Due giorni in Val Venosta

Due giorni alla scoperta della Val Venosta, una delle meraviglie dell’Alto Adige occidentale, per la undicesima puntata della rubrica The Wander Playlist.

avatar
22 febbraio 2018

La nostra undicesima avventura arriva ad un anno dall’inizio di questa rubrica e ci porta in Val Venosta, uno dei luoghi che per una anno avevamo solo fantasticato e scorto dagli schermi dei nostri computer e smartphone.

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

Prima, musica.

Partiamo un venerdì sera, tra le strade trafficate di chi sogna un week end di riposo. Al nostro arrivo, dopo 4 ore in auto, è già buio fitto e non sappiamo che paesaggio ci siamo persi fuori dal finestrino.

Al mattino, dalla finestra veniamo investiti dalla luce. Il cielo azzurro e freddo dell’inverno e le montagne innevate sembrano voler entrare in camera e strapparci dal piumone. Colazione e partiamo.

Il primo giorno è montagna. Prendiamo la seggiovia dalle parti di Burgusio e arriviamo in pochi minuti sul monte del Watles, un punto di partenza ideale per innumerevoli escursioni lungo sentieri ben marcati. Arriviamo su in cima che sono tutti con gli sci ai piedi e decidiamo di tornare a valle in slittino, fermandoci per scattare con le nostre Lumix gli scorci mozzafiato sull’intero fondovalle dell’Alta Val Venosta e sulle corone di monti che la circondano.

Il secondo giorno decidiamo di fare le cose con calma. La prima tappa è il piccolo borgo medievale di Glorenza, una città così piccola che, dice il detto, “dobbiamo andare a messa fuori dalle mura“. Il pittoresco paese è abbracciato da mura possenti che sembrano proteggere l’atmosfera suggestiva, il silenzio, lo stile architettonico cinquecentesco degli edifici.

Subito dopo corriamo verso Curon Venosta. Il sole viene e va. Qui si trova il lago di Resia, un lago artificiale per la cui realizzazione venne spostato l’antico abitato di Curon, ricostruito più a monte. Soltanto il campanile della vecchia chiesa continua ad emergere dalle acque, tanto da essere divenuto una delle principali attrazioni del borgo. Lo vediamo spuntare dal lago ghiacciato, immerso di un’atmosfera straniante.

Ci fermiamo a pranzare in piccolo posto raccolto in mezzo alla neve dall’altro lato del lago, a San Valentino alla Muta. Un ultima passeggiata prima di tornare ci porta in mezzo alla neve, cercando di catturare quanti più dettagli possibili con le nostre macchine fotografiche.

Poi è già buio e lasciamo che la strada scorra sotto le ruote verso casa.

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

The Wander Playlist - Due giorni in Val Venosta | Collater.al

Tutte le foto di @buddy_bradley e @dacosanascecosa.

COSA VEDERE
Glorenza
Curon Venosta e Lago di Resia
Laces
Prato allo Stelvio
Waltes

DOVE MANGIARE
Greinhof

Foto scattate con la nuova Lumix G80

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share