Un’estate in Sicilia: il diario visuale di Daniel Farò

Un’estate in Sicilia: il diario visuale di Daniel Farò

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

Il fotografo italo-tedesco Daniel Farò, dopo aver trascorso un’estate indimenticabile in Sicilia, ha sviluppato la pellicola fotografica con la quale ha voluto documentare la sua esperienza. Daniel, dopo aver vissuto per 19 anni in Sicilia, oggi si è stabilito a Berlino, nonostante porti sempre nel cuore l’immagine, i sapori e le atmosfere della sua terra; proprio per questo motivo la sua intenzione era quella di “tornare dove tutto è cominciato“.

Volevo raccontare la Sicilia con lo sguardo di un turista, ricordandomi tutta la bellezza che questa terra regala.

Le immagini di Daniel si soffermano sui dettagli che rendono l’isola così magica: si passa dalla giustapposizione di scenari turchesi ai toni caldi del dell’Etna, fino alla documentazione dei repentini cambiamenti climatici. La delicatezza delle sue immagini racchiude le cose essenziali e genuine, tipiche della location in cui sono state scattate; ma non si parla solo di questo, perché l’esperienza vissuta dall’artista è anche il diario visuale di un viaggio intrapreso con i suoi amici più cari.

Un'estate in Sicilia il diario visual di Daniel Farò

Il viaggio di Daniel inizia nella parte orientale dell’isola, a casa dei suoi genitori, ai piedi del gigante benevolo, come lo chiamano i siciliani: L’Etna. La presenza del vulcano contribuisce a donare una tavolozza di colori che varia dal rosso profondo, fino al nero. Dopo essersi spostato a sud per rilassarsi sulle bellissime spiagge di Noto e Calamosche, il fotografo e i suoi amici si sono recati nella città di Agrigento, proseguendo verso ovest fino alla Scala dei Turchi.

Al tramonto, una scogliera bianca, ricca di calcare, si colora d’oro in tutte le sue sfumature, circondata dal mare azzurro: ho vissuto un momento perfetto.

L’esperienza di Daniel termina con un sontuoso pranzo in compagnia, per fortuna non tutto finisce, ma si può rivivere attraverso le immagini.

Un'estate in Sicilia il diario visual di Daniel Farò
Un'estate in Sicilia il diario visual di Daniel Farò
Un'estate in Sicilia il diario visual di Daniel Farò
Un'estate in Sicilia il diario visual di Daniel Farò
Un’estate in Sicilia: il diario visuale di Daniel Farò
Photography
Un’estate in Sicilia: il diario visuale di Daniel Farò
Un’estate in Sicilia: il diario visuale di Daniel Farò
1 · 24
2 · 24
3 · 24
4 · 24
5 · 24
6 · 24
7 · 24
8 · 24
9 · 24
10 · 24
11 · 24
12 · 24
13 · 24
14 · 24
15 · 24
16 · 24
17 · 24
18 · 24
19 · 24
20 · 24
21 · 24
22 · 24
23 · 24
24 · 24
Ten Loaves For A Bungalow Conversion di Will Hooper

Ten Loaves For A Bungalow Conversion di Will Hooper

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

La serie d’immagini Ten Loaves for a Bungalow Conversion, realizzata dal fotografo britannico Will Hooper, è caratterizzata da una forte impronta cinematografica. Ogni immagine sembra sia stata catturata in maniera del tutto spontanea e casuale invece, le scene facevano parte originariamente di un set di prova per un film che Hooper intendeva realizzare.

Dopo aver visto le prime immagini, l’artista ha radicalmente cambiato idea e ha deciso di produrre una serie visuale che si concentra sulla bellezza della vita di tutti i giorni. Il risultato è un progetto dal sapore tragi-comico, che intriga e confonde lo spettatore.

L’ironia è tipica di gran parte del lavoro di Hooper, che tende a scandagliare nei recessi della psiche umana: l’apparentemente illogico diviene un racconto poetico.

Dai un’occhiata al sito dell’artista qui.

Ten Loaves For A Bungalow Conversion di Will Hooper | Collater.al
Ten Loaves For A Bungalow Conversion di Will Hooper
Photography
Ten Loaves For A Bungalow Conversion di Will Hooper
Ten Loaves For A Bungalow Conversion di Will Hooper
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
L’immaginario del profilo IG @rara_pinkman

L’immaginario del profilo IG @rara_pinkman

Claudia Fuggetti · 1 mese fa · Photography

L’amore è un abbraccio, la tristezza è una sigaretta fumata guardando il nulla: ci si perde in un mondo dove il tempo è sospeso nel vuoto all’interno del profilo Instagram @rara_pinkman. Il feed è caratterizzato da immagini che hanno come protagoniste delle ragazze dagli sguardi innocenti, dalla pelle candida, ritratte quasi sempre in atteggiamenti malinconici.

Sembra che l’immaginario targato @rara_pinkman punti tutto sulle emozioni, catturate in quel preciso istante in cui il tempo sembra smaterializzarsi, scomparire e perdersi.

La contemplazione diventa la seconda protagonista di queste fotografie curatissime dal punto di vista compositivo: il soggetto è posto quasi sempre al centro della scena ed occupa gran parte di essa, portando l’occhio dello spettatore ad entrare al suo interno.

Dai un’occhiata al profilo Instagram di @rara_pinkman e non perderti la nostra selezione fotografica qui sotto:

L'immaginario del profilo IG @rara_pinkman | Collater.al 10
L'immaginario del profilo IG @rara_pinkman | Collater.al
L'immaginario del profilo IG @rara_pinkman | Collater.al
L’immaginario del profilo IG @rara_pinkman
Photography
L’immaginario del profilo IG @rara_pinkman
L’immaginario del profilo IG @rara_pinkman
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Best of 2019 – NSFW Photography

Best of 2019 – NSFW Photography

Giulia Pacciardi · 4 settimane fa · Photography

I progetti fotografici NSFW (not safe for work), aka quelli che sarebbe meglio guardare lontani da occhi indiscreti, sono da sempre un pezzo forte della nostra selezione.
Sono quelli che entrano a far parte dei più letti non appena pubblicati per poi rimanere lì, sui gradini più alti dei nostri fedeli strumenti di analisi.
Questi articoli però, nonostante l’acronimo che utilizziamo per definirli, non raccontano solo storie di nudo, anzi raccontano rapporti delicati, estremamente sinceri e vulnerabili, progetti eterei e sensuali.

Qui trovate i 10 più letti durante l’ultimo anno, ma se non ne doveste avere
abbastanza, abbiano un intero archivio fatto appositamente per voi.
Buona rilettura.

Le immagini dreamy NSFW di Alessandro Casagrande

Femminilità, intimità e delicatezza sono tutti elementi che vanno a comporre gli scatti NSFW del fotografo italiano Alessandro Casagrande, artista i cui scatti sono circondati da un’atmosfera nostalgica.
Il corpo della donna è protagonista di una serie fotografica che sembra frutto di un album di ricordi, il racconto di una storia d’amore che entra in sintonia con le emozioni dello spettatore, di chi nulla può sapere ma che riesce lo stesso a sentire.

Corpi femminili e natura negli scatti di Anne Barlinckhoff

Anne Barlinckhoff è una fotografa di origine olandese che attraverso la sua macchina fotografica cattura un mondo sensuale, libero ed erotico in cui i protagonisti sono le donne, i suoi soggetti preferiti.
Nei suoi scatti i corpi raccontano storie che vanno oltre qualsiasi forma di pregiudizio, si sfiorano, si toccano e si uniscono in un mix di sensualità, delicatezza e natura.

Truthness, le immagini NSFW di Evelyn Bencicova

Truthness, il progetto fotografico dell’artista slovacca Evelyn Bencicova, esplora il ritratto come forma di dialogo o di monologo, come mezzo di comunicazione schietto e diretto, ma allo stesso tempo fragile e vulnerabile.
Questa serie fotografica cattura la complessità dei nostri mondi interiori mettendo a nudo le emozioni a l’essenza dei suoi protagonisti, le donne si liberano di tutto ciò che è superfluo, rivelandosi in tutta la loro splendida fragilità.

Lo stile cinematografico e NSFW degli scatti di Lou Escobar

Lou Escobar è una fotografa e film-maker francese che realizza splendide immagini caratterizzate da uno stile fortemente cinematografico, quasi tutti i suoi scatti sembrano estrapolati dalle scene di un film hollywoodiano.
Le donne immortalate da Lou Escobar sono a loro agio con il proprio corpo e diventano icone di un tipo di sessualità audace, che trasmetteno libertà e sensualità, anche solo attraverso lo sguardo.

Søster Studio, la bellezza autentica del corpo femminile

Il progetto fotografico del Søster Studio è tutto incentrato sull’autenticità e l’empowerment delle donne.
Tutte le immagini, realizzate da un team d’eccezione formato dalla stilista Kama Krystel, la fotografa Anne-Line Nygaard e la fondatrice del marchio Pernille Nadine, sono scattate su pellicola e non sono state ritoccate, questo per accentuare l’identità delle modelle e permettere alle stesse di esplorare la loro sensualità e diversità senza finzione.

Carlota Guerrero e la nuda bellezza delle donne

Carlota Guerrero è una fotografa autodidatta le cui fotografie esplorano il concetto di bellezza senza censura.
Negli anni, lo stile dei suoi scatti si è rivelato perfetto per editoriali di alta moda ma per la realizzazione di performance artistiche che ruotano attorno al corpo della donna.
Ciò che ha reso i suoi lavori riconoscibili e molto amati è il modo in cui ritrae il corpo, non ci sono limiti e barriere ma solo la delicata sensualità con cui li descrive.
Le donne che ritrae rappresentano la libertà di mostrarsi e di mostrare il proprio corpo, non perché obbligate a farlo, ma perché libere di farlo.

Il film diary della fotografa Shannon Tomasik

Shannon Tomasik è una fotografa del Michigan che sembra scattare le sue fotografie per un diario personale.
Con la sua macchina fotografica 35 mm a pellicola crea scatti dall’estetica cinematografica, che lei stessa definisce indie, con i quali racconta emozioni, attimi di vita, il rapporto con se stessi, con gli altri e con uno spazio spesso vuoto e malinconico.
Le sue immagini non celano il bisogno di comunicare con urgenza storie personali in cui è semplice sentirsi un po’ protagonisti.

Girls! Girls! Girls!, gli scatti NSFW di Francesca Jane Allen

Francesca Jane Allen, è una fotografa con base a Londra che nonostante la sua giovane età ha già scattato per molteplici riviste e brand di moda.
Il suo stile, che ritroviamo anche nel progetto Girls! Girls! Girls!, è sensuale, fresco e femminile.
Le donne di Francesca Jane sono indipendenti e libere da ogni tabù, capaci di trasmettere forza e allo stesso tempo fragilità. Le sue immagini NSFW esaltano corpi magri e slanciati, curvy e sinuosi, androgini o iperfemminili con la stessa importanza, facendo sentire tutte le donne parte di un linguaggio estetico che non esclude nessuno.

Il mondo dietro uno specchio, gli scatti romantici NSFW di František Konopa

František Konopa è un giovane fotografo autodidatta della Repubblica Ceca che usa l’arte per comunicare la bellezza più reale, quella dei volti, dei loro sorrisi e dei loro occhi, quando sono soli e quando amano.
Uno dei suoi ultimi progetti è una collezione di scatti NSFW in bianco e nero che parlano di amore e intimità con una delicata sensualità.

I ritratti femminili di Marat Safin

I ritratti femminili di Marat Safin, fotografa russa, trasmettono un senso di calma e intimità. 
Le sua protagoniste sono le donne, in casa, in cucina, sdraiate sul letto, immerse nella natura, libere tra l’erba alta, donne che guardano in macchina o immortalate in pose spontanee. 
La luce calda tipica dei suoi scatti rende immediatamente l’atmosfera familiare, restituendoci un’aria di casa, di tranquillità.

Best of 2019 – NSFW Photography
Photography
Best of 2019 – NSFW Photography
Best of 2019 – NSFW Photography
1 · 42
2 · 42
3 · 42
4 · 42
5 · 42
6 · 42
7 · 42
8 · 42
9 · 42
10 · 42
11 · 42
12 · 42
13 · 42
14 · 42
15 · 42
16 · 42
17 · 42
18 · 42
19 · 42
20 · 42
21 · 42
22 · 42
23 · 42
24 · 42
25 · 42
26 · 42
27 · 42
28 · 42
29 · 42
30 · 42
31 · 42
32 · 42
33 · 42
34 · 42
35 · 42
36 · 42
37 · 42
38 · 42
39 · 42
40 · 42
41 · 42
42 · 42
Era Mare, un libro fotografico che fa riemergere Venezia

Era Mare, un libro fotografico che fa riemergere Venezia

Anna Cardaci · 4 settimane fa · Photography

Era Mare è un libro fotografico recentemente pubblicato che racconta il disastro causato dall’alta marea che ha colpito la laguna di Venezia lo scorso novembre.

Si tratta di un libro di circa 24 pagine con al suo interno fotografie e testi sia in italiano che in inglese. Tutto il ricavato andrà all’associazione culturale Do.Ve, formata da privati e attività commerciali che da un paio d’anni si occupano della tutela e della valorizzazione di parte del sestiere di Dorsoduro. L’associazione, a sua volta, si è impegnata a usare il denaro ricavato dalla vendita per aiutare chi, dopo l’acqua alta, non è ancora riuscito a ricominciare.

Il progetto è nato grazie al fotografo Matteo de Mayda il quale era presente in quei giorni nella città veneta. L’artista ha documentato ciò che è successo e dai suoi scatti molto toccanti è partito Era Mare, un progetto formato con il supporto dello studio bruno (Andrea Codolo e Giacomo Covacich) e i testi della curatrice Francesca Seravalle.
La particolarità della pubblicazione è quella di essere divisa in due metà: una emersa e una sommersa, con la parte superiore apparentemente normale che acquista tutt’altro significato e impatto quando viene completata da quella inferiore.

Era Mare | Collater.al 1
Era Mare | Collater.al 1
Era Mare | Collater.al 1

Un’acqua cheta silente persisteva e cancellava i contorni definiti tra le fondamenta e i rii, tra i canali e le calli, inghiottendo le strade e isolando i ponti, eletti a luoghi d’incontro in cui i pochi abitanti rimasti potevano salutarsi all’asciutto. Ogni tanto, per qualche ora, capitava che il mondo sommerso emergesse, mostrando magnifici mosaici bizantini, palladiane e terrazzi alla veneziana – cit. Francesca Seravalle.

Matteo, nei giorni dell’alluvione, si trovava a Venezia con l’idea di fare qualche scatto per la città dove l’acqua alta era la normalità senza dunque aspettarsi eventi straordinari. Ciò che si percepisce dai suoi scatti è sicuramente l’ironia con cui è stato affrontato questo evento e la forza del popolo veneziano che ha reagito nel migliore dei modi.

Era Mare | Collater.al 1
Era Mare | Collater.al 1

Ogni scatto di Era Mare è delicato, trasmette sensazioni forti e contrastanti, raccontando una storia ed evitando la cronaca d’assalto dei danni per rispetto delle persone colpite. Il reportage narra l’atmosfera sospesa e fragile di Venezia, della sua laguna e dei veneziani.

Se anche tu vuoi contribuire ad aiutare i piccoli commercianti che hanno subito grossi danni, puoi andare sul sito e fare una libera donazione! Ad ogni offerta viene regalato e spedito a casa il libro.

Era Mare | Collater.al 1
Era Mare | Collater.al 1
Era Mare | Collater.al 1
Era Mare | Collater.al 1
Era Mare, un libro fotografico che fa riemergere Venezia
Photography
Era Mare, un libro fotografico che fa riemergere Venezia
Era Mare, un libro fotografico che fa riemergere Venezia
1 · 22
2 · 22
3 · 22
4 · 22
5 · 22
6 · 22
7 · 22
8 · 22
9 · 22
10 · 22
11 · 22
12 · 22
13 · 22
14 · 22
15 · 22
16 · 22
17 · 22
18 · 22
19 · 22
20 · 22
21 · 22
22 · 22