Design Il museo firmato Tadao Ando nella Bourse de Commerce
Designarchitecture

Il museo firmato Tadao Ando nella Bourse de Commerce

-
Emanuele D'Angelo

Nel lontano, ormai, 2017, l’architetto giapponese Tadao Ando insieme al suo team ha presentato un progetto per trasformare l’antica Bourse de Commerce di Parigi costruita nel 1763 in un museo.

La Pinault Collection ha infatti chiesto e ottenuto la concessione della Bourse de Commerce per 50 anni, l’imprenditore francese François Pinault esporrà alcuni pezzi pregiati della sua personale collezione.
La sua fondazione non è nuova a simili operazioni, gestisce già gli spazi espositivi di Palazzo Grassi e Punta della Dogana a Venezia.

Adesso, dopo vari rallentamenti dovuti alla pandemia che ne hanno ritardato l’inaugurazione, il museo aprirà le sue porte al pubblico il 23 gennaio 2021. Mancano solo gli ultimi ritocchi, di un progetto sì avveniristico ma anche abbastanza complesso.
L’intervento per Tadao Ando è stato tutt’altro che semplice dal momento che è obbligato sia a rispettare l’edificio originario che adattarlo alle sue nuove funzioni espositive.

Ma nonostante queste imposizioni, l’architetto giapponese coadiuvato anche dagli architetti francesi Pierre-Antoine Gatier, Lucie Niney e Thibault Marca è riuscito a superare anche questa sfida.

L’idea è stata quella di inserire al centro dell’edificio circolare un cilindro nuovo di cemento in stile Tadao Ando, che si innalza verso la cupola centrale posizionata a 35 metri di altezza, ma senza raggiungerla, lasciando così spazio alla luce. 

Una sfida abbondantemente superata dall’architetto giapponese che adesso dopo anni e anni è pronto ad accogliere, appena sarà possibile, i suoi ospiti nei 3.000 metri quadrati di spazio espositivo modulare.

Designarchitecture
Scritto da Emanuele D'Angelo
x
Ascolta su