Seguici sui nostri canali

Iscriviti alla newsletter di Collater.al
Rimani aggiornato con le ultime news
eng

“The Beauty” di Pascal Schelbli reimmagina la vita negli abissi

La contaminazione dei rifiuti plastici negli oceani è un problema risaputo, divulgato e ancora irrisolto con cui presto dovremo fare i conti. Ma avete mai pensato a come sarebbe il mondo se la plastica abbandonata negli abissi prendesse vita?
The Beauty”, l’ultimo cortometraggio di Pascal Schelbli prova ad immaginarlo e ci fa vivere un viaggio poetico e sconvolgente nelle profondità del mare.

The Beauty” reimmagina i rifiuti presenti negli oceani e prova a dare una nuova faccia al dilagante inquinamento plastico del mondo. Pascal Schelbli mette a nudo gli effetti insidiosi delle microplastiche, oggi parte integrante delle catene alimentari, particelle che stanno modificando con grande impatto la salute generale degli ecosistemi.

Questo cortometraggio dà un nuovo aspetto ai rifiuti e, in modo anomalo e stupefacente, racconta di un mondo dove le paure e le preoccupazioni ambientali si dissolvono nella misteriosa profondità del mare.
Buona visione. 

 

CREDITS
Director: Pascal Schelbli
VFX Supervisor: Marc Angele
Producer: Aleksandra Todorovic, Tina Vest
Rigging TD: Noel Winzen
Underwater Cinematographer: David I. Dincer
Composer: Alexander Wolf David, Petteri Sainio
Sound Design: Robin Harff
Voice Over: Charlie H Gardner
Color Grading: Peter Hacker
Additional Artists: Fynn Große-Bley, Lukas Gotkowski

 

– Guarda anche: “Less noise, more life”, il WWF contro l’inquinamento acustico

“The Beauty” di Pascal Schelbli reimmagina la vita negli abissi
Close