Design Sky Pool, a Londra arriva la prima piscina sospesa nel vuoto
Designarchitecture

Sky Pool, a Londra arriva la prima piscina sospesa nel vuoto

-
Emanuele D'Angelo
Londra | Collater.al

Dopo aver visto la data di inaugurazione slittare a causa della pandemia, la Sky Pool di Londra verrà finalmente aperta il prossimo 19 maggio.
Costruita a 35 metri d’altezza, sarà la prima piscina sospesa nel vuoto e unirà due palazzi degli Embassy Gardens, un complesso residenziale di lusso che si affaccia sulla riva est del Tamigi e che caratterizza lo skyline del quartiere Nine Elms

Di certo non è una struttura adatta ai deboli di cuore. Nuotare nella Sky Pool sarà un’esperienza unica: dall’alto si potranno vedere le persone che passeggiano per strada e si avrà la sensazione di fluttuare nell’aria. 

Sky Pool

Il progetto ha visto lavorare insieme EcoWorld Ballymore, società leader nella rigenerazione urbana, gli architetti dello studio Arup Associates, gli ingeneri della Eckersley O’Callaghan e i designer della Reynolds, azienda specializzata in materiali per acquari che ha fornito i pannelli di vetro spessi 20 centrimetri. 

La Sky Pool, con i suoi 25 metri di lunghezza, 14 di larghezza e 3 di profondità, conterrà circa 375 tonnellate d’acqua ed è stata progettata tenendo conto dei movimenti ai quali possono essere soggetti i palazzi a causa del vento o di piccole scosse del terreno. 

Sfortunatamente l’esperienza di nuotare sospesi nel vuoto sarà riservata ai residenti degli appartamenti degli Embassy Gardens, non proprio accessibili a tutti. Vi basti sapere che i prezzi per un bilocale partono da oltre un milione di sterline. 

Leggi anche: Infinity London, la prima piscina al mondo con una vista a 360°

A chi non potrà permetterselo rimarrà la possibilità di ammirare la piscina e i suoi riflessi da Viaduct Gardens o dal finestrino dei treni che arrivano e partono da Waterloo Station. 

Sky Pool
Sky Pool
Designarchitecture
Scritto da Emanuele D'Angelo
x
Ascolta su