Finding Hope, il trittico dell’artista Mehdi Ghadyanloo

avatar
30 Gennaio 2019

Mehdi Ghadyanloo è un artista famoso per i suoi trompe l’oeil. Scopri il suo ultimo lavoro, il trittico Finding Hope.

All’artista iraniano Mehdi Ghadyanloo è stata commissionata la realizzazione di un trittico in occasione dell’annuale meeting del World Economic Forum (WEF) a Davos. La tela che ricopre una superficie di 186 metri quadrati si intitola Finding Hope. È un’opera che, oltre a voler trasmettere un messaggio di speranza, vuole far riflettere lo spettatore.

La parte centrale rappresenta una bambina di schiena che tiene in mano un palloncino. È un forte simbolo di speranza, ma anche di ingenuità e di innocenza. La lettura del pannello centrale è fortemente legata ai due pannelli laterali.

A destra troviamo un enorme palloncino che vola nell’aria e crea un contrasto con il blu del cielo limpido. Nulla può intaccare il futuro, non ci sono ostacoli tra il palloncino e la libertà.

Mentre il pannello di sinistra si presta a una lettura più pessimistica e distruttiva. Su questa parete troviamo un enorme ago, pronto a bucare il palloncino, frantumare i sogni e le speranze.

L’obiettivo finale di Mehdi è quello di trasmettere l’importanza della speranza nelle nostre vite, energia e forza vitale che riesce a farci dare il meglio ogni giorno che passa.

“In my opinion, our world at the moment is deeply in need of hope in these world economic anxiety situation.”

Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al Mehdi Ghadyanloo Finding Hope | Collater.al

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mehdi Ghadyanloo ⁦⁦◻️⁩ (@mehdighadyanloo) in data:

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share