Slavery Still exists, le luci di denuncia di Fouad Abou-Rizk

avatar
08 maggio 2017

Fouad Abou-Rizk è uno studente che ispirato dall’attività dell’International Justice Mission ha deciso di usare la light painting per veicolare il suo messaggio.

Fouad Abou-Rizk è uno studente dell’Appalachian State University nel North Caroline, dove, ispirato dall’attività dell’International Justice Mission, un’organizzazione che si occupa di proteggere le minoranze dalla violenza, la schiavitù, il traffico di umani e qualsiasi altra forma di abuso, ha deciso di creare un lavoro che in maniera semplice, ma d’impatto, fosse in grado di veicolare messaggi forti lasciando da parte la violenza.

Il suo lavoro, infatti, è tanto forte quanto leggiadro, tanto significativo quanto semplice da comprendere.

Con l’aiuto della light painting, quella forma d’arte che usa la luce al posto dei colori, ha scritto sul cielo dati che dovrebbero far pensare e terrorizzare chi poco ne sa e chi poco c’entra.

There are 2 million children in the sex trade”, è solo una di queste.

Slavery Still exists, le luci di denuncia di Fouad Abou-Rizk | Collater.al
Slavery Still exists, le luci di denuncia di Fouad Abou-Rizk | Collater.al
Slavery Still exists, le luci di denuncia di Fouad Abou-Rizk | Collater.al
Slavery Still exists, le luci di denuncia di Fouad Abou-Rizk | Collater.al
Slavery Still exists, le luci di denuncia di Fouad Abou-Rizk | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share