Berlin, il progetto fotografico ricamato di Diane Meyer

Berlin, il progetto fotografico ricamato di Diane Meyer

Anna Cardaci · 1 mese fa · Photography

La fotografa Diane Meyer ha passato gli ultimi anni a meditare sul Muro di Berlino e sulle divisioni fisiche e visive tra le culture e le persone. Da ciò è nata l’idea di realizzare Berlin, un progetto fotografico in cui l’artista ricama con ago e filo punti meticolosi che ricoprono pedoni, muri e foreste. Ogni area ricamata rappresenta il vecchio muro, che avrebbe tagliato o bloccato le vedute catturate nelle fotografie di Meyer.

Il progetto nasce per combinare un processo analogico tradizionale con il linguaggio visivo dell’immagine digitale. Diane Meyer ha cercato di evocare come questo continui a essere una presenza ancora oggi molto sentita nella città tedesca, nonostante questo sia stato abbattuto 30 anni fa.

Reinserendo il muro di Berlino attraverso il ricamo, si vede una visione pixelata di ciò che si trova dietro, creando l’effetto di una traccia quasi fantasma nel paesaggio. I materiali utilizzati dall’artista si sono evoluti nel tempo, passando dalla fotografia diretta ad approcci più multimediali.
Il suo lavoro è stato a lungo definito da esplorazioni sulle qualità fisiche, sociali e psicologiche che caratterizzano il luogo. Le immagini del progetto Berlin sono state scattate nel centro della città e nei sobborghi dove Diane ha letteralmente seguito il vecchio percorso del muro fino ad arrivare alla periferia della città.

Grazie al ricamo ciò appare come una traccia traslucida nel paesaggio di qualcosa che non esiste più, ma è un peso sulla storia e sulla memoria.  Per il trentesimo anniversario della caduta del muro, la mostra sarà aperta al pubblico fino al 10 gennaio 2020 alla Klompching Gallery di Brooklyn, a New York.

Berlin, il progetto fotografico ricamato di Diane Meyer
Photography
Berlin, il progetto fotografico ricamato di Diane Meyer
Berlin, il progetto fotografico ricamato di Diane Meyer
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10
La sensualità delle donne ritratte da Sofiia Lupul

La sensualità delle donne ritratte da Sofiia Lupul

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

La bellezza delle donne immortalate dalla fotografa ucraina Sofiia Lupul è caratterizzata da un forte gusto per i dettagli e per le sfumature. Uno dei punti di forza delle sue immagini è l’enfasi sullo sguardo, languido e sensuale; attira lo spettatore, che ne è incantato. Non mancano le scene prettamente dedicate al corpo femminile, celebrato nella sua sinuosa armonia di forme.

Le tonalità calde del rosso e dell’arancione contribuiscono a trasmettere un senso di intimità e delicatezza, che viene evidenziata dai dettagli, quali, ad esempio, il merletto di uno slip, la luce che accarezza il corpo, una rosa tenuta in mano.

Segui Sofiia su Instagram e dai un’occhiata alla nostra gallery qui sotto:

La sensualità delle donne ritratte da Sofiia Lupul
Photography
La sensualità delle donne ritratte da Sofiia Lupul
La sensualità delle donne ritratte da Sofiia Lupul
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
Eutierria, le immagini gioiose di Sanja Marusic

Eutierria, le immagini gioiose di Sanja Marusic

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

Eutierria significa diventare tutt’uno con la natura ed è proprio quello che avviene nella serie di immagini omonima realizzata dalla fotografa e art-director olandese-croata Sanja Marusic. L’artista, classe 1991, ama sperimentare le mille potenzialità del colore in abbinamento all’armonia del corpo umano e, più in generale, possiamo definire estremamente poliedrico il suo approccio alla cultura visiva.

Le sue scene sono oniriche, psichedeliche ma allo stesso tempo alienanti, capaci di giocare con il nostro subconscio. Per la realizzazione del progetto, Sanja ha collocato i suoi modelli “assemblandoli” in abbinamento all’ambiente circostante: alcune immagini sono state scattate sul posto con l’aiuto di un make-up professionale, altre sono state manipolate in post-produzione. Il risultato è una serie di fotografie dal mood alieno.

Recentemente l’artista ha deciso di potenziare la sua ricerca estetica attraverso il mezzo del video, collaborando con diversi musicisti.

Eutierria, le immagini gioiose di Sanja Marusic
Photography
Eutierria, le immagini gioiose di Sanja Marusic
Eutierria, le immagini gioiose di Sanja Marusic
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10
I ritratti di Ihor Ustynskyy esaltano la femminilità

I ritratti di Ihor Ustynskyy esaltano la femminilità

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

Ihor Ustynskyy è un fotografo che vive e lavora nella città ucraina di Lviv e che ha focalizzato la sua ricerca artistica sul genere del ritratto. Nel suo feed Instagram si susseguono poetiche immagini di donne bellissime, dotate di personalità molto diverse tra loro, ma che si rivelano sempre e comunque femminili e sensuali.

Si passa da pose ed atmosfere soft, a immagini oniriche e di viaggio, fino ad arrivare a intriganti e sfacciate fotografie di nudo artistico. In definitiva, è come se si rappresentasse il classico passaggio dalla fase adolescenziale a quella matura, da ragazze innocenti a donne che non si fanno problemi ad esibire gli attributi della loro femminilità.

Questo passaggio non è brutale, ma avviene in maniera quasi “soave”, in cui allusione, provocazione e innocenza diventano una cosa sola: l’immagine.

Esplora la nostra gallery qui sotto:

I ritratti di Ihor Ustynskyy esaltano la femminilità
Photography
I ritratti di Ihor Ustynskyy esaltano la femminilità
I ritratti di Ihor Ustynskyy esaltano la femminilità
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya

Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

L’universo creato dal fotografo Leonard Suryajaya è psichedelico, coloratissimo e destabilizzante. L’artista si serve della fotografia per oltrepassare i confini dell’intimità, della comunità e della famiglia. Le sue opere mostrano come il quotidiano sia denso di significati nascosti, prendendo forma di bizzarri tableaux che hanno come protagonisti la sua famiglia d’appartenenza.

Inserendo i suoi cari nei progetti fotografici, incoraggia accostamenti sempre più audaci. Il risultato sono fotografie tenere e critiche, legate alle lotte contro l’autorità familiare e a favore dell’identità personale.

Bisogna evidenziare che Leonard Suryajaya è un cittadino indonesiano di origine cinese di religione buddista, educato però in scuole cristiane all’interno di un paese musulmano. Come conciliare tutte queste contraddizioni? Attraverso l’arte.

Le sue fotografie lavorano cumulativamente per stabilire narrazioni.

Nella gallery che segue ci sono diverse immagini d’impatto estrapolate dai vari interessanti progetti dell’artista.

Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya | Collater.al
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya | Collater.al
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya | Collater.al
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya | Collater.al
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya
Photography
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya
Le immagini destabilizzanti di Leonard Suryajaya
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15