Lo scioglimento dei ghiacciai secondo Meltdown Flags

Lo scioglimento dei ghiacciai secondo Meltdown Flags

Emanuele D'Angelo · 2 settimane fa · Art

Lo scioglimento dei ghiacciai è un problema serio, che riguarda tutti noi.
È piuttosto chiaro che i ghiacciai si stanno sciogliendo e lo stanno facendo ad una velocità a dir poco preoccupante.
Così la società di tecnologia ambientale METER ha avviato un progetto chiamato “Meltdown Flags” con l’obiettivo di educare sulla situazione attuale dei ghiacciai, fornire soluzioni per ridurre le emissioni e fare pressione sulla politica per affrontare la crisi climatica. 

Le bandiere di “Meltdown Flags” mostrano lo stato di fusione passato, attuale e futuro.
A partire dal 1995, anno della prima Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, fino al 2050, l’anno stabilito dall’ONU per raggiungere lo zero netto e limitare la temperatura globale a 1,5 °C.

I ghiacciai sono una fonte di vita, forniscono acqua potabile vitale, aiutano a generare energia per milioni di case e sono i nostri indicatori più preziosi per comprendere il futuro del cambiamento climatico globale. Senza i ghiacciai vivremmo in un mondo molto diverso. Il completo disgelo porterebbe l’innalzamento del livello del mare ed eliminerebbe il 69% dell’acqua potabile mondiale. Anche se non tutti i paesi hanno un ghiacciaio, ogni paese dipende dalla loro sopravvivenza.

Le bandiere sono state cucite ed esposte per la prima volta durante la COP25 di Madrid, per ricordare le promesse che nessuno dei paesi partecipanti sta rispettando a tutela del nostro pianeta.
Nel sito si possono vedere tutte le previsioni paese per paese, sino al 2050, e come simbolicamente le bandiere mutano a seconda dello scioglimento.
Un progetto di tutto rispetto,  le fonti dei dati provengono non solo da METER ma anche da UNESCO, NASA, World Glacier Monitoring System (WGMS), il Programma Ambientale delle Nazioni Unite, l’Università di Zurigo e l’Università di Innsbruck.

Lo scioglimento dei ghiacciai secondo Meltdown Flags
Art
Lo scioglimento dei ghiacciai secondo Meltdown Flags
Lo scioglimento dei ghiacciai secondo Meltdown Flags
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
Le bandiere nazionali diventano case contro il Covid-19

Le bandiere nazionali diventano case contro il Covid-19

Emanuele D'Angelo · 1 giorno fa · Art

Hugo Suíssas e Tiago Silva sono due designer originari di Lisbona, da anni collaborano insieme e di recente hanno deciso di convertire ogni bandiera nazionale in una nuova versione “a casa”.
Come sappiamo rimanere a casa, è fondamentale, per superare insieme questa terribile situazione, come sappiamo ormai un quarto della popolazione mondiale è ora in isolamento a causa del coronavirus.

Con un numero così elevato di persone che rimangono in casa per prevenire la diffusione del virus, Hugo Suissas e Tiago Silva hanno deciso di contribuire in maniera creativa alla lotta contro il virus, cambiando le note bandiere di ogni nazione.

Un artwork semplice ma efficace quello dei due designer portoghesi, accompagnato dalla frase: “Stay home. Everywhere. Fight Covid-19”.

Insieme possiamo superare tutto, ma adesso, è il momento di rimanere a casa, nessuno escluso nell’intero mondo.

Le bandiere nazionali diventano case contro il Covid-19
Art
Le bandiere nazionali diventano case contro il Covid-19
Le bandiere nazionali diventano case contro il Covid-19
1 · 1
Art is Resistance – Johnny Cobalto

Art is Resistance – Johnny Cobalto

Giulia Pacciardi · 1 giorno fa · Art

L’opera che ha inaugurato la seconda settimana di Art is Resistance, il progetto curato da Collater.al e con la partecipazione di numerosi artisti italiani, è quella di Massimo Gurnari di cui potete vedere il making-of sull’IGTV del nostro profilo Instagram e per la quale potete fare un’offerta sul sito di aste 32auctions.

Come già vi raccontiamo da una decina di giorni a questa parte, tutto il ricavato andrà alla regione Lombardia con l’obiettivo di aiutare medici e infermieri a fronteggiare in sicurezza l’emergenza che stiamo affrontando.

Il progetto andrà avanti fino al 30 aprile, quando si chiuderanno tutte le aste in corso e le opere verranno spedite al miglior offerente.
Se volete partecipare gli artwork di Solomostry, Ale Giorgini, Kanjano, Domenico Formichetti, Giorgio Bartocci, Gianluca Folì e Massimo Gurnari già vi aspettano, ma non perdetevi neanche un giorno perché qualcuno già sta lavorando ad una nuova opera inedita per voi e per tutti noi.

Domani alle 15:00 sarà il turno di Johnny Cobalto, di cui vi invitiamo a scoprire qualcosa di più qui.

JOHNNY COBALTO– sul profilo Instagram di Collater.al e sul suo personale dalle 15:00 del 31.03.2020

Johnny Cobalto è un artista classe 1988 che vive e lavora a Milano con una grande passione per il disegno che lo ha portato, per tutta la vita, a disegnare ovunque, preferendo però sempre la carta.
Si è laureato in grafica all’Accademia di Brera e ha poi cominciato a lavorare come freelance nel mondo della pubblicità, alternando la produzione video alle illustrazioni e alla grafica.

Martedì 31, Johnny Cobalto sarà in diretta sul nostro profilo Instagram e sul suo personale e lavorerà a un’illustrazione ad hoc che, non appena terminata, verrà messa all’asta su 32actions dove rimarrà per un mese.

Art is Resistance – Johnny Cobalto
Art
Art is Resistance – Johnny Cobalto
Art is Resistance – Johnny Cobalto
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4
The Return of Nature, la serie di video di Timo Helgert

The Return of Nature, la serie di video di Timo Helgert

Elisa Scotti · 12 ore fa · Art

L’artista digitale tedesco Timo Helgert ha creato delle immagini davvero molto belle e rilassanti. Il progetto è composto da una serie di video, pubblicati su Instagram, che ci mostrano dei luoghi simbolo di alcune città, invasi dalla natura. Le strade, i passaggi, il suolo artificiale, sono sostituiti da prati fioriti e dai suoni della natura e il cinguettio degli uccelli.

Da un vagone della metropolitana, alla Galleria Vittorio Emanuele II di Milano, Museo Del Prado a Madrid o lo scorcio del Ponte di Brooklyn da New York. I luoghi scelti sono quelli delle città che in questo momento sono state colpite maggiormente dal Covid-19, come gesto di solidarietà per tutte le persone che stanno vivendo questo momento difficile. 

In due giorni ha ricevuto oltre un milione di visualizzazioni per i primi due video e nel frattempo ne sono usciti altri due. C’è solo da chiedersi quale sarà il prossimo luogo magico che potremmo ammirare. Assicuratevi si seguirlo su Instagram

The Return of Nature, la serie di video di Timo Helgert
Art
The Return of Nature, la serie di video di Timo Helgert
The Return of Nature, la serie di video di Timo Helgert
1 · 2
2 · 2
Le donne forti e moderne di Noortje Veenhuizen

Le donne forti e moderne di Noortje Veenhuizen

Giulia Guido · 11 ore fa · Art

Libere, indipendenti, alla moda, eleganti ma anche casual, delicate e forti. Sono le donne rappresentate da Noortje Veenhuizen

Noortje Veenhuizen è una giovane artista e digital designer olandese che sul profilo Instagram Nove Design condivide con il suo pubblico le sue stupende illustrazioni. Dopo aver trovato un suo stile e una sua palette colore, li ha adattati al suo soggetto preferito, le donne. 

I contorni sono completamente annullati, le forme delle figure sono delicate e tutto ciò è associato a colori caldi e neutri dai beige ai rosa cipria che dominano sia i soggetti sia gli sfondi. 

Si tratta di uno stile contemporaneo, che non ha bisogno di troppi elementi decorativi e assolutamente senza fronzoli e che si adatta perfettamente alle donne che Noortje Veenhuizen disegna. Donne moderne, che amano ciò che fanno, intente a camminare per strada o semplicemente a sorseggiare un bicchiere di vino. 

Qui sotto potete trovare una selezione delle illustrazioni di Noortje Veenhuizen e per scoprirne di più andate a visitare il suo profilo Instagram

Le donne forti e moderne di Noortje Veenhuizen
Art
Le donne forti e moderne di Noortje Veenhuizen
Le donne forti e moderne di Noortje Veenhuizen
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13