Design Santa Eulàlia de Gironella, la chiesa trasformata in spazio per le arti
Designarchitecture

Santa Eulàlia de Gironella, la chiesa trasformata in spazio per le arti

-
Emanuele D'Angelo

Il comune di Gironella, comune spagnolo della Catalogna, ha attivato un programma di recupero degli edifici tra i quali figura l’antica chiesa di Santa Eulàlia de Gironella, edificata metà del XIV secolo.

Durante i suoi sei secoli di storia ha subito innumerevoli cambiamenti, ma negli ultimi anni la chiesa versava in uno stato di abbandono, tantoché dal 2016 è rimasta inutilizzata.
Per preservare questo immenso patrimonio, il comune ha pensato bene di affidare la sua ristrutturazione a Carles Enrich Studio.

Santa Eulàlia de Gironella

Lo studio è infatti partito dalle vecchie ristrutturazioni con l’intenzione non di cancellarle, ma di esaltarle come una sequenza di strati, per non dimenticare la storia e il passato.

Gli architetti del Carles Enrich Studio hanno apportato tre modifiche sostanziali all’edificio, la prima è stata allargare la navata centrale, donandole più spazio.

Santa Eulàlia de Gironella

La seconda è aver sostituito il vecchio sistema di riscaldamento, non molto efficace, con uno a pavimento progettato per spingere l’aria calda dal basso attraverso una griglia che delimita la pavimentazione di legno della zona centrale.

La terza sostanziale modifica riguarda invece la facciata esterna che è stata completamente cambiata per permettere un migliore ingresso della luce durante il giorno. Ma anche per avere una nuova visione della chiesa che sembra così un’estensione del paesaggio urbano.

– Leggi anche: Genesis, una chiesa galleggiante nei pressi di Londra

L’antica chiesa di Santa Eulàlia de Gironella adesso diventerà un luogo che ospiterà attività culturali legate alle arti dello spettacolo, in particolare danza, musica e poesia.

Santa Eulàlia de Gironella
Santa Eulàlia de Gironella
Designarchitecture
Scritto da Emanuele D'Angelo
x
Ascolta su