Art Excentrique(s) – Daniel Buren
Artvideo

Excentrique(s) – Daniel Buren

-
Fontastiko
Excentrique(s) - Caleidoscopica installazione di Daniel Buren

Nato a Boulogne-Billancourt (Île-de-France) il 25 marzo del 1938, Daniel Buren è un pittore e artista concettuale autore nel 1986 de “Les Deux Plateaux”, una delle installazioni più controverse della storia francese: 260 colonne ottagonali a strisce bianche e nere che partendo dal sottosuolo del Palais-Royal inneggiano alla “Francia che verrà”.

Un’opera che segna il punto di partenza di un lunghissimo dibattito sull’integrazione tra arte classica e moderna ancora oggi non del tutto esauritosi.

Excentrique(s) - Caleidoscopica installazione di Daniel Buren

Il , dopo Anselm Kiefer, Richard Serra, Christian Boltanski e Anish Kapoor, chiamato a progettare un lavoro su misura per il Monumenta, l’evento artistico mondiale organizzato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese che ogni anno si tiene all’interno del Grand Palais di Parigi, l’edificio nato per ospitare l’Esposizione Universale del 1900.

Un artista che abbraccia la scuola di pensiero secondo la quale un lavoro non può essere considerato indipendente dal luogo per cui è stato progettato, così come la sua “Excentrique(s)”: una “foresta colorata” composta da 377 cerchi di ferro ricoperti di plastica blu, gialla, arancio/rossa e verde, larghi dai 2 ai 6 metri e alti dai 2.50 metri fino ai 3, al cui centro si apre uno spazio circolare di circa 900 m² in cui vi sono posizionati 7 grandi specchi che i visitatori possono calpestare, sedersi e sdraiare.

Un’esperienza sensoriale che ha nel suono l’altra sua grande componente.
Infatti, se a livello visivo tutto dipende dall’umore di Parigi, la cui luce produce ogni giorno tonalità differenti, al livello sonoro ciò che dà la sensazione di trovarsi in una moderna foresta multicolore è data dal connubio tra le voci naturali dei visitatori e quella dei 37 speaker di diverse nazionalità che per ben 2 ore scandiscono in ordine alfabetico i nomi dei 4 colori adottati come copertura dei cerchi.

Un’installazione mastodontica aperta al pubblico solo dal 10 Maggio al 21 giugno 2012, giorno alla fine del quale l’opera ha cessato di “vivere” per continuare a esistere esclusivamente nella memoria e le foto dei suoi visitatori.

Un viaggio eccentrico tra le voci colorate di una foresta di luce.

Excentrique(s) - Caleidoscopica installazione di Daniel Buren
Excentrique(s) - Caleidoscopica installazione di Daniel Buren
Excentrique(s) - Caleidoscopica installazione di Daniel Buren
Excentrique(s) - Caleidoscopica installazione di Daniel Buren
Excentrique(s) - Caleidoscopica installazione di Daniel Buren
Excentrique(s) - Caleidoscopica installazione di Daniel Buren
Excentrique(s) - Caleidoscopica installazione di Daniel Buren
artnet.fr
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=bLff2y_G8d4&feature=related[/youtube]
Interview
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Joq16z-MEBM&feature=related[/youtube]

Daniel Buren

Artvideo
Scritto da Fontastiko
x
Ascolta su