Art Swatch x MoMA, l’arte indossata al polso
ArtStyleaccessoriesartswatch

Swatch x MoMA, l’arte indossata al polso

-
Giulia Guido
swatch x moma Beatriz Milhazes | Collater.al-014

In uno dei momenti più difficili per i musei e le gallerie di tutto il mondo, Swatch e il MoMA di New York firmano una collaborazione che permetterà di indossare al polso alcune delle opere più famose del museo. 

Swatch x MoMA è una nuovissima collezione, in arrivo il 4 marzo, che si compone di sei orologi ispirati ad altrettanti capolavori. Le pennellate forti e decise de La Notte Stellata di Van Gogh, l’atmosfera esotica de Il Sogno di Henri Rousseau, le linee e i colori di Composizione in ovale con piani di colore 1 di Piet Mondrian, le grafiche di The City and Design, The Wonders of Life on Earth, Isamu Kurita di Tadanori Yokoo, ma anche la sua New York, e infine l’oro splendente de La Speranza II di Gustav Klimt. 

Per celebrare l’arte a 360° gradi, gli orologi di Swtch x MoMA possono essere acquistati singolarmente o in una confezione che celebra il famoso museo di New York, ormai vera e propria istituzione, riprendendo il design delle sue famose Blade Stair. 

Ma non finisce qui! Infatti Swatch ha collaborato direttamente con Beatriz Milhazes, affermata artista brasiliana, e ha inserito tre delle sue opere presenti nella collezione del MoMA sulla piattaforma Swatch X You

Grazie a questa piattaforma ognuno potrà creare il proprio orologio utilizzando come motivo decorativo Suculentas Beringelas (Succulent Eggplants), O Espelho (The Mirror), o Meu Bem. 

In occasione dell’uscita di Swatch x MoMA, noi abbiamo avuto la fortuna di fare qualche domanda proprio a Beatriz Milhazes. Non perderti la nostra intervista qui sotto! 

swatch x moma Beatriz Milhazes | Collater.al-014

Come è stato vedere tre delle tue opere diventare il motivo decorativo degli orologi di Swatch? Te lo saresti mai immaginata?

Beh, ciò che è interessante di questo progetto è il fatto che la mia opera d’arte selezionata dalla collezione del MoMA era fatta per essere vista di persona, come il dipinto chiamato “Succulent Eggplant”. Per questo progetto, è diventato un’immagine digitale e ogni persona sarà in grado di scegliere la composizione e personalizzare il proprio Swatch. Diventerà di nuovo qualcosa di fisico, l’orologio che le persone potranno indossare e godersi.

swatch x moma Beatriz Milhazes | Collater.al-014

Grazie a questa collaborazione con Swatch abbiamo la possibilità di portare al polso una delle tue opere e questo è fantastico. Ma se tu dovessi scegliere un’opera d’arte da trasformare in un accessorio quale sceglieresti? 

Grazie mille per il vostro interesse. In realtà non potrei essere più felice della selezione fatta tra le opere del Museo per questa collezione ed essere parte di questo progetto con il MoMA e Swatch è un piacere. 

Le tue opere sono esposte in alcuni dei musei più rinomati del mondo. Quando hai iniziato ti aspettavi il successo che hai ottenuto? 

Non proprio. La mia attenzione era e continua ad essere nel lavoro e nel rapporto con la mia pratica in studio. È bello avere successo, ma non credo in esso. Credo nel mio lavoro.

Per realizzare le tue opere non ti poni nessun limite e utilizzi diversi materiali. Ce n’è uno in particolare che quando hai cominciato a utilizzare ti ha cambiato la vita? Ti ha lasciata senza parole? 

La pittura è la radice del mio lavoro. Un momento molto importante per la mia pratica in studio è stato quando ho scoperto nel 1989 la tecnica chiamata recentemente “Monotransfer”.
Questa tecnica ha reso possibile il mio linguaggio nella pittura e a tutti gli altri mezzi di comunicazione di seguirlo e dialogare con esso.

Quale consiglio daresti ai giovani aspiranti artisti di oggi? 

Le cose hanno bisogno del loro tempo per accadere. Devi solo concentrarti su quello che stai facendo e farlo!

swatch x moma Beatriz Milhazes | Collater.al-014

Swatch x MoMA sarà disponibile dal 4 marzo nei negozi Swatch di tutto il mondo, sul sito swatch.com, nei MoMA Design Store globali e sulla pagina store.moma.org

ArtStyleaccessoriesartswatch
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su