Art Without My Mum, la straziante storia dei migranti
Artadvertising

Without My Mum, la straziante storia dei migranti

-
Collater.al Contributors
Without My Mum | Collater.al 5

Quest’anno, in occasione della Giornata Internazionale per i Diritti di Migranti – che dal 2000 si celebra il 18 dicembre – il Consiglio dei Rifugiati in collaborazione con l’associazione Famiglie Insieme, ha realizzato Young and Alone: Without My Mum, un corto in stop motion che racconta gli orrori della guerra, e dei conflitti quotidiani in cui i bambini vengono allontanati dalle loro famiglie e lasciati senza scelta, se non quella di fuggire da soli per la loro sicurezza.

Without My Mum è stato creato da Catherine Prowse – una regista di animazione in stop motion, scenografa e modellista londinese – e racconta la storia di una madre e del suo giovane figlio, il cui rapporto familiare cambia all’istante quando la situazione violenta costringe la madre a prendere una decisione devastante: rimanere a casa sua e nel suo paese mentre questo si trasforma rapidamente una zona di conflitto, o proteggere il proprio figlio e portarlo in salvo – in qualsiasi modo possibile. Nella disperazione più totale sceglie quest’ultima opzione e, anche se suo figlio trova sicurezza in Gran Bretagna e sostegno da parte di una famiglia adottiva, non vi è un lieto fine in quanto l’adolescente resta traumatizzato dalla separazione dalla madre, che spezza la prospettiva di un futuro con lei.

Questo cortometraggio fa parte della campagna Families Together – da cui è stato finanziato – per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla difficile situazione dei bambini rifugiati che non possono ricongiungersi con nessuno dei loro familiari in Gran Bretagna a causa delle regole ingiuste e assai restrittive che vigono nel paese.

Questo perché a differenza della maggior parte degli altri stati europei, che sostengono attivamente il ricongiungimento familiare dei bambini rifugiati, le regole sull’immigrazione del Regno Unito negano a loro il diritto di ricongiungersi con qualsiasi membro della famiglia che sia ancora oltreoceano. L’obiettivo è quello di trasmettere agli spettatori che il dover fuggire di casa per questi motivi è qualcosa che potrebbe potenzialmente accadere a chiunque, anche a loro.

Artadvertising
Scritto da Collater.al Contributors
x
Ascolta su