che sia una pianura, una spiaggia o una parete rocciosa, è preponderante e occupa gran parte dello spazio. All’interno di questo trova, però, sempre spazio una giovane donna della quale sono catturati i movimenti e le posizioni. Posizioni che sottolineano perfettamente come l’uomo sia ormai parte della natura, assimilato ad essa e quindi non serve più stare in piedi per dimostrare una superiorità inesistente, ma il corpo s lascia andare, cade, rotola, salta, si fonde con gli elementi che lo circondano. 

Il risultato finale consiste in scatti dalle atmosfere surreali ed eteree date da una luce che non acceca mai, ma è sempre lieve e rilassante. Guardando gli scatti di Alexandre Delamadeleine non possiamo che tirare un sospiro di sollievo, sperando prima o poi di vivere quella libertà. 

Guardate qui sotto una selezione di scatti e visitate il sito di Alexandre e seguitelo su Instagram per non perdere i suoi prossimi lavori.

“Balance”
“Balance”
“Balance”
“Balance”
“Balance”
“Balance”
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine
Photography
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine
Il legame tra uomo e natura negli scatti di Alexandre Delamadeleine
1 · 14
2 · 14
3 · 14
4 · 14
5 · 14
6 · 14
7 · 14
8 · 14
9 · 14
10 · 14
11 · 14
12 · 14
13 · 14
14 · 14
La fotografia surreale e nostalgica di Regina

La fotografia surreale e nostalgica di Regina

Giulia Guido · 3 giorni fa · Photography

Siamo talmente abituati alla fotografia digitale che quando ci troviamo di fronte degli scatti analogici con effetti creati direttamente in camera rimaniamo stupiti e ipnotizzati. È quello che ci è successo quando abbiamo scoperto le fotografie di Regina, su Instagram come @wasitapril

Regina è una giovane ragazza di 24 anni, nata a Seefeld, in Austria e da meno di un anno trasferitasi a Parigi, luogo che le ha dato modo di sviluppare e coltivare la propria creatività e la passione per la fotografia. 

Regina ha cominciato a scattare circa due anni fa con una Canon AL-1, da allora il suo amore sia per le macchine Canon, ma soprattutto per la fotografia analogica non hanno fatto altro che crescere. 

Sebbene non sia una fotografa di professione, basta una veloce occhiata ai suoi lavori per coglierne il potenziale. Regina sidiverte sperimentando, creando effetti direttamente in macchina o sfruttando elementi naturali come le ombre, la luce o l’acqua. Che siano scatti colorati o in bianco e nero, i suoi lavori presentano sempre atmosfere surreali e hanno un non so che di nostalgico, malinconico. 

Siamo sicuri che risentiremo parlare presto di Regina, nel frattempo guardate alcuni dei suoi scatti qui sotto e seguitela su Instagram

La fotografia surreale e nostalgica di Regina
Photography
La fotografia surreale e nostalgica di Regina
La fotografia surreale e nostalgica di Regina
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
InstHunt Special Edition – Fiori

InstHunt Special Edition – Fiori

Giordana Bonanno · 18 ore fa · Photography

InstHunt Special Edition è la raccolta fotografica delle vostre migliori foto, ideata per la prima volta seguendo un tema. Ogni mese avrà un titolo dedicato e sarete voi a darle vita attraverso i vostri scatti. 

Il tema di questo mese erano i fiori: le vere opere d’arte della natura, create con forme e colori perfetti. Esistono molti modi di fotografare questo soggetto ma diventa più interessante quando l’immaginazione prende il sopravvento sulla realtà e trasforma i fiori in veri e propri personaggi.

Restate connessi e continuate a seguire la nostra pagina Instagram @collateral.photo per scoprire il tema del prossimo numero InstHunt Special Edition. 

Be creative Be part of @collater.al

InstHunt Special Edition – Fiori
Photography
InstHunt Special Edition – Fiori
InstHunt Special Edition – Fiori
1 · 1
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 1 settimana fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle.
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @martinabarbon, @noemiduso, @missun.flower, @yehorova.photo, @jacopo_cerchi, @alanys.salas, @_my_perfect_little_world, @babaja_ga_, @_simonepiras_, @_barbarac__.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1