Design Casa Ojalá, la cabina personalizzabile di Beatrice Bonzanigo
Designarchitecture

Casa Ojalá, la cabina personalizzabile di Beatrice Bonzanigo

-
Giulia Guido

Vi basterà una sola occhiata al progetto per convincervi del fatto che Casa Ojalá è la casa dei vostri sogni. 

Casa Ojalá nasce dalla mente di Beatrice Bonzanigo, architetto italiana classe 1984 e co-fondatrice dell’IB Studio. Oltre a lavorare alle ristrutturazioni di cascine, casali, ville e chalet, qualche anno fa l’architetto, insieme al socio Ryan Nesbitt, ha cominciato a lavorare a un progetto ambizioso e visionario presentato durante la Milano Design Week del 2019. 

Casa Ojalà può essere definita una casa della mille possibilità

Infatti, nonostante i suoi 27 metri quadrati, l’abitazione è stata concepita come uno spazio personalizzabile e modificabile non solo da un punto di vista estetico, ma anche per quanto riguarda la divisione degli interni. 

La cabina si presenta con due camere, una matrimoniale e una singola, un bagno, un soggiorno e una terrazza. Però, grazie a sistema meccanico manuale composto da carrucole e manovelle che controlla pareti scorrevoli e botole a pavimento e a soffitto, ogni spazio può diventare qualcos’altro. Addirittura, la divisione tra gli ambienti può essere completamente annullata e Casa Ojalá può diventare una terrazza circolare. 

Questa caratteristica non deve indurvi a pensare che la casa sia priva dei servizi necessari. Al centro della struttura si trova un blocco suddiviso in sette sezioni che incorporano tutte le funzioni essenziali, dall’armadio al lavandino. 

Inoltre, data la possibilità di poterla costruire quasi ovunque, Casa Ojalá è dotata di un sistema di raccolta dell’acqua piovana, di pannelli fotovoltaici e anche di una stufa, anche se la struttura si sposa meglio con luoghi dal clima temperato. 

Questo basterebbe già a far salire Casa Ojalá in cima alla classifica dei luoghi in cui vorremmo vivere, ma il bello non finisce qui. Il progetto è, infatti, un esempio dell’eccellenza del Made in Italy, sia perché il meccanismo attorno al quale si sviluppa il progetto è stato trasformato in realtà da un gruppo di ingegneri meccanici e strutturisti di Brescia, sia perché ogni singolo elemento, dai legni ai tessuti, dai sanitari all’illuminazione, sono stati scelti dai migliori fornitori italiani. 

Scoprite tutti i dettagli di questo gioiellino sul sito ufficiale e su Instagram!

Designarchitecture
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su