Style A.P.C. ritrova le sue radici con Jane Birkin
Stylestyle

A.P.C. ritrova le sue radici con Jane Birkin

-
Andrea Tuzio

A.P.C. è di certo uno dei brand più interessanti del panorama high streetwear. 
Fondato da Jean Touitou nel 1987, A.P.C. è un marchio di abbigliamento francese, autentico e accessibile sia per estetica che per filosofia. Se A.P.C. si è fatto conoscere per i suoi classici jeans in denim grezzo, oggi offre una collezione completa di abbigliamento e accessori per uomo e donna che incarna un’eleganza semplice e naturale. Jean Touitou lavora con sua moglie, Judith Touitou, che è direttore artistico del brand. A.P.C. rispecchia a pieno la visione del suo fondatore, composta da un’estetica minimalista ed essenziale. È proprio questa identità, elegante e casual, che rende A.P.C. un brand quasi senza tempo. 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da A.P.C. (@apc_paris)

Oggi A.P.C. lancia una nuova collezione in collaborazione con l’attrice, cantante e regista britannica ma naturalizzata francese Jane Birkin, già disponibile sul sito del brand francese.. Una vera e propria icona del mondo della cultura francese – indimenticabile la scena di Blow-Up di Michelangelo Antonioni (1966) in cui la Birkin compare in topless – grazie anche alla sua storia d’amore e al sodalizio artistico con Serge Gainsbourg.

Jean Touitou ha commentato così la collaborazione con l’attrice:
“Jane Birkin sa come vestirsi. Questo è evidente quando si parla con lei. Sa anche dare una dimensione molto letteraria alla sua attrazione per questo materiale o questa forma. Per esempio, quando parla del velluto a coste, racconta di come ammirava ed era incuriosita dai giovani francesi che indossavano pantaloni di velluto a coste a Londra. È quasi l’inizio di un romanzo. È anche alla costante ricerca di un abito da uomo <<con cui presentarsi a una festa senza vergognarsi di essere, come si suol dire, una pecora travestita da lupo!>>, e di pantaloni con tasche profonde che rendano superflua la borsa. Con lei e sotto la sua guida abbiamo cercato di perfezionare tutti i suoi outfit quotidiani. Ammetto che, in apparenza, non sembra nulla di speciale, perché non c’è nulla di spettacolare, se non – usando le parole di Jane – buoni materiali di base che invecchiano bene, perché le piace conservare i suoi abiti per anni, e finiture all’altezza del loro nome. In realtà, era l’unica persona con cui avremmo potuto fare questo tipo di lavoro, che è, allo stesso tempo, una sorta di ritorno alle nostre radici in termini di metodo di lavoro Old A.P.C”.

Stylestyle
Scritto da Andrea Tuzio
x
Ascolta su