Photography Gian Paolo Barbieri e la fotografia di moda
Photographyexhibition

Gian Paolo Barbieri e la fotografia di moda

-
Collater.al Contributors

House of Lucie Ostuni e The Lucie Awards dedicano Gian Paolo Barbieri: Beyond Fashion al fotografo e maestro che ha plasmato la storia della fotografia contemporanea di moda e costume. Si tratta di una retrospettiva realizzata in collaborazione con la Fondazione Gian Paolo Barbieri e la galleria 29 Arts In Progress di Milano, dal 5 luglio al 31 agosto 2024.

gian paolo barbieri
Naomi Campbell in Yves Saint Laurent, Parigi 1988 – Courtesy of Fondazione Gian Paolo Barbieri + 29 ARTS IN PROGRESS gallery-RGB

Accanto a molti capolavori di Barbieri, saranno esposte anche alcune fotografie inedite, che spaziano dagli anni ’60 agli anni 2000, frutto di un’approfondita ricerca condotta all’interno dell’archivio dell’artista. Gian Paolo Barbieri è riuscito a dare un volto unico alla moda italiana – che nessuno aveva ancora saputo immaginare – diventando complice e compagno di quegli stilisti che l’avvento del Made in Italy avrebbe trasformato in protagonisti di una nuova era del costume e del fashion. Al loro fianco, lui interpreta la stagione più bella di quella nuova effervescenza.

gian paolo barbieri
Tree Allen in Callaghan by Versace, Milano 1978 – Courtesy of Fondazione Gian Paolo Barbieri + 29 ARTS IN PROGRESS gallery

In mostra scatti intimi e spontanei di modelle e celebrità come Veruschka, Naomi Campbell, Marpessa, Eva Herzigova, Monica Bellucci, Mina, Isabella Rossellini si alternano ad iconiche fotografie (compresa Audrey Hepburn del 1969) che Barbieri ha concepito per alcune delle più leggendarie campagne pubblicitarie per brand di moda italiani e internazionali come Versace, Ferrè, Vivienne Westwood, Dolce & Gabbana, Valentino e Armani.

gian paolo barbieri
Christy Turlington in Yves Saint Laurent, Parigi 1988 – Courtesy of Fondazione Gian Paolo Barbieri + 29 ARTS IN PROGRESS gallery

Ma il percorso espositivo propone al pubblico anche immagini innovative in termini di ambientazioni e styling, frutto dell’inconfondibile ingegno dell’artista: una fotografia ironica e allo stesso tempo colta, ricercata e provocatoria, ricca di rimandi alla storia dell’arte, di eclettici set outdoor in location esotiche e citazioni cinematografiche, eco dell’esperienza giovanile fatta a Cinecittà, a Roma. Dal suo punto di vista, infatti, la moda senza arte è nuda e vuota. E qui le donne delle immagini in mostra si liberano per l’occasione delle pose più canoniche della fotografia di moda, per farsi portavoce di una nuova eleganza non convenzionale che ne rivela il lato più disinvolto e sensuale. La fotografia di Gian Paolo Barbieri affascina, sconcerta e ripercorre la storia del Made in Italy.

Leggi anche Gli scatti inediti del grande fotografo di moda Gian Paolo Barbieri

Courtesy ph. © Gian Paolo Barbieri

Photographyexhibition
Scritto da Collater.al Contributors
x
Ascolta su