Si è spento lo stilista giapponese Kansai Yamamoto

Si è spento lo stilista giapponese Kansai Yamamoto

Andrea Tuzio · 1 settimana fa · Style

All’età di 76 anni è scomparso, a causa della leucemia, lo stilista giapponese Kansai Yamamoto, la malattia gli era stata diagnosticata lo scorso febbraio ed era ricoverato presso l’ospedale di Tokyo.

Primo designer giapponese a presentare una collezione a Londra nel 1971 all’età di 27 anni, creò molti dei costumi più celebri indossati da David Bowie, come la suit “Tokyo Pop” in vinile, in occasione del tour dell’album Aladdin Sane del 1973, che il duca bianco indossò durante il concerto del 10 marzo di quell’anno alla Long Beach Arena di Los Angeles. 

Uno stile, quello di Kansai Yamamoto, sfrontato e a tratti provocatorio, infatti lo stilista è stato uno dei primi a sovvertire gli standard di genere grazie a forme nuove e colori sgargianti.
A proposito di Bowie dichiarò: “Ha una faccia insolita, non credi? Non sembra né uomo né donna. Capisci cosa intendo? Come stilista rappresenta il mio ideale, perché la maggior parte dei miei vestiti sono per entrambi i sessi. Amo la sua musica e ovviamente questo ha influenzato i miei progetti ma soprattutto c’è un’aura di fantasia che lo circonda. Ha fascino.”

Traeva spunto dalle rappresentazioni teatrali tradizionali giapponesi, Kabuki, e dai pantaloni larghi dei samurai, e nonostante questo legame fortissimo con la tradizione era amato e ammirato dai più giovani. 

La sua estetica diventò l’emblema dell’immaginario di Ziggy Stardust, il personaggio inventato e interpretato proprio da Bowie, grazie al quale Kansai Yamamoto divenne un’icona della moda di tutti i tempi.
Uno dei suoi ultimi lavori fu nel 2018 con Louis Vuitton, quando collaborò alla realizzazione dei pattern e delle grafiche di ispirazione Kabuki della collezione LV Resort 2018.

A dare la notizia della scomparsa di Yamamoto, avvenuta il 21 luglio, è stata la figlia Mirai (attrice) con un post pubblicato oggi sul suo profilo Instagram: “Ha lasciato questo mondo in pace, circondato dalle persone care. Ai miei occhi, mio padre non era solo l’anima eclettica ed energica che il mondo conosceva, ma anche una persona premurosa, gentile e affettuosa. Mi ha inondato di amore per tutta la vita. Mi ha anche insegnato a persistere dopo i fallimenti e a non lasciar andare mai via la mentalità positiva e lungimirante. Considerava le sfide come opportunità di auto-sviluppo e credeva sempre nei giorni più luminosi a venire. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno fatto parte della vita di mio padre in qualche modo, in qualche forma. Senza di voi, la sua eredità non esisterebbe. Porterò avanti l’eredità di mio padre attraverso il mio lavoro alla KANSAI SUPER STUDIO, contestualmente alla mia carriera di attrice. Così facendo, spero di diffondere nel mondo lo spirito “Genki” di Kansai Yamamoto.”

View this post on Instagram

. 父、山本寛齋は去る7月21日、 私を含め家族が看取る中、安らかに76歳にてこの世を旅立ちました。 私にとって、父はエネルギッシュで明るいことはもとより、穏やかで、寛大で、人懐っこく、コミュニケーションを大切にし、無償の愛を与えてくれた存在でした。  また人生を通して「時に折れることがあろうと、常に前向きに、果敢に挑戦し続けることが明るい未来に繋がる」ということを教えてくれました。 生前中の父・山本寛齋と関わってくださった関係者の皆さま、医療関係者の皆さま、応援してくださった皆さまへ心より感謝を申し上げます。 今後も女優業を継続する傍ら、 2020年、年初より加わりました山本寛齋率いる「KANSAI SUPER STUDIO」にて父・寛齋の「元気」をスタッフと共に継承していきたいと思っておりますので、よろしくお願い申し上げます。 2020年7月27日 山本未來 ————————————————————— On July 21st, my father, Kansai Yamamoto, passed away at the age of 76. He left this world peacefully, surrounded by loved ones. In my eyes, my father was not only the eclectic and energetic soul that the world knew him as, but someone who was also thoughtful, kind-hearted, and affectionate. He valued communication and showered me with love throughout my entire life. He also taught me to persist throughout failures and to never let go of a positive, forward-looking mindset. He viewed challenges as opportunities for self-development and always believed in the brighter days ahead. I want to thank everyone who has touched my father’s life in some way, shape, or form. Without you, his legacy would not exist. I will continue supporting this legacy of my father through my work at KANSAI SUPER STUDIO, alongside my acting career. In doing so, I hope to spread Kansai Yamamoto’s spirit of “Genki” to the world. Sincerely, Mirai Yamamoto 7/27/2020

A post shared by Mirai Yamamoto 山本未來 (@miraiyamamoto_official) on

Si è spento lo stilista giapponese Kansai Yamamoto
Style
Si è spento lo stilista giapponese Kansai Yamamoto
Si è spento lo stilista giapponese Kansai Yamamoto
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Pocket, la console per giocare e fare musica

Pocket, la console per giocare e fare musica

Emanuele D'Angelo · 2 giorni fa · Design

Un palmare portatile con sistema multi-video-gioco. Una postazione di lavoro audio digitale con sintetizzatore e sequencer integrati.
Pocket è tutto questo, perfetto per gli amanti dei videogiochi ma anche e soprattutto per chi vuole fare musica.

Con un design retrò molto simile ai primi Gameboy progettati da Nintendo, la piccola console progettata da Analogue ha uno schermo LCD in Gorilla® Glass da 3,5″, con una risoluzione di 1600×1440 px.

La console è inoltre compatibile con la libreria di cartucce di gioco del Game Boy, Game Boy Color & Game Boy Advance.
Pocket funziona anche con adattatori per cartucce per altri sistemi portatili. Come Game Gear, Neo Geo Pocket Color e Atari Lynx.

Possiede anche una postazione audio digitale integrata chiamata Nanoloop, è un sintetizzatore e un sequencer. Progettato anche per la creazione di musica e per le performance dal vivo, crea suoni di forma, stretch e morph.

Ieri, il giorno del lancio, è andato letteralmente a ruba, tutto sold-out dopo pochissimi minuti.

Pocket, la console per giocare e fare musica
Design
Pocket, la console per giocare e fare musica
Pocket, la console per giocare e fare musica
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4
Galaxy Unpacked 2020: tutte le novità firmate Samsung

Galaxy Unpacked 2020: tutte le novità firmate Samsung

Giulia Guido · 2 giorni fa · Design

È bastato un video di 15 secondi, pubblicato circa un mese fa, che mostra una S Pen Samsung da cui cola una goccia di metallo fuso per mandare in visibilio gli amanti e gli appassionati di tecnologia di tutto il mondo. Il teaser è stato realizzato per annunciare il Samsung Galaxy Unpacked 2020, un evento imperdibile che verrà trasmesso in streaming mercoledì 5 agosto alle ore 16.00 italiane.

Durante l’evento, Samsung svelerà le novità che usciranno nella seconda metà di quest’anno. Si tratta di un vero e proprio nuovo ecosistema di dispositivi Galaxy che, nonostante non siano ancora stati presentati ufficialmente, hanno già creato un’atmosfera di trepidante attesa.

Se vi siete incuriositi e non vedete l’ora di scoprire tutti i dettagli, le caratteristiche e il design delle novità Samsung, non vi resta che seguire la diretta streaming del Galaxy Unpacked 2020 che inizierà domani, mercoledì 5 agosto alle ore 16.00!

Registrati qui per non perderti la diretta streaming.

Galaxy Unpacked 2020: tutte le novità firmate Samsung
Design
Galaxy Unpacked 2020: tutte le novità firmate Samsung
Galaxy Unpacked 2020: tutte le novità firmate Samsung
1 · 2
2 · 2
Le tende di Dré Wapenaar  sospese sugli alberi

Le tende di Dré Wapenaar sospese sugli alberi

Emanuele D'Angelo · 22 ore fa · Design

Se siete alla ricerca di una vacanza fuori dall’ordinario, il designer olandese Dré Wapenaar ha progettato delle tende a forma di goccia sospese tra gli alberi. Appese al di sopra del terreno e accessibili tramite una scala, le tende ad albero “Tranendreef” offrono una vacanza a stretto contatto con la natura.

In Belgio, come in Italia, quest’anno molti stanno decidendo di restare nelle vicinanze di casa e investire nel turismo del proprio paese per le vacanze estive.
Così l’area di Borgloon, famosa per il suo paesaggio verde mozzafiato, ha registrato un grande aumento delle prenotazioni. Qui si può soggiornare nella rovina aperta di Borgloon-Heers dove dal 2011 si trovano anche un gran numero di opere d’arte a cielo aperto.

Le tende “Tranendreef” sugli alberi di Dré Wapenaar sono dotate anche di mobili da campo che permettono di sedersi, lavarsi, usare la toilette e il barbecue progettati dall’artista Ardie Van Bommel.

Le tende sono pensate per garantire il massimo comfort e non sono in vendita per il grande pubblico perché sono considerate opere d’arte.
Ideate negli anni ’90 per supportare gli attivisti ambientali che cercavano di impedire l’abbattimento degli alberi, le tende sono state esposte a New York e in tutta Europa.

Le tende possono ospitare fino a due adulti e due bambini.
I costi si aggirano circa a 70 euro a notte, sono disponibili fino al 30 settembre e poi verranno rimosse.

Le tende di Dré Wapenaar sospese sugli alberi
Design
Le tende di Dré Wapenaar sospese sugli alberi
Le tende di Dré Wapenaar sospese sugli alberi
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4
NOMOTO, l’irriconoscibile moto progettata da Joey Ruiter

NOMOTO, l’irriconoscibile moto progettata da Joey Ruiter

Emanuele D'Angelo · 6 giorni fa · Design

“Ci sono biciclette incatenate ai pali, muri con graffiti, il suono delle chiacchiere di un caffè. Quello che non si riconosce è il concetto di moto del designer Joey Ruiter.”

Designer pluripremiato e acclamato in tutto il mondo, Joey Ruiter si spinge oltre i confini per trasformare gli oggetti di uso quotidiano in prodotti tanto utili quanto stupefacenti. La sua prospettiva, il suo stile e il suo approccio unici sfidano i principi del design e ci portano a ripensare come vediamo le cose e cosa potrebbe essere possibile.

Secondo l’artista l’arte del design avviene quando si cambia il modo in cui le cose vengono percepite. Sfida le convenzioni e crea nuove storie, interazioni e la rarità che vogliamo e ricerchiamo.

Con la sua NOMOTO è riuscito a stupirci ancora con un design unico, quando si preme un pulsante, la moto si solleva, si apre e sbuca fuori un sedile. La moto diventa una tela per i graffiti, una panchina per un momento di riposo. Diventa quasi un elemento della città.

Il progetto di Ruiter non riguarda affatto una moto, ma l’ambiente in cui si trova. Si tratta di puro trasporto, qualcosa che fa parte del quartiere. Ruiter e il suo studio J.RUITER si occupano di “cercare di spingere il design al punto di non esserci”.

NOMOTO, l’irriconoscibile moto progettata da Joey Ruiter
Design
NOMOTO, l’irriconoscibile moto progettata da Joey Ruiter
NOMOTO, l’irriconoscibile moto progettata da Joey Ruiter
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8