La nuova Air Max 1, da uno sketch su carta alla vita reale

avatar
28 Giugno 2019

È in uscita l’Air Max 1 “Sketch” nata dal disegno che Tinker Hatfield fece nel 1987. Fu la prima scarpa Nike ad avere l”’air” visibile.

Nike rende omaggio a uno dei primi disegni di Tinker Hatfield per l’Air Max 1 Tinker “Sketch”. Il paio ha come nucleo il fai-da-te, portato dalla carta alla vita reale, con un’attenta scelta di materiali.
Con questa silhouette nel 1987, il designer fissò nella storia il traguardo dell’innovazione per la label.
Questa volta è stata realizzata con una base in rete bianca e suede ruvido con un “parafango” colorato da un segno “sketchato” in classico Gym Red. La loro particolarità è data anche da delle note scritte a mano, che caratterizzano l’intera scarpa, insieme alla scritta “SKETCH, PROPERTY OF NIKE, NOT FOR RESALE” nascosta sulla fodera interna.
Anche la linguetta riporta, nello stesso stile scarabocchiato, il logo.

La firma del designer si trova sulla scarpa sinistra, sul tallone, mentre nella destra c’è il logo “Nike Air” ricamato. La suola ci rivela gli schizzi del disegno originale che danno il tocco finale a questa icona che viene rivisitata ancora una volta, ma in edizione ancora più limitata del solito.
Ad aggiunge il tocco finale la suola traslucida che rivela le linee degli schizzi.

La scarpa è una lettera d’amore al momento in cui tutto iniziò. Sarà in uscita in occasione dell’ Indipendence Day il 4 luglio.

Testo di Elisa Scotti

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share