Art Il design moderno della Chiesa del Buon Ladrone
Artarchitecture

Il design moderno della Chiesa del Buon Ladrone

-
Collater.al Contributors
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20

Solitamente, quando pensiamo a come è fatta una chiesa, la prima cosa che ci viene in mente è qualcosa di strutturato, pieno di statue dei diversi martiri e quadri. Un ambiente piuttosto complesso. Bene, toglietevi dalla testa questa immagine e date il benvenuto a una nuova, quella della Chiesa del Buon Ladrone, una chiesa che unisce il design moderno con la spiritualità situata nei dintorni di Bologna. Questa è stata progettata da un gruppo di studi di architettura del territorio tra cui INOUTarchitettura, LAMBER + LAMBER e LADO Architetti.

Il progetto, guidato dalla comunità, vuole essere uno spazio sacro, riconoscibile e inclusivo senza rinunciare ovviamente al simbolismo. L’edificio prende spunto dall’immagine archetipica di una chiesa, rispecchiandone fedelmente l’essenza e cercando un’architettura priva di pietà. Le facciate della chiesa sono bianche ed evocano il marmo dell’architettura classica senza togliere alcunché alla modesta geometria dell’edificio. Il perimetro è costituito da pareti che si piegano e si staccano l’una dall’altra, evolvendosi in ampie aperture che consentono la presenza di due punti di accesso all’aula principale, oltre all’ingresso primario.

Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20

All’intero della Chiesa del Buon Ladrone sono presenti delle nicchie incassate nelle pareti le quali ospitano il battistero, la cappella dei giorni feriali e l’area del coro. Le panche sono disposte nello spazio formando un semicerchio intorno all’altare, evocando un abbraccio. Tutti gli elementi di culto, come l’altare e la facciata battesimale, sono realizzati in pietra selenite, materiale locale dei colli bolognesi.

I pavimenti sono composti da legno e completano la tavolozza dei materiali naturali. All’esterno della Chiesa del Buon Ladrone sono presenti altri due edifici parrocchiali che sono disposti all’interno di cortile alberato che ha la funzione di fare da filtro da e verso l’ambiente urbano. Inoltre è presente anche un tetto spiovente che collega la chiesa a uno degli edifici e funge da giardino pensile comunitario, sottolineando ulteriormente il legame della chiesa con il contesto urbano.

Il concetto di liberazione e di redenzione è un elemento cardine di questa struttura e viene ancor più rafforzato dal coinvolgimento diretto dei detenuti, nella fase di costruzione, del carcere La Dozza di Bologna, i quali, al termine della pena e dopo un periodo di formazione, hanno contribuito allo sviluppo del progetto.

Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Chiesa del Buon Perdono | Collater.al 20
Artarchitecture
Scritto da Collater.al Contributors
x
Ascolta su