Style Philips x Levi’s ICD+: la visione di Massimo Osti
Stylestyle

Philips x Levi’s ICD+: la visione di Massimo Osti

-
Andrea Tuzio

Questa è la storia di uno dei progetti più rivoluzionari del mondo della moda e che vede come protagonista, uno dei designer più influenti di tutti i tempi, Massimo Osti
Tutto ebbe inizio quando, sul finire degli anni ‘90, Dockers, affidò al fondatore di Stone Island e C.P. Company, il progetto “Equipment For Legs“, una collezione pensata per aiutare i giovani abitanti delle moderne città a “sopravvivere” alle sfide della vita quotidiana.

Questo nuovo approccio piacque molto a Levi’s, proprietaria del marchio Dockers, che scelse Osti per intraprendere un progetto ancora più innovativo in collaborazione con Philips: ICD+.
L’obiettivo di questa idea era quello di reinventare il concetto di workwear, facendogli fare un gigantesco passo verso il futuro, verso l’era digitale che stava per arrivare.

Mettendo insieme le competenze di tutti i partecipanti al progetto, la linea ICD+ vide la luce nel 2000 e comprendeva quattro giacche, tutte dotate di un sistema integrato di elettronica indossabile, il “Body Area Network”. 

Autonomo e rimovibile, consisteva in una serie di ingressi a cui potevano essere collegati i device come il cellulare Philips Xenium e il lettore MP3 Rush, tutti riponibili in tasche ad hoc per essere sempre nascosti e perfettamente ordinati. 

Ai nostri occhi, potrebbe sembrare un progetto antiquato, ma all’epoca dello sviluppo, l’idea di avere un telefono e un device che riproducesse musica, sempre connessi e pronti all’utilizzo, non era poi così scontata. 
I capi oscillavano tra i 600 e 1000 dollari e non ebbero un gran successo, ma il progetto dimostra quanto Massimo Osti vedesse oltre le mere dinamiche del fashion system; era conscio che la tecnologia sarebbe diventata parte integrante della nostra quotidianità immaginando e realizzando una mini collezione che rispondesse a delle esigenze che si sarebbero fatte evidenti solo molti anni dopo.

Stylestyle
Scritto da Andrea Tuzio
x
Ascolta su