Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico

Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico

Claudia Fuggetti · 9 mesi fa · Design

Extinction Rebellion è un movimento internazionale i cui membri usano metodi di disobbedienza civile non violenta per spingere i governi ad agire sui cambiamenti climatici e sull’estinzione di massa delle specie animali.

Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico | Collater.al

L’identità visiva di questo movimento è rafforzata dalle grafiche di tipo D.I.Y, come vuole la tradizione punk e, più in generale, antagonista. In occasione della sua prima grande azione nel Regno Unito, l’organizzazione ha rilasciato una serie di striscioni, bandiere, patch, poster e adesivi da scaricare e utilizzare, per aiutare a diffondere l’identità del movimento e dei suoi obiettivi.

Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico | Collater.al

In una società che fa del proprio linguaggio principale le immagini, questa è una scelta furba ed intelligente, come spiega Clive Russell, un membro del gruppo artistico:

“Avevamo bisogno di creare un movimento eco che sembrasse radicalmente diverso da tutti quelli del passato, che purtoppo hanno fallito. Un movimento che fosse al tempo stesso arrabbiato, non violento e che riflettesse il fatto che questa è una minaccia di tipo esistenziale”.

Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico | Collater.al

Il gruppo ha anche aggiunto che i loro progetti visivi traggono ispirazione dal movimento Situazionista Internazionale degli anni Sessanta, del quale si percepisce la forte influenza. Tutti i disegni sono stati realizzati con una tavolozza composta da 10 colori; una volta utlimati, i manifesti e i cartelli vengono affissi illegalmente, spesso usando la pasta di grano come colla: questa tecnica si chiama flyposting e rappresenta una forma di guerrilla marketing.

Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico | Collater.al

Il logo di Extinction Rebellion, una clessidra stilizzata all’interno di un cerchio che rappresenta il pianeta, ci ricorda che non è rimasto molto tempo per salvare l’ambiente. La rappresentazione degli animali simboleggia la minaccia di estinzione delle specie, il collasso delle colonie e la cecità intenzionale davanti allo stato d’emergenza globale.

Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico | Collater.al
Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico | Collater.al
Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico
Design
Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico
Extinction Rebellion, arte contro il cambiamento climatico
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
I fashion collages digitali di Molly Scannell

I fashion collages digitali di Molly Scannell

Claudia Fuggetti · 9 mesi fa · Design

Molly Scannell si è fatta notare su Instagram per via delle sue creazioni grafiche a tema fashion: si tratta di collages che molto spesso riprendono in maniera creativa i loghi di famosi brand del settore.

Quando l’artista guarda un’immagine, la vede per quello che può diventare dopo:

“Il realismo è generato da una pressione indotta dall’ansia, ecco perché preferisco il collage”.

Attraverso i loghi, Molly gioca con l’identità dei suoi personaggi, creando nuove storie. I suoi lavori hanno attirato l’attenzione di diversi marchi importanti, che le hanno chiesto di collaborare, tra questi si annoverano nomi del calibro di Cartier, YouTube, Jungle Magazine e Adobe, solo per citarne alcuni.

Segui Molly Scannell anche tu su Instagram.

I fashion collages digitali di Molly Scannell | Collater.al
I fashion collages digitali di Molly Scannell | Collater.al
I fashion collages digitali di Molly Scannell | Collater.al
I fashion collages digitali di Molly Scannell | Collater.al
I fashion collages digitali di Molly Scannell | Collater.al
I fashion collages digitali di Molly Scannell | Collater.al
I fashion collages digitali di Molly Scannell | Collater.al
I fashion collages digitali di Molly Scannell
Design
I fashion collages digitali di Molly Scannell
I fashion collages digitali di Molly Scannell
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18
Le follie digitali e tridimensionali di ParsaNice

Le follie digitali e tridimensionali di ParsaNice

Giulia Guido · 9 mesi fa · Design

Parsa Mohseni Rad ha iniziato la sua carriera artistica come hobby, per puro e sano amore dell’arte. Così da autodidatta ha iniziato a studiare, scoprendo programmi come Photoshop e Illustrator e soprattutto scoprendo il mondo del 3D. È a questo punto che Parsa Mohseni Rad è diventato ParsaNice e ha iniziato a realizzare lavori digitali e tridimensionali. 

Le sue creazioni si caratterizzano per un particolare uso del colore che deve essere pop, acceso, giocoso e quindi vediamo un abbondante uso del rosa, del celeste, del viola. 

Questa scelta stilistica va di pari passo con la scelta tematica, perché i soggetti che sceglie mescolano elementi talmente lontani e distanti che sono quasi impossibili da pensare insieme, da collegare. Inoltre c’è sempre un aspetto ludico, molto spesso connesso all’utilizzo del cibo, quindi gli oggetti si ricoprono di codine di zucchero colorate, di panna montata o di Nutella. 

Quello di ParsaNice è un mondo strano, surreale, dolce e glassato tutto da scoprire.

Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Parsa Mohseni Rad parsanice | Collater.al
Le follie digitali e tridimensionali di ParsaNice
Design
Le follie digitali e tridimensionali di ParsaNice
Le follie digitali e tridimensionali di ParsaNice
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18
Rat Island, l’eco-resort firmato Jendretzki Design a New York

Rat Island, l’eco-resort firmato Jendretzki Design a New York

Claudia Fuggetti · 9 mesi fa · Design

Lo studio americano Jendretzki Design ha recentemente diffuso video ed immagini di Rat Island, progetto che prevede un eco-resort situato su un’isola privata al largo del distretto del Bronx, che fa parte delle 44 che compongono l’arcipelago di New York. Il nome insolito del progetto deriva da delle storie locali:

“L’isola è stata originariamente chiamata Rattle Island, in riferimento ai sonagli che la gente del posto usava per avvertire i marinai delle rocce”.

A soli trenta minuti da Central Park, Rat Island presenta la posizione ideale per la costruzione di un rifugio di lusso in cui isolarsi nella natura, senza allontanarsi troppo dalla metropoli. Bello, vero? Ma non è tutto!

Buona parte del resort è stato concepito per essere a strettissimo contatto con l’acqua, inoltre le grandi finestre poste ad ogni estremità delle cabine offrono una vista sull’entroterra.

“C’è un piccolo canale che penetra attraverso l’isola, scavato nella roccia circa 100 anni fa, che abbiamo inserito nel progetto in modo che canoe e piccole imbarcazioni possano arrivare direttamente sotto l’edificio principale durante l’alta marea”, ha detto lo studio.

Jendretzki Design ha anche affermato che l’isola sarà neutra dal punto di vista delle emissioni di carbonio, per questo motivo l’eco-resort verrà dotato di energia solare, eolica e di acqua piovana raccolta. A tal proposito le cabine saranno prefabbricate fuori sede e, successivamente, installate sull’isola.

Rat Island, l’eco-resort firmato Jendretzki Design a New York
Design
Rat Island, l’eco-resort firmato Jendretzki Design a New York
Rat Island, l’eco-resort firmato Jendretzki Design a New York
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
The Kugelschiff, un camper di design perfetto per viaggiare e lavorare

The Kugelschiff, un camper di design perfetto per viaggiare e lavorare

Giulia Guido · 9 mesi fa · Design

Bello, compatto, minimal e specchiato. È il The Kugelschiff, il camper progettato dallo studio californiano Edmonds + Lee Architects per un imprenditore della Silicon Valley. Il cliente, dopo aver trovato un Airstream Bambi II degli anni ’60 e averlo fatto arrivare dalla Germania, si è rivolto allo studio di architettura per trasformarlo in uno spazio adatto si per vivere sia per lavorare. L’impresa non era per niente facile, viste le ridotte dimensioni del mezzo. 

Attraverso una serie di piani e di sedute incastratili e modulabili, il team di architetti è riuscito a creare uno spazio unico nel suo genere. Caratteristica principale del The Kugelschiff sono le superfici riflettenti in alluminio, che all’interno sono state dipinte di bianco, aprendo visivamente lo spazio. 

È un rifugio, ma anche una casa e un ufficio, è un progetto che guarda al futuro dell’abitazione. 

The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff | Collater.al
The Kugelschiff, un camper di design perfetto per viaggiare e lavorare
Design
The Kugelschiff, un camper di design perfetto per viaggiare e lavorare
The Kugelschiff, un camper di design perfetto per viaggiare e lavorare
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15